Home > Ambiente e salute > Diabete e vaccini: una necessità ancora più stringente nel periodo Covid - 20 Gennaio 2021, Ore 15:30-17:30

Diabete e vaccini: una necessità ancora più stringente nel periodo Covid - 20 Gennaio 2021, Ore 15:30-17:30

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

l prossimo mercoledì 20 Gennaio dalle ore 15:30 alle 17:30, si terrà il webinar: ‘DIABETE E VACCINI: UNA NECESSITÀ ANCORA PIÙ STRINGENTE NEL PERIODO COVID', organizzato da Diabete Italia Onlus e MOTORE SANITÀ.


il prossimo mercoledì 20 Gennaio dalle ore 15:30 alle 17:30, si terrà il webinar: 

‘DIABETE E VACCINI: UNA NECESSITÀ ANCORA PIÙ STRINGENTE NEL PERIODO COVID',

organizzato da Diabete Italia Onlus e MOTORE SANITÀ

I pazienti affetti da diabete mellito sono pazienti particolarmente fragili che presentano un’aumentata

mortalità rispetto alla popolazione generale, cosa purtroppo che è stata ben evidenziata anche dalla

recente pandemia. Le cause di questo sono dovute principalmente a problemi correlati all’aumentato

rischio di malattie cardiovascolari e cancro, ma anche alla maggiore incidenza di complicanze infettive

che contribuiscono in maniera decisiva alla ridotta aspettativa di vita. Epidemiologicamente i dati

riportano che i soggetti con diabete tipo 1 (DT1) hanno il quadruplo di probabilità di ricoveri ospedalieri

per infezioni, mentre nel diabete tipo 2 (DT2) si ha il doppio del rischio rispetto ai soggetti non diabetici.

Proteggere il paziente diabetico con una massiccia campagna di vaccinazione antinfluenzale ed

antipneumococcica è estremamente importante, ed i pazienti DT1 e DT2 debbono essere inseriti nella

categoria di pazienti più a rischio. Per approfondire questi aspetti, Motore Sanità ha organizzato un

webinar che coinvolgerà istituzioni, esperti del settore, MMG e farmacisti del territorio nonché con le

associazioni di pazienti, per analizzare punti di forza e criticità delle attuali disposizioni vaccinali nelle

varie regioni per i pazienti malati di diabete.

 

TRA GLI ALTRI, PARTECIPANO: 

Imma Cacciapuoti, Referente Area Sviluppo e Monitoraggio Case della Salute, Cure Intermedie,

Gestione Cronicità Regione Emilia-Romagna 

Paolo Guzzonato, Direzione Scientifica Motore Sanità

Giancarlo Icardi, Coordinatore del gruppo Vaccini e Politiche Vaccinali della Società Italiana di

Igiene e Medicina preventiva (SItI) 

Stefano Nervo, Presidente Diabete Italia 

Paolo Pandolfi, Direttore Dipartimento Sanità Pubblica e Direttore UOC Epidemiologia, Promozione

della Salute e Comunicazione a rischio AUSL Bologna 

Giovanni Rezza, Direttore Generale della Prevenzione Sanitaria Ministero della Salute 

Franco Ripa, Responsabile Programmazione dei Servizi Sanitari e Socio-Sanitari Regione Piemonte 

Rita Lidia Stara, Presidente Fe.D.ER Federazione Diabete Emilia Romagna 

- Alberto Villani, Direttore della UOC di Pediatria Generale dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Roma

Gennaro Volpe, Presidente CARD Italia 

 

MODERANO: 

Giulia Gioda, Presidente Motore Sanità 

- Claudio Zanon, Direttore Scientifico Motore Sanità 

 

⇒ SCARICA IL PROGRAMMA

 

⇒ ISCRIVITI AL WEBINAR



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Gli esperti a confronto: “Indispensabile vaccinare i pazienti diabetici ancor più in questo periodo di pandemia!”


INVITO STAMPA - 'Diabete Italia e Motore Sanità insieme per gli appuntamenti della Settimana del Diabete’ - Dall'11 al 14 Novembre 2020


GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE, ECCO COME FRENARLO


Diabete: come non rimanere fregato dal Covid


Vaccini per il COVID19: “Dalla fase 3 all’approvazione, dalle certezze ai dubbi, parola agli esperti”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Strategie sanitarie di prevenzione dell'Ictus: come ottimizzare la prevenzione per una popolazione più sana. Focus: Centro - 1 Marzo 2021, ORE 11-13:30

il prossimo lunedì 1 Marzo dalle ore 11 alle 13:30, si terrà il webinar: ‘STRATEGIE SANITARIE DI PREVENZIONE DELL’ICTUS: COME OTTIMIZZARE LA PREVENZIONE PER UNA POPOLAZIONE PIÙ SANA. Focus: Centro’, organizzato da Motore Sanità e in collaborazione con Cattaneo Zanetto & CO. il prossimo lunedì 1 Marzo dalle ore 11 alle 13:30, si terrà il webinar: ‘STRATEGIESANITARIE DI PREVENZIONE DELL’ICTUS: COME OTTIMIZZARE LA PREVENZIONEPER UNA POPOLAZIONE PIÙ SANA. Focus: Centro’, organizzato da Motore Sanità ein collaborazione con Cattaneo Zanetto & CO. In un quadro epidemiologico oggi aggravato dal diffond (continua)

Tumori e Covid, l’appello delle associazioni dei pazienti al Governo. «Abbiamo un’emergenza oncologica. Affrontiamo il problema ma in una visione europea perché solo così salveremo l’oncologia italiana»

È ora di pensare ad una 'oncologia territoriale' in rete con medicina generale e ospedali Il Covid ha colpito drammaticamente l’Oncologia italiana. Ha colpito prima di tutto l’ammalato di cancro che, secondo i dati raccolti dalle Associazioni di pazienti, ha trovato difficile accedere alla chirurgia, che per questo paziente vuol dire guarigione, ad avere una corretta presa in carico o un sostegno psicologico e affronta tutt’ora problemi di malnutrizione e fragilità sociale. Il Covid ha colpito drammaticamente l’Oncologia italiana. Ha colpito prima di tutto l’ammalato dicancro che, secondo i dati raccolti dalle Associazioni di pazienti, ha trovato difficile accedere allachirurgia, che per questo paziente vuol dire guarigione, ad avere una corretta presa in carico o unsostegno psicologico e affronta tutt’ora problemi di malnutrizione e fragilità sociale. La p (continua)

L’oncologia durante la pandemia: “Necessità di innovazione digitale, potenziare rete diagnostica di precisione, creare Molecular Tumor Board e condividere dati Real World”

19 febbraio 2021 - In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo. Ricerca sperimentale, progressi diagnostici, e nuove terapie stanno mostrando effetti positivi sul decorso della malattia, allungando la vita a molti malati. 19 febbraio 2021 - In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro.Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti.Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo.Ricerca sperimentale, progressi diagnostici, e nuove terapie stanno mostrando effettipositivi sul decorso della malattia, allungando la vita a (continua)

´Partorire sorridendo`, un’opportunità di approccio al travaglio senza dolore. L’appello di AOGOI «C’è grande carenza di anestesisti, ostetriche e ginecologi. Il loro ruolo è fondamentale, il Governo ci aiuti»

La gravidanza per una donna rappresenta una esperienza straordinaria, la donna è travolta da un vortice di emozioni mai vissute prima e il parto è, nel percorso di nascita, una fase che molto spesso viene vissuta con paura e ansie. Oggi c’è sempre più la consapevolezza che mettere la donna nella condizione di poter scegliere come affrontare il parto sia favorevole per accrescere la sua sicurezza e serenità ad affrontare il travaglio. La gravidanza per una donna rappresenta una esperienza straordinaria, la donna è travolta daun vortice di emozioni mai vissute prima e il parto è, nel percorso di nascita, una fase che moltospesso viene vissuta con paura e ansie. Oggi c’è sempre più la consapevolezza che mettere ladonna nella condizione di poter scegliere come affrontare il parto sia favorevole per accrescerela sua sicur (continua)

“Cirrosi epatica: Aderenza alle terapie, prevenzione e presa in carico per migliorare qualità di vita del paziente e sostenibilità del SSN”

7 febbraio 2021 – Migliorare l’aderenza alla terapia, prevenire complicanze gravi come encefalopatia epatica e ascite, potenziare l’assistenza domiciliare, formare il paziente e il caregiver, rendere sostenibili le cure e aumentare la qualità e l’aspettativa di vita. Questi gli argomenti discussi, con i principali interlocutori della Regione Campania, 17 febbraio 2021 – Migliorare l’aderenza alla terapia, prevenire complicanze gravi comeencefalopatia epatica e ascite, potenziare l’assistenza domiciliare, formare il paziente eil caregiver, rendere sostenibili le cure e aumentare la qualità e l’aspettativa di vita.Questi gli argomenti discussi, con i principali interlocutori della Regione Campania,durante il Webinar: "Foc (continua)