Home > Altro > Alessandro Benetton: perché le emozioni sono fondamentali per un imprenditore

Alessandro Benetton: perché le emozioni sono fondamentali per un imprenditore

scritto da: Agencyabweb | segnala un abuso

Alessandro Benetton: perché le emozioni sono fondamentali per un imprenditore

Nel mondo del business, anche le emozioni hanno la loro funzione: Alessandro Benetton racconta la propria esperienza nella nuova puntata di #UnCaffèConAlessandro


Per spiegare l'importanza delle emozioni nel mondo imprenditoriale, Alessandro Benetton cita The Social Network, il famoso film sulla creazione di Facebook.

Alessandro benetton

Alessandro Benetton: il ruolo delle emozioni

"Se vuoi avere successo come imprenditore, le emozioni lasciale a casa: è una frase che mi hanno ripetuto fino alla nausea e che ancora oggi sento dire. È una frase non vera. Veniamo da un'epoca in cui le emozioni per un imprenditore venivano considerate come un difetto, una debolezza: ecco non è così": Alessandro Benetton apre con queste parole il suo nuovo video Youtube dedicato al rapporto tra emozioni e attività imprenditoriale. Nel nuovo appuntamento della rubrica #UnCaffèConAlessandro, condivisa anche dal portale del "Corriere della Sera", il fondatore di 21 Invest prova dunque a invertire la tendenza, dimostrando che esistono due motivi che rendono le emozioni un'arma fondamentale per un imprenditore. "Il primo, il più importante, sono le persone. Le emozioni sono contagiose, sono ciò che ci lega a chi ci sta intorno. L'attività di un imprenditore non esiste senza i rapporti umani ed è impossibile costruire dei rapporti umani se non si è in grado di gestire le proprie emozioni", ha spiegato Alessandro Benetton.

Alessandro Benetton: emozioni alla base dell'agire

Per dare forza alla sua tesi, Alessandro Benetton cita il film The Social Network, che racconta la nascita di Facebook: "Quando si finisce di vedere il film si capisce una cosa: Zuckerberg era un genio informatico e del business, ma perché Facebook potesse diventare quello che è oggi gli mancava un elemento, saper gestire i rapporti umani". Nella storia è palese la difficoltà del fondatore del Social nel gestire le relazioni personali con partner investitori e collaboratori: "Questo perché nonostante la sua intelligenza non riusciva a gestire le sue emozioni anzi tendeva ad escluderle, a reprimerle. Lasciando le emozioni fuori dalla porta non si possono costruire le relazioni che sono la base di un'azienda sana". Il secondo motivo che porta a dover tenere in conto le emozioni è invece già presente nella parola stessa: "La seconda ragione è la motivazione, lo stimolo a fare meglio. La radice della parola emozione è il verbo latino 'moveo' che significa muovere, questo perché per esperienza le emozioni sono la vera benzina del nostro agire". Senza benzina si rischia di rimanere fermi: "Ogni cosa importante che ho fatto l'ho fatta perché a trascinarmi c'era un'emozione. La mia azienda è nata grazie alla voglia di riscatto, all'amore per quello che faccio e forse grazie anche a un po' di rabbia agonistica. Partendo da questo poi si è sviluppata grazie alla razionalità, ma senza una base di emozioni oggi non sarei qui", ha concluso Alessandro Benetton.


Fonte notizia: https://video.corriere.it/economia/consigli-alessandro-benetton/emozioni-ti-rendono-debole-cos-l-intelligenza-emotiva-perche-cosi-importante/4a60bc22-1f47-11eb-a173-71e667bc7224


Alessandro Benetton |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Alessandro Benetton: “Per stare al passo con i cambiamenti bisogna studiare”


Private equity: Alessandro Benetton al “Corriere” su 21 Investimenti


Alessandro Benetton: “I Sì e i No meritano massima riflessione”


Troppo giovani o troppo vecchi? Per Alessandro Benetton non esiste l’età giusta


Cambiare punto di vista per cogliere le occasioni: i consigli di Alessandro Benetton


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

I Mondiali di Cortina 2021 un’occasione per la ripartenza: il commento di Alessandro Benetton

“Nuovi modelli di crescita, improntati su innovazione, sostenibilità e nuove tecnologie, per guardare con più ottimismo al futuro”: la lezione dei Mondiali di Cortina 2021 nelle parole del Presidente Alessandro Benetton.Cortina prima e dopo i Mondiali di Sci 2021: la vision di Alessandro BenettonRipartire nel segno della territorialità, della cultura e della sostenibilità. È quanto auspicava il Pr (continua)

Alessandro Benetton: “I Mondiali di Cortina seguiti da 500 milioni di persone”

Alessandro Benetton: “I Mondiali di Cortina seguiti da 500 milioni di persone”
Alessandro Benetton racconta le difficoltà organizzative dei Mondiali di Sci causate dalla pandemia e spiega come Fondazione Cortina 2021 sia riuscita a superarle grazie alla flessibilità e al contributo degli stakeholder Cortina 2021 è il primo evento importante dopo il rinvio delle Olimpiadi. Una forte responsabilità e un momento di rilancio per il Paese, ha dichiarato Alessandro Benetton.Alessandro Benetton: ottenuto “effetto palla di neve”Con la partecipazione di oltre 600 atleti provenienti da 71 Paesi, i Campionati Mondiali di Sci alpino iniziati a Cortina rappresentano la prima manifestazione sportiva di liv (continua)

Private equity: la carriera di Alessandro Benetton, Fondatore e Managing Partner di 21 Invest

Alessandro Benetton è Fondatore e Managing Partner di 21 Invest: la società è nata nel 1992 come 21 Investimenti e continua ad essere oggi un punto di riferimento nel settore del private equity Dopo aver conseguito una laurea presso l'Università di Boston e un MBA presso l'Harvard Business School, Alessandro Benetton affronta la sua prima esperienza professionale in Goldman Sachs. Oltre agli incarichi ricoperti in Benetton Group, l'imprenditore dà vita alla sua società di private equity, oggi 21 Invest. È inoltre Presidente di Fondazione Cortina 2021.Alessandro Benetton: dalla (continua)

“Oggi le aziende devono puntare sulla formazione”: online il nuovo #Caffè di Alessandro Benetton

“Oggi le aziende devono puntare sulla formazione”: online il nuovo #Caffè di Alessandro Benetton
Nell'ultimo appuntamento della sua rubrica Youtube, Alessandro Benetton pone l'accento sull'importanza per le aziende di creare valore attraverso la formazione.Alessandro Benetton: formazione attività essenzialeVerso la fine di agosto, Google ha annunciato un nuovo progetto denominato "Google Career Certificates". I media italiani hanno subito veicolato la notizia parlando della nuova "università" (continua)

Alessandro Benetton: formazione aziendale, da Google a Forno d’Asolo

Alessandro Benetton: formazione aziendale, da Google a Forno d’Asolo
Alessandro Benetton: “Mantenere sempre aggiornati i propri clienti significa attività più longeve, mentre formare nuovi professionisti serve a dare a più persone la possibilità di dar vita a una propria azienda” Nella sua video rubrica settimanale, Alessandro Benetton si dedica a diversi temi d'attualità legati all'innovazione e al mondo dell'imprenditoria: al centro dell'episodio più recente di "#UnCaffèConAlessandro" vi è la formazione in ambito aziendale, a partire dal caso di "Google Career Certificates".Alessandro Benetton: la formazione in ambito aziendale"Le imprese devono attivarsi concr (continua)