Home > News > Visione rurale a lungo termine: il GAL Madonie rende il cittadino protagonista del proprio futuro

Visione rurale a lungo termine: il GAL Madonie rende il cittadino protagonista del proprio futuro

scritto da: LOsservatorio | segnala un abuso

Visione rurale a lungo termine: il GAL Madonie rende il cittadino protagonista del proprio futuro

Attraverso un questionario è possibile segnalare alla Commissione europea quali sono le prospettive del proprio territorio. Un seminario virtuale si terrà lunedì 25 gennaio.


Visione rurale a lungo termine” è l’oggetto del seminario che si terrà lunedì 25 gennaio alle ore 17 in modo virtuale. L’appuntamento rientra nell’iniziativa “Long Term Vision for Rural Areas” promossa dalla Commissione Europea con lo scopo di avere una visione a lungo termine per le aree rurali e poter affrontare le loro peculiari problematiche quali il cambiamento demografico, la connettività, il rischio di povertà e il limitato accesso ai servizi.

 

Il seminario organizzato dal GAL Madonie, il primo in Sicilia, è finalizzato ad illustrare le finalità della rilevazione promossa dalla Commissione Europea e raccogliere le risposte dei cittadini, del partenariato, delle organizzazioni e dei portatori di interessi operanti sul territorio. Una sorta di programmazione dal basso che veda protagonisti del proprio futuro gli abitanti delle aree rurali. Tutti i cittadini potranno dare il proprio contributo e segnalare la propria visione del futuro della propria area compilando un questionario al seguente link: https://www.menti.com/rreww5trxk

 

I risultati dei questionari e dell’incontro, oltre ad essere resi immediatamente disponibili, saranno inviati alla Commissione Europea per l’elaborazione di un report articolato per ambiti tematici quali: i cambiamenti climatici e il degrado ambientale, l’evoluzione digitale e tecnologica, i cambiamenti demografici, la globalizzazione e i mercati locali. Tutti aspetti che porteranno cambiamenti significativi nel territorio e nelle persone che vi abitano.

Capire quindi in che modo sarà interessato il nostro territorio potrebbe essere la chiave giusta che apre la porta del futuro delle aree rurali. Il GAL Madonie vuole essere lo strumento dei cittadini che vogliono programmare il proprio futuro in questo territorio.

 

Al seminario interverranno il dott. Dario Cartabellotta - dirigente generale del dipartimento agricoltura della regione siciliana, la dott.ssa Raffaella Di Napoli – responsabile nazionale Rete Leader -RRN e la dott.ssa Gabriella Ricciardi – ricercatore Crea-Pb – Rete Leader – RRN,  Alessandro Ficile - presidente di Sosvima, Pietro Macaluso - presidente Unione Madonie e Angelo Merlino - presidente del Parco delle Madonie. Aprirà i lavori il presidente del GAL Madonie Santo Inguaggiato e faranno gli onori di casa amministratori e tecnici del Gruppo di Azione Locale.

 

I veri protagonisti saranno i cittadini che potranno intervenire e riflettere sulle tematiche partecipando al seminario che si terrà lunedì 25 gennaio 2021 (h 17:00 – 19.00) accedendo al link: https://www.gotomeet.me/so-svi-ma.

 

gal madonie | madonie | aree rurali | Long Term Vision for Rural Areas | agricoltura |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il GAL Madonie modello di sviluppo da applicare in Albania


Noleggio auto a lungo termine Mercurio Rent


UFFICIALMENTE AL VIA IL PROGETTO DI COOPERAZIONE “CAMMINI” CON PROTAGONISTI TUTTI I GAL DELL’EMILIA ROMAGNA


Francesco Migliazzo nominato vice presidente regionale della Rete Rurale Siciliana


Brand Madonie e turismo sostenibile, il GAL Madonie pubblica il bando per rafforzare l’offerta turistica. Finanziamenti per la nascita di strutture ricettive e servizi innovativi


La «RETE RURALE SICILIANA» muove i primi passi. Primo incontro istituzionale con l’Assessore Gaetano Armao.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

AGROALIMENTARE, NASCE LA CONSULTA DEI DISTRETTI DEL CIBO.

AGROALIMENTARE, NASCE LA CONSULTA DEI DISTRETTI DEL CIBO.
Tra i distretti aderenti anche quello delle “Filiere e dei Territori di Sicilia in Rete” del quale fa parte il GAL Madonie. Nasce la Consulta dei Distretti del Cibo per affrontare tutti assieme la sfida della transizione verso un sistema Agroalimentare sostenibile del nostro Paese.La sottoscrizione dello Statuto della Consulta dei Distretti del Cibo è avvenuta giovedì scorso alla presenza del Ministro Stefano Patuanelli presso il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali. Al tavolo si sono riu (continua)

Ecomuseo madonie, le comunità chiamate a descrivere la propria identità culturale

Ecomuseo madonie, le comunità chiamate a descrivere la propria identità culturale
Il progetto finanziato all’Unione Madonie tende a rafforzare l’omogeneità culturale, geografica e paesaggistica, del territorio coinvolto. Arrivano 15 mila euro per l’Ecomuseo Madonie. La somma è destinata all’individuazione, con il supporto delle comunità, degli elementi materiali ed immateriali attorno ai quali ogni comunità interessata si riconosce e si ritrova. L’Ecomuseo, infatti, è una forma museale che mira a conservare, comunicare e rinnovare l’identità culturale di un piccolo territorio. L’avvenuto finanziamento del pr (continua)

Francesco Migliazzo nominato vice presidente regionale della Rete Rurale Siciliana

Francesco Migliazzo nominato vice presidente regionale della Rete Rurale Siciliana
Si è tenuto stamani il Consiglio direttivo della Rete Rurale Siciliana, l’Associazione dei GAL attualmente operanti in Sicilia, nell’ambito della Programmazione 2014-2022, per assegnare le nuove deleghe di Presidente, Vice Presidente e Segretario.Dopo l’elezione di Francesco Paolo Migliazzo, sindaco di Gangi, come nuovo Presidente del GAL ISC MADONIE, i GAL della Sicilia occidentale, riunitis (continua)

Le Madonie partecipano all’elaborazione del Piano Strategico della città di Palermo

Le Madonie partecipano all’elaborazione del Piano Strategico della città di Palermo
La città metropolitana non deve essere solamente un punto di approdo ma anche di ripartenza. Le Madonie contribuiscono all’elaborazione del Piano Strategico della Città Metropolitana di Palermo. Lo scorso mese di luglio è iniziato il processo di elaborazione del Piano Strategico del capoluogo il cui percorso, elaborato da società specializzate, prevedeva anche un confronto con gli stakeholder del territorio al fine di determinare gli obiettivi da raggiungere e i progetti concreti da (continua)

L’Unione Madonie tra i beneficiari di una borsa di studio per “dottorati comunali”.

L’Unione Madonie tra i beneficiari di una borsa di studio per “dottorati comunali”.
Il dottorato è stato attivato con l’Università di Camerino e mira a promuovere la ricchezza del territorio e delle comunità locali valorizzando le risorse naturali e culturali. Le candidature entro il prossimo 4 novembre Finanziata una borsa di studio per “dottorati comunali” all’Unione Madonie. Il Bando, indetto in via sperimentale dall’Agenzia per la coesione territoriale, era rivolto ai comuni presenti nelle aree interne, anche in forma associata, individuate ai sensi della “Strategia Nazionale delle aree interne” (SNAI).Il Dottorato dell’Unione Madonie è stato attivato con l’Università di Camerino e si s (continua)