Home > Sviluppo sostenibile > L’opera d’arte da 20.000 mq, intitolata GROW, di Daan Roosegaarde esalta la bellezza dell’agricoltura

L’opera d’arte da 20.000 mq, intitolata GROW, di Daan Roosegaarde esalta la bellezza dell’agricoltura

scritto da: Itinera | segnala un abuso

L’opera d’arte da 20.000 mq, intitolata GROW, di Daan Roosegaarde esalta la bellezza dell’agricoltura

In un paesaggio da sogno, bagliori di luce blu e rossi si diffondono come onde su 20.000 mq di terreno


L’opera d’arte da 20.000 mq, intitolata GROW, di Daan Roosegaarde esalta la bellezza dell’agricoltura

La nuova opera d’arte GROW del designer olandese Daan Roosegaarde è un omaggio alla bellezza e all'importanza dell'agricoltura. In un paesaggio da sogno, bagliori di luce blu e rossi si diffondono come onde su 20.000 mq di terreno agricolo, avvolti nell’oscurità. GROW si ispira alla scienza ed esplora come specifici sistemi di luce possano migliorare la crescita e la resistenza delle piante.

Di solito non ci accorgiamo di queste enormi aree coltivate, eppure il suolo e i frutti della terra ci nutrono ogni giorno e ci permettono di vivere. GROW sottolinea l'importanza dell'innovazione nel sistema agricolo: in che modo la progettazione avanzata dell'illuminazione può aiutare le piante a crescere in modo più sostenibile? Come facciamo a rendere all'agricoltore l'onore che merita?

GROW è un'opera d'arte e il prototipo di un modo più sostenibile di produrre cibo.

GROW consiste in un sistema a LED ad alta densità che proietta luci rosse e blu, che si alzano e si abbassano a mo’ di onda, sulle foglie delle piante. Si ha così la sensazione che infinite "luci danzanti" attraversino l'enorme campo agricolo. La luce è poetica e si ispira alle tecniche più avanzate di fotobiologia: le luci blu e rosse favoriscono la crescita delle piante e l’effetto dei raggi ultravioletti attiva il sistema di difesa delle piante, riducendo del 50% l’uso di pesticidi.

Il film GROW( https://studioroosegaarde.net/project/grow ) mostra lo sviluppo di questo radioso paesaggio da sogno. È anche una sorta di appello alla luce e al suo valore in questi tempi oscuri. GROW è un bene per la natura, ma dona anche una luce di speranza alle persone. Dà un nuovo significato alla parola "agricoltura", riformulando il paesaggio come opera d'arte culturale vivente.

GROW fa parte del programma "artist-in-residence" della Rabobank. Daan Roosegaarde e il suo team di designer ed esperti hanno sviluppato GROW per due anni, sulla base di sessioni di esperti con lo Studio Roosegaarde, la rinomata Wageningen University & Research, Springtij Forum e il World Economic Forum di Davos. È il primo di una serie di paesaggi onirici dello Studio Roosegaarde, che mostra la capacità di combinare arte e scienza per affrontare sempre nuove sfide.

Wiebe Draijer, presidente del consiglio di amministrazione della Rabobank, commenta: “È molto stimolante lavorare con un artista come Daan Roosegaarde su un progetto che ha lo scopo di rendere il mondo migliore”.

L'artista e autore di GROW Daan Roosegaarde: “GROW è il paesaggio da sogno che mostra la bellezza della luce e della sostenibilità. Non come utopia, ma come sistema che migliora passo dopo passo”.

Prof. Dr. Wargent, PhD, Chief Science Officer di BioLumic, leader mondiale nella fotobiologia delle piante: “GROW è un progetto affascinante ed è supportato da una ricerca scientifica che dimostra che specifici sistemi di luce possono promuovere la crescita delle piante e ridurre l'uso di pesticidi fino al 50%”.

Con un ringraziamento speciale a MediaMonks e Wageningen University & Research.

Informazioni sullo Studio Roosegaarde

Come laboratorio di social design, il designer e innovatore olandese Daan Roosegaarde e il suo team di designer e ingegneri uniscono persone e tecnologia in progetti che migliorano la vita quotidiana negli ambienti urbani e stimolano l'immaginazione. Ha vinto numerosi premi internazionali di design.

Tra le opere di fama internazionale figurano WATERLICHT (un'inondazione virtuale che mostra la potenza dell'acqua), SMOG FREE PROJECT (il primo depuratore d'aria esterna più grande al mondo che trasforma lo smog in gioielli), SMART HIGHWAY ( strade che si caricano durante il giorno e che brillano di notte) e SPACE WASTE LAB (visualizzare e riciclare i rifiuti dello spazio).

 

 

https://www.studioroosegaarde.net/

 

 

 

 

 

 


Fonte notizia: https://studioroosegaarde.net/


design | sostenibiità | arte | agricoltura | innovazione | luce |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

IL PRIMO “URBAN SUN” AL MONDO DEPURA GLI SPAZI PUBBLICI DAL CORONAVIRUS PER INCONTRI PIU’ SICURI


Marcatura CE delle mascherine protettive


14 artisti danno vita ad un video per raccogliere fondi destinati all'Ospedale di Bergamo


L'agricoltura sostenibile, i dettagli sul suo utilizzo


L'agricoltura naturale, cosa c'è da sapere


Massimo Paracchini e Francesco Leale alla Galleria Nelson Cornici


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

IL PRIMO “URBAN SUN” AL MONDO DEPURA GLI SPAZI PUBBLICI DAL CORONAVIRUS PER INCONTRI PIU’ SICURI

IL PRIMO “URBAN SUN” AL MONDO DEPURA GLI SPAZI PUBBLICI DAL CORONAVIRUS PER INCONTRI PIU’ SICURI
Immagina un luogo migliore e più sano dove potersi di nuovo incontrare L’ultima installazione del designer olandese Daan Roosegaarde IL PRIMO “URBAN SUN” AL MONDO DEPURA GLI SPAZI PUBBLICI DAL CORONAVIRUS PER INCONTRI PIU’ SICURI  Immagina un luogo migliore e più sano dove potersi di nuovo incontrare  L’ultima installazione del designer olandese Daan RoosegaardeROTTERDAM, Paesi Bassi - Ispirandosi alla luce del sole e alla ricerca scientifica, che dimostra come una nuova specifica emissione di luce ul (continua)

Una linea di difesa nell'estremo nord dei Paesi Bassi

Una linea di difesa nell'estremo nord dei Paesi Bassi
Una linea di difesa lunga oltre 5000 km costruita nel nord dell'Olanda tra il 1942 e il 1945 per prevenire invasioni dal mare La storia della guerra nella regione del Mare di WaddenVisitando la zona del mare di Waddenzee, all’estremo nord dell’Olanda, le tracce di battaglie e guerre sono visibili ovunque. Qui sono infatti state costruite opere di difesa e combattute diverse battaglie. I Wadden si trovano in una posizione strategica già nota ai romani e ai vichinghi. Come Napoleone, i tedeschi erano molto interessati (continua)

Una linea di difesa nell'estremo nord dei Paesi Bassi

Una linea di difesa nell'estremo nord dei Paesi Bassi
Una linea di difesa lunga oltre 5000 km costruita nel nord dell'Olanda tra il 1942 e il 1945 per prevenire invasioni dal mare La storia della guerra nella regione del Mare di WaddenVisitando la zona del mare di Waddenzee, all’estremo nord dell’Olanda, le tracce di battaglie e guerre sono visibili ovunque. Qui sono infatti state costruite opere di difesa e combattute diverse battaglie. I Wadden si trovano in una posizione strategica già nota ai romani e ai vichinghi. Come Napoleone, i tedeschi erano molto interessati (continua)

5 proposte per il tempo libero nelle ex fabbriche Philips di Eindhoven

5 proposte per il tempo libero nelle ex fabbriche Philips di Eindhoven
Quando si pensa a Eindhoven viene subito in mente il design, la Philips e il calcio. Ma pochi sanno che la città è cresciuta e si è espansa all'ombra delle fabbriche del gigante delle lampadine e che si è improvvisamente trovata un'intera città industriale abbandonata quando l'azienda ha lasciato la città nel 1998. Ma lungi dall'immergersi in una profonda crisi, la città è riuscita a (continua)

Museo Boijmans e Ahoy insieme per una mostra drive-thru: un nuovissimo modo per visitare un museo

Museo Boijmans e Ahoy insieme per una mostra drive-thru:  un nuovissimo modo per visitare un museo
Inaugurata a Rotterdam una mostra drive-thru, dove i visitatori possono ammirare a bordo di auto elettriche o ibride oltre 50 tra opere d'arte e grandi installazioni della collezione del museo esposte nel padiglione di 10.000 m2 Il Museo Boijmans Van Beuningen e il centro Congressi Rotterdam Ahoy hanno stretto una partnership unica: una mostra drive-thru. Fino al 23 agosto 2020 è possibile visitare - alla guida di un’auto elettrica privata o a noleggio - il padiglione 1 di Rotterdam Ahoy: 10.000 m2 ricchi di oltre cinquanta opere d'arte di alto profilo della collezione del Museo Boijmans Van Beuningen.  &nb (continua)