Home > News > Itamil Esercito risponde ad articolo su “IlKim.it”: "Contenuto sui costi dei sindacati insignificante"

Itamil Esercito risponde ad articolo su “IlKim.it”: "Contenuto sui costi dei sindacati insignificante"

scritto da: OrbisComunication2020 | segnala un abuso

Itamil Esercito risponde ad articolo su “IlKim.it”:


ROMA. "Noi del sindacato Itamil Esercito sosteniamo la libertà di pensiero e il diritto di critica che sono il seme della nostra democrazia. Tuttavia, ci duole affermare che abbiamo letto un articolo privo di logica critica, oltre che anonimo". È quanto si legge in una nota diffusa dal sindacato Itamil Esercito, dopo un contenuto pubblicato sul sito "IlKim.it" (http://ilkim.it/sindacati-militari-e-tesseramenti-soldi-in-cambio-di-quali-servizi/) che ha scatenato non poche polemiche. 

"Ci teniamo a sottolineare che si tratta di un comunicato stampa ricevuto dalla redazione della testata giornalistica - si legge -. Accettiamo la sfida e ci mettiamo la faccia e le firme; ciò denota ampiamente la differenze tra noi e l'impavido personaggio che lancia a pietra e scappa". L'attenzione della comunicazione è sui delegati Cocer che "immediatamente hanno condiviso nei loro profili l'articolo, riscuotendo poco successo e tantissime critiche". 

"La prima differenza tra la rappresentanza militare e i sindacati è l'aspetto finanziario - recita la nota -. La rappresentanza militare viene sostentata dallo Stato che paga le trasferte dei delegati, i costi degli uffici ed il personale operativo. Le organizzazioni sindacali riconosciute dalla sentenza 120 del decreto ministeriale, invece, operano a spese proprie e dei vari contributi. I loro rappresentanti tolgono il tempo alle proprie famiglie e a sè stessi per donarlo agli altri. Inoltre, offrono servizi gratuiti e altri convenzionati, proprio come avviene nella cultura dell'associazionismo e del volontariato. Pertanto, chi ha scritto l'articolo non conosce il mondo dell'associazionismo e del volontariato. La pochezza morale e l'insignificante articolo ha, comunque, contribuito al sostegno verso le organizzazioni sindacali dei Militari, che, di fatto, hanno bocciato la rappresentanza militare oramai al capolinea. È arrivato il momento che il ministro della difesa risponda alle istanze trascurate dai vertici militari. I comportamenti tenuti finora non rispettano né il sodalizio sottoscritto per ottenere il decreto, né i regolamenti che obbligano le amministrazioni a rispondere alle PEC trasmesse dai cittadini entro 30 giorni. Tale modus operandi, a nostro avviso, non si addice al principio di trasparenza e lealtà tra i rapporti reciprochi tra organismi sindacali riconosciuti e le istituzioni". 

Il dubbio di Itamil Esercito è legato ad una strana coincidenza: "L'articolo arriva proprio nella fase in cui il nostro sindacato si sta facendo notare per le sue battaglie e le Sue istanze presentate, direttamente, al Ministero della Difesa ed alle varie amministrazioni. Non è la prima volta che ci ritroviamo fronte a lettere non firmate che hanno valenza di azioni in contrasto con l'operatività delle organizzazioni sindacali. Il vero dibattito dovrebbe riguardare le autorizzazioni da concedere a realtà come la nostra riconosciute dal decreto, in attesa della legge. Non devono arrivare risposte dai palazzi del tipo 'non rispondiamo alle vostre istanze per non coprire la rappresentanza militare'. Noi del Sindacato Itamil Esercito, in attesa della legge definitiva, vogliamo risposte alle nostre istanze dal vertice militare e politico della difesa, al fine di rispondere alle richieste del personale che si sente parte attiva del nostro progetto".

itamil |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Itamil, un 2021 ricco di eventi. Il Segretario Generale Girolamo Foti: “E’ nostra risposta a silenzio del Governo su sindacati militari”


La protesta del sindacato “Itamil - Esercito”: “Conte ha parlato di dialogo, ma è inesistente con il ministero della Difesa”


"Football Club Torinese", presidente Squillace apre a iniziative promosse da sindacato dell'esercito ITAMIL


Nuovo Ministro della Difesa, in lista un Generale dell’esercito. Sindacato ITAMIL Esercito esprime dissenso in lettera aperta a Draghi


CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI DI FONDO, “DIDI” NÖCKLER FA IL BIS E RIECCO LA PILLER


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Terra dei Fuochi, Fabio D’Ambra (Europa Verde): “Barbecue della morte non hanno fine, è il momento di dire basta”

Terra dei Fuochi, Fabio D’Ambra (Europa Verde): “Barbecue della morte non hanno fine, è il momento di dire basta”
CAIVANO. “I barbecue della morte non hanno fine, è il momento di smuovere le coscienze e di porre la problematica come priorità nell’agenda politica”. A parlare è il militante di “Europa Verde”, Fabio D’Ambra, che, in una nota ufficiale, ha voluto porre l’accento sul pericolo ambientale in “Terra dei fuochi”, costantemente all’ordine del giorno. “Nonostante le urla silenziose nelle stanze del (continua)

Maurizio Bini: debutta il brand di foulard Luxury Made in Italy

 Maurizio Bini: debutta il brand di foulard Luxury Made in Italy
MILANO. È un’esplosione di colori in seta il debutto nel mondo della moda di Maurizio Bini. Lo stilista, in concomitanza della Milano Fashion Week, presenta il suo brand di foulard, lanciando la prima linea Luxury, vere e proprie chicche in pregiata seta e rigorosamente Made in Italy. La maestria di Maurizio Bini, in passato, l’ha portato a lavorare per i più grandi brand internazionali: Gucci, Ferragamo, Chanel, Bulgari, Dior, Ferré, Cavalli, Etro, Galliano sono solo alcuni dei nomi per i quali ha firmato importanti stampe usate per foulard, cravatte e per progetti di interior design. Bini, che per anni è stato anche docente di Disegno Tessile Digitale all’Istituto Europeo di (continua)

Processo a dirigenti Strada dei Parchi SPA, Alberto Pallotti scrive a Ministro dei Trasporti: “Chiediamo motivazioni di assenza a prima udienza"

Processo a dirigenti Strada dei Parchi SPA, Alberto Pallotti scrive a Ministro dei Trasporti: “Chiediamo motivazioni di assenza a prima udienza
ROMA. E’ cominciato a L’Aquila, non senza polemiche, il processo al Patron Carlo Toto ed altri tre dirigenti della società “Strada dei Parchi S.P.A.”, concessionaria delle autostrade A24 ed A25.Si tratta dei collegamenti stradali della capitale con i capoluoghi abruzzesi. Il capo d’imputazione riporta “inadempimento e frode nelle pubbliche forniture, attentato alla sicurezza dei trasporti e, (continua)

Brevettata un’idea Membretti: l’esclusivo zaino alla Milano fashion Week

Brevettata un’idea Membretti: l’esclusivo zaino alla Milano fashion Week
MILANO. “È tutto nei dettagli”. Una filosofia, questa, che si è concretizzata nell’ultima produzione del brand Membretti Milano: uno zainetto speciale ed esclusivo, da non lasciar scampo a chi ama cavalcare l’onda dell’ultima moda. Il nuovo zainetto, un vero e proprio brevetto d’invenzione Made in Italy, sarà presentato il 26 febbraio in occasione della Milano Fashion Week. Insomma, in passerella (continua)

Sindacato Itamil Esercito, all'orizzonte manifestazione di 500 militari davanti Montecitorio per denunciare limitazioni sull'esercizio di rappresentanza dei lavoratori e lavoratrici militari: "Decideremo tramite voto onl

Sindacato Itamil Esercito, all'orizzonte manifestazione di 500 militari davanti Montecitorio per denunciare limitazioni sull'esercizio di rappresentanza dei lavoratori e lavoratrici militari:
ROMA. "Troppa indifferenza, ci sentiamo isolati dall'autorità competente in relazione alle organizzazioni sindacali. Ora basta, è il momento di agire". È quanto si apprende da una nota diffusa dal Sindacato Itamil Esercito. "Nei giorni 27 e 28 marzo 2021, voteremo con i nostri associati per decidere se prendere o meno l'impegno di portare più di 500 militari tesserati presso il nostro sindaca (continua)