Home > News > DISSEGNA LOGISTICS CRESCE DURANTE IL COVID, FATTURATO A SESSANTA MILIONI DI EURO

DISSEGNA LOGISTICS CRESCE DURANTE IL COVID, FATTURATO A SESSANTA MILIONI DI EURO

scritto da: COMUNICAZIONELIVE | segnala un abuso

DISSEGNA LOGISTICS CRESCE DURANTE IL COVID, FATTURATO A SESSANTA MILIONI DI EURO

La storica azienda di trasporti vicentina registra un anno record, boom di trasporti nel settore alimentare. Il fondatore dell’azienda, Gino Dissegna: “Il nostro futuro è nell’intermodale”. L’adesione ad Alis e le scelte green


Nell’era del Covid il mondo della logistica e dei trasporti è in prima linea per garantire a tutti di continuare a vivere normalmente. Una battaglia non facile, gestita garantendo sicurezza ai lavoratori e promettendo ai consumatori tempi sempre più stringenti nelle consegne. Una sfida che affronta anche Dissegna Logistics, gruppo con headquarter a Rossano Veneto, nel Vicentino, e magazzini dislocati nel Padovano, ma sedi operative e commerciali anche all’estero (in Belgio, Grecia e Romania).

Nell’anno della pandemia l’azienda ha registrato il record di fatturato. Il bilancio è infatti passato dai 55 milioni di euro del 2019 ai 60 (stimati, per ora) del 2020, un +8%. I numeri assoluti sono imponenti: nel corso dell’anno sono stati percorsi 35 milioni di chilometri su strada, 20 milioni sui binari e cinque sul mare. In tutto, sono 55.000 spedizioni effettuate nel corso dell’anno, realizzate grazie a 600 unità di carico e al lavoro di 370 persone.

“Siamo riusciti a gestire il nostro personale garantendo a loro sicurezza e ai nostri clienti la costanza del servizio”, spiega il fondatore, Gino Dissegna. “La crescita è collegata all’aumento delle richieste nel settore alimentare. Ma ci stiamo anche specializzando in quello farmaceutico, che in questi mesi ha registrato una impennata nei volumi. Continuiamo a lavorare principalmente su gomma, segmento che vale più della metà del nostro fatturato ma l’intermodale è in forte crescita”.

L’altro trend è quello di una sempre maggior attenzione per l’ambiente. L’anima green di Dissegna Logistics si manifesta sullo sviluppo delle connessioni intermodali, sull’utilizzo di mezzi moderni ed ecologici aderenti ai più severi standard di emissioni, sull’investimento in mezzi Euro 6 e BIO-Lng sempre più efficienti e sulla costante formazione del personale viaggiante insieme al focus di riduzione dei percorsi a vuoto. In tal senso, la recente adesione di Dissegna come socio effettivo di Alis, l’Associazione logistica dell’intermodalità sostenibile che riunisce oltre 1.500 aziende a livello nazionale, è emblema di una strategia che sarà sempre più orientata al green.

D’altro canto, la storia e l’esperienza aziendale non mancano. In questo 2021 Dissegna Logistics festeggia infatti i 35 anni di attività familiare. La fondazione dell’attuale azienda è del 1986 (la “F.lli Dissegna Snc di Gino Dissegna & C.” che nel 1992 diventerà “F.lli Dissegna Srl”), anche se l’attività era iniziata negli anni Settanta proprio con Gino Dissegna, che aveva seguito le orme paterne e già nei primi anni Ottanta offriva servizi internazionali in Germania, Francia, Regno Unito e Scandinavia. Una storia familiare proseguita nel 2000 con l’entrata in azienda dei figli del fondatore, Ilario e Giovanni, entrambi oggi al timone.

Da allora è una storia di costante internazionalizzazione. Nel 2002 l’apertura al traffico da e per la Grecia: da vent’anni l’azienda vicentina è punto di riferimento per i trasporti verso la penisola ellenica. Nel 2013 inizia la consacrazione del mercato intermodale, coi primi investimenti sui binari e il trasferimento dei trasporti da gomma a rotaia: la prima rotta è verso la Germania. Mentre venivano ristrutturati gli spazi aziendali (oggi l’headquarter si sviluppa su 60.000 metri quadri, in una nuova palazzina di recente costruzione), proseguiva l’espansione all’estero: la filiale operativa in Romania (a Bucarest) è stata aperta nel 2015 e in Belgio (un ufficio commerciale a Puurs) nel 2016. L’attenzione alla flotta dei mezzi aziendali è sempre stata alta, così nel 2019 è stata aperta anche una nuova officina per la manutenzione dei rimorchi, il lavaggio veicoli e il servizio revisioni. Fino al giorno d’oggi: l’ultima frontiera è la logistica, che si sta sviluppando su due magazzini dislocati nel Padovano. 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Logistica e supply chain; workshop e seminari per meglio orrizzontarsi durante la crisi: Global Logistics, 21 e 22 novembre 2012 a Lazise (VR)


MARR: approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2020


Logistica e supply chain: al Global Logistics Expo Summit si parla di tecnologie innovative tra cui il Cloud Computing


Trasloco con deposito: ottimizzazione del processo di trasloco attraverso le operazioni di stoccaggio


Logistica e supply chain, 21 e 22 maggio 2014: due giorni di incontri business one2one nel format di relazione del Global Logistics Expo Summit


Grande partecipazione alla XII edizione del Global Logistics


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

SOSTENIBILITA’ NEI BILANCI AZIENDALI, LE CERTIFICAZIONI DI IASE SI PRESENTANO A PADOVA

SOSTENIBILITA’ NEI BILANCI AZIENDALI, LE CERTIFICAZIONI DI IASE SI PRESENTANO A PADOVA
Si presenta in Veneto la prima certificazione mondiale per i professionisti della governance ecosostenibile, webinar organizzato da Fòrema. Il 25 febbraio sarà presentato anche il caso della Isap Packaging, cartiera veronese. Luca Passadore, amministratore delegato Fòrema: “Oggi l’impresa rimane sul mercato solo se fa rotta verso la sostenibilità e la comunica” Oggi appare evidente che le pmi impegnate in una strategia di sostenibilità ottengono vantaggi di natura economica e sociale. Mentre le grandi aziende hanno progetti in corso da anni, i piccoli imprenditori si stanno affacciando per la prima volta a questo mondo. Se impostata in una dimensione temporale di medio-lungo periodo, la sostenibilità agisce positivamente sul capitale reputazionale delle (continua)

PARAMEDICA, GRATIS I NUOVI TAMPONI NASALI ANTI-COVID A DOMICILIO PER MALATI ONCOLOGICI E OVER 70 NON AUTOSUFFICIENTI

PARAMEDICA, GRATIS I NUOVI TAMPONI NASALI ANTI-COVID A DOMICILIO PER MALATI ONCOLOGICI E OVER 70 NON AUTOSUFFICIENTI
L’azienda padovana che durante il lockdown si era distinta per la velocità dei suoi tamponi rapidi lancia una campagna solidale: un infermiere gratis a casa di chi lo chiede. L’amministratore delegato Cristian Borella: "Vogliamo aiutare i nostri concittadini rimasti isolati in casa per colpa della pandemia". I nuovi tamponi nasali saranno usati anche per i bambini Offrire il servizio di tamponi rapidi anti-covid gratuitamente e presso il proprio domicilio ai malati oncologici e alle persone over 70 non autosufficienti. È questa l’iniziativa benefica di Paramedica, azienda con sede a Ponte San Nicolò, nel Padovano, che opera nel settore dell’assistenza sanitaria da un ventennio e che durante il lockdown si è distinta per la velocità e l’efficacia dei su (continua)

COSÌ SI CERTIFICANO I DISPOSITIVI MEDICI (E SI SCRIVE DI SCIENZA). IL CASO CLARISCIENCE

COSÌ SI CERTIFICANO I DISPOSITIVI MEDICI (E SI SCRIVE DI SCIENZA). IL CASO CLARISCIENCE
Affari regolatori, scrittura medica e sistemi di gestione per la qualità. Dietro alle scoperte scientifiche e ai dispositivi medici che utilizziamo ogni giorno ci sono i professionisti di Clariscience, azienda con sede tra Padova e Milano, che registra un +22% sul fatturato nell’anno della pandemia. Il CEO, Stefano Pagnutti: “Investiamo nel personale, vogliamo avere i migliori cervelli al servizio dei nostri clienti” Il mondo farmaceutico, biotecnologico e medicale in Italia rappresenta una filiera che vale il 10% del Pil, per un valore di produzione attorno ai 55 miliardi di euro. Il settore dei dispositivi medici, da solo, genera un mercato che vale 16,5 miliardi di euro tra export e mercato interno e conta 3.957 aziende, che occupano 76.400 dipendenti. Le riviste medico-scientifiche pubblicate da una d (continua)

LA PESCA ORA E’ UNA MODA, VILLARI LANCIA IL BASS FISHING WORKSHOP

LA PESCA ORA E’ UNA MODA, VILLARI LANCIA IL BASS FISHING WORKSHOP
Sport per i vip negli Stati Uniti, pratica in ascesa in Italia. A Vicenza un dj decide di cambiare vita e dedicarsi da professionista alla pesca del Black Bass. Alessandro Villari: “Non uccidiamo i pesci, le go pro in barca per immortalare la giornata: sempre più giovani appassionati, ormai è cool pescare” Il Bass Fishing è una disciplina sportiva che sta spopolando negli Stati Uniti. Attori, giocatori di Nba e di football, ma anche cantanti e vip: tutti si immortalano con la canna da pesca in mano per poi diffondere su Instagram le loro immagini. L’era del pescatore solitario e povero è ormai retaggio del passato, ora andare a caccia della Black Bass è similitudine di amore per la natura (il p (continua)

“TU CI DAI IL PRODOTTO, NOI LO VENDIAMO IN TUTTA EUROPA SUI MARKETPLACE”. VELVET MEDIA LANCIA DIGITAL DISTRIBUTION

“TU CI DAI IL PRODOTTO, NOI LO VENDIAMO IN TUTTA EUROPA SUI MARKETPLACE”. VELVET MEDIA LANCIA DIGITAL DISTRIBUTION
Velvet Media annuncia un nuovo modello di business che si fa carico di tutte le procedure di vendita online aprendo filiali commerciali in sette nazioni europee. I produttori non dovranno più preoccuparsi della burocrazia, raggiungeranno tutta Europa in 24 ore. Il Ceo di Velvet Media, Bassel Bakdounes: “Rivoluzione copernicana nel commercio, traghettiamo le aziende lungimiranti nella distribuzione del futuro” Oggi il 49% delle vendite online avviene nei marketplace e, di queste, il 43% è attribuito ad Amazon, seguito da Ebay col 5%. Per tradurlo in cifre a livello europeo, Amazon oggi fa circolare merce per un valore di 290 miliardi di dollari e tutti gli altri competitor, messi assieme, valgono 47 miliardi (ossia il 16% del totale). I primi sette marketplace per volume di affari sono generalisti, c’è (continua)