Home > Ambiente e salute > CINA: Un modello standard di riferimento unificato per tutti gli ospedali, che possono interagire su un’unica piattaforma

CINA: Un modello standard di riferimento unificato per tutti gli ospedali, che possono interagire su un’unica piattaforma

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

26 Gennaio 2021 – A portare i saluti da parte della Cina ed in particolare da parte dell’Associazione Ospedaliera della Provincia del Jiangsu, all’Academy di Motore Sanità Tech ‘SANITÀ E DIGITAL TRANSFORMATION’, realizzata in collaborazione con Medex Italy e con il contributo incondizionato di PWC, la Dr.ssa Zhu Yuelan, Vice presidente del Comitato per la Gestione delle Informazioni Ospedaliere della stessa associazione. A presentare invece il processo di informatizzazione e digitalizzazione dell’Ospedale, la Dr.ssa Liu Yun, Vicedirettrice dell’Ospedale Popolare della provincia del Jiangsu (il Primo Ospedale Affiliato dell’Università Medica di Nanchino).


26 Gennaio 2021 – A portare i saluti da parte della Cina ed in particolare da parte dell’Associazione

Ospedaliera della Provincia del Jiangsu, all’Academy di Motore Sanità Tech ‘SANITÀ E DIGITAL

TRANSFORMATION, realizzata in collaborazione con Medex Italy e con il contributo incondizionato

di PWC, la Dr.ssa Zhu Yuelan, Vice presidente del Comitato per la Gestione delle Informazioni

Ospedaliere della stessa associazione. A presentare invece il processo di informatizzazione e

digitalizzazione dell’Ospedale, la Dr.ssa Liu Yun, Vicedirettrice dell’Ospedale Popolare della provincia

del Jiangsu (il Primo Ospedale Affiliato dell’Università Medica di Nanchino). La Dr.ssa Liu ha voluto

condividere le esperienze e le pratiche dell’Ospedale andando a ripercorrere la storia

dell’informatizzazione, iniziata negli anni ’80. Inizialmente, quando si parlava di ospedale digitale,

spiega la Dr.ssa Liu, si pensava alla dematerializzazione dei documenti cartacei. Con il tempo, il

cambiamento è stato rapido e si è arrivati a una vera e propria piattaforma digitale, una banca dati

contenente tutte le informazioni sui servizi, sui posti letto, sui ricoveri. Quello che la Cina sta facendo

oggi è la realizzazione di un modello standard di riferimento unificato per tutti gli ospedali, che possono

dunque interagire su un’unica piattaforma.

In conclusione, la Dr.ssa Liu elenca quelli che sono i punti su cui fare ancora attenzione, come: la qualità

dei dati, il problema dell’integrazione e del riuso delle informazioni, la sicurezza delle informazioni, il

sistema della valutazione e la riforma dei modelli di servizi sanitari, tutti aspetti su cui la Cina sta già

lavorando ma che intende ancora migliorare.

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Serata Donne al centro


Come importare dalla Cina abbigliamento con il proprio marchio


Come produrre in Cina prodotti personalizzati: una guida pratica


Formazione e professionalità: i corsi di massaggio sportivo


CESENA: PREVENZIONE - COCAINA


Biciclette elettriche, molte sono made in China: contestazioni, dazi e opportunità


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

'Focus Lazio. La realtà italiana della cirrosi epatica in epoca pandemica tra terapie e impatto socio economico’ - 5 Marzo 2021, ORE 11-13

il prossimo venerdì 5 Marzo dalle ore 11 alle 13, si terrà il webinar: ‘FOCUS LAZIO. LA REALTÀ ITALIANA DELLA CIRROSI EPATICA IN EPOCA PANDEMICA TRA TERAPIE E IMPATTO SOCIO ECONOMICO’, organizzato da Motore Sanità. il prossimo venerdì 5 Marzo dalle ore 11 alle 13, si terrà il webinar: ‘FOCUS LAZIO. LA REALTÀ ITALIANA DELLA CIRROSI EPATICA IN EPOCA PANDEMICA TRA TERAPIE E IMPATTO SOCIO ECONOMICO’, organizzato da Motore Sanità. I deceduti per cirrosi epatica in Italia sono oggi circa 15.000 all’anno. Le nuove terapie per l’Epatite Ced i successi dei trapia (continua)

Strategie sanitarie di prevenzione dell'Ictus: come ottimizzare la prevenzione per una popolazione più sana. Focus: Centro - 1 Marzo 2021, ORE 11-13:30

il prossimo lunedì 1 Marzo dalle ore 11 alle 13:30, si terrà il webinar: ‘STRATEGIE SANITARIE DI PREVENZIONE DELL’ICTUS: COME OTTIMIZZARE LA PREVENZIONE PER UNA POPOLAZIONE PIÙ SANA. Focus: Centro’, organizzato da Motore Sanità e in collaborazione con Cattaneo Zanetto & CO. il prossimo lunedì 1 Marzo dalle ore 11 alle 13:30, si terrà il webinar: ‘STRATEGIESANITARIE DI PREVENZIONE DELL’ICTUS: COME OTTIMIZZARE LA PREVENZIONEPER UNA POPOLAZIONE PIÙ SANA. Focus: Centro’, organizzato da Motore Sanità ein collaborazione con Cattaneo Zanetto & CO. In un quadro epidemiologico oggi aggravato dal diffond (continua)

Tumori e Covid, l’appello delle associazioni dei pazienti al Governo. «Abbiamo un’emergenza oncologica. Affrontiamo il problema ma in una visione europea perché solo così salveremo l’oncologia italiana»

È ora di pensare ad una 'oncologia territoriale' in rete con medicina generale e ospedali Il Covid ha colpito drammaticamente l’Oncologia italiana. Ha colpito prima di tutto l’ammalato di cancro che, secondo i dati raccolti dalle Associazioni di pazienti, ha trovato difficile accedere alla chirurgia, che per questo paziente vuol dire guarigione, ad avere una corretta presa in carico o un sostegno psicologico e affronta tutt’ora problemi di malnutrizione e fragilità sociale. Il Covid ha colpito drammaticamente l’Oncologia italiana. Ha colpito prima di tutto l’ammalato dicancro che, secondo i dati raccolti dalle Associazioni di pazienti, ha trovato difficile accedere allachirurgia, che per questo paziente vuol dire guarigione, ad avere una corretta presa in carico o unsostegno psicologico e affronta tutt’ora problemi di malnutrizione e fragilità sociale. La p (continua)

L’oncologia durante la pandemia: “Necessità di innovazione digitale, potenziare rete diagnostica di precisione, creare Molecular Tumor Board e condividere dati Real World”

19 febbraio 2021 - In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo. Ricerca sperimentale, progressi diagnostici, e nuove terapie stanno mostrando effetti positivi sul decorso della malattia, allungando la vita a molti malati. 19 febbraio 2021 - In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro.Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti.Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo.Ricerca sperimentale, progressi diagnostici, e nuove terapie stanno mostrando effettipositivi sul decorso della malattia, allungando la vita a (continua)

´Partorire sorridendo`, un’opportunità di approccio al travaglio senza dolore. L’appello di AOGOI «C’è grande carenza di anestesisti, ostetriche e ginecologi. Il loro ruolo è fondamentale, il Governo ci aiuti»

La gravidanza per una donna rappresenta una esperienza straordinaria, la donna è travolta da un vortice di emozioni mai vissute prima e il parto è, nel percorso di nascita, una fase che molto spesso viene vissuta con paura e ansie. Oggi c’è sempre più la consapevolezza che mettere la donna nella condizione di poter scegliere come affrontare il parto sia favorevole per accrescere la sua sicurezza e serenità ad affrontare il travaglio. La gravidanza per una donna rappresenta una esperienza straordinaria, la donna è travolta daun vortice di emozioni mai vissute prima e il parto è, nel percorso di nascita, una fase che moltospesso viene vissuta con paura e ansie. Oggi c’è sempre più la consapevolezza che mettere ladonna nella condizione di poter scegliere come affrontare il parto sia favorevole per accrescerela sua sicur (continua)