Home > Altro > Scenari possibili della geopolitica del Mediterraneo durante l’incontro promosso dalla rassegna “Dialoghi Mediterranei”

Scenari possibili della geopolitica del Mediterraneo durante l’incontro promosso dalla rassegna “Dialoghi Mediterranei”

scritto da: SilviaSavini | segnala un abuso

Scenari possibili della geopolitica del Mediterraneo durante l’incontro promosso dalla rassegna “Dialoghi Mediterranei”


 

A conclusione dei lavori del webinar “Geopolitica del Mediterraneo: confini e frontiere”, secondo appuntamento della rassegna Dialoghi Mediterranei, sono emerse due sollecitazioni.

La necessità, sottolineata da Luca Sisto, Direttore di Confitarma, di una governance centrale nazionale in grado di guidare il rilancio della marittimità e la realizzazione di una strategia sinergica tra le diverse istituzioni. Una cabina di regia, dunque, che, supplendo allo smantellamento dell’ex Ministero della Marina Mercantile, investa nella blue economy, nel trasporto green e nella shipping industry

L’approvazione di una proposta di legge sull’istituzione di una ZEE italiana nel Mediterraneo, annunciata dall’Ammiraglio Fabio Caffio. 

Tali istanze propositive servono a riportare centralità all’Italia del mare e recuperare il considerevole ritardo rispetto ad altri Paesi già attivissimi nelle acque di quello che un tempo era il Mare nostrum ed oggi uno snodo centrale, un “mediooceano”che riconnette Est ed Ovest.  

La mancanza di unità politica e culturale, male endemico del nostro Paese, come è risultato dall’intervento di Lucio Cracciolo, rende l’Italia vulnerabile agli occhi degli altri e più “oggetto” che “soggetto” credibile nell’organigramma europeo. Così il grande privilegio che la geografia ha assegnato allo Stivale, essere una sorta di molo di collegamento tra la massa continentale europea e quella africana, un corridoio “inaggirabile” nella rotta fra Indo-Pacifico e Atlantico, rimane vuota potenzialità.

 

Tutti i relatori concordano sulla riscoperta e il take off della marittimità italiana. In tal senso, l’esperienza della Puglia potrebbe costituire un esempio. Non tanto per i suoi ottocento km di coste, ma per la funzionale sinergia tra EntiUniversità di Bari Aldo MoroMarina Militarerealtà portuali, la nostra Regione si scopre un valido laboratorio di cooperazione intersettoriale

 

Iniziative, come Dialoghi Mediterranei, servono - a detta unanime dei partecipanti - a fare il punto sullo “stato di salute” delle politiche marittime, ma soprattutto a tracciare le linee programmatiche per la riconversione strategica delle scelte geopolitiche ed economiche nazionali. 

 

Il Convegno ha riscontrato un grande successo di pubblico con oltre 5000 visualizzazioni sulle pagine Facebook Vedetta sul Mediterraneo Lorenzo Scaraggi-Vostok100k, il canale YouTube Vostok100k, grazie anche alle condivisioni della diretta sui canali ufficiali della Marina Militare, dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e Limes – Rivista italiana di geopolitica.

Significativa la costruttiva attenzione degli studenti della Scuola Sottufficiali della M.M. di Tarantodell’Accademia Navale di Livorno, dell’Istituto di Studi Militari Marittimi di Venezia e del Liceo Statale “G. Bianchi Dottula” di Bari.

 


Fonte notizia: https://www.facebook.com/vedettasulmediterraneo/videos/1166515507137950/


geopolitica | dialoghi mediterranei | mediterraneo | blue economy | green | zee |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CORSO IN GEOPOLITICA E SICUREZZA ECONOMICA


TERMINAL ISONZO 2: INAUGURATA OGGI, MERCOLEDI' 13 LUGLIO 2011, LA NUOVA STAZIONE CROCIERE DI VENEZIA


Il 4 aprile al MACRO di Roma, dibattito di geopolitica sulla crisi del Venezuela


Crociere nel Mediterraneo, per famiglie ma soprattutto per single


‘Esperti in politica e relazioni internazionali’ - Il Master promosso dalla'Università Lumsa e della Fondazione Terzo Pilastro-Italia e Mediterraneo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Mostra internazionale di Libri d’artista - I CARE: Livres de poche

Mostra internazionale di Libri d’artista - I CARE: Livres de poche
Ultimo appuntamento della rassegna Dialoghi Mediterranei, dal 1 al 4 luglio. La rassegna “Dialoghi Mediterranei” giunge all’ultimo appuntamento con la “Mostra internazionale di Libri d’artista I CARE: Livres de poche”, progetto promosso dal Presìdio del Libro di Sannicola e dell’Archivio del Libro d’artista VerbaManent di Sannicola (Le). L’inaugurazione avrà luogo giovedì 1 luglio, alle ore 19.30, nello splendido scenario della Vedetta sul Mediterr (continua)

“Geopolitica del Mediterraneo: confini e frontiere”

“Geopolitica del Mediterraneo: confini e frontiere”
Dialoghi Mediterranei prosegue il suo viaggio e torna il 30 gennaio con il webinar “Geopolitica del Mediterraneo: confini e frontiere”. L’evento sarà trasmesso in diretta, alle ore 10.00, sulle pagine Facebook Vedetta sul Mediterraneo e Lorenzo Scaraggi-Vostok100k, e sul canale YouTube Vostok100k. A partire dalla presentazione del recente numero di Limes, intitolato “L’Italia è il mare”, un “appassionato contributo al recupero strategico della cultura marittima nell’Italia che ha disimparato a nuotare” - come chiosa Lucio Caracciolo, il Direttore della rivista -, si traccerà un quadro delle dinamiche geopolitiche ed economiche del nostro Paese e della Puglia nel Med (continua)

Dialoghi Mediterranei

Dialoghi Mediterranei
La nuova rassegna promossa dall’Associazione Vedetta sul Mediterraneo: si parte il 1° novembre in diretta Facebook “Dialoghi Mediterranei” nasce nell’ambito del Piano Straordinario di sostegno in favore del Sistema Regionale della Cultura e dello Spettacolo colpito dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 “Custodiamo la Cultura in Puglia”, frutto della cooperazione tra Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese. Tre incontri, tre viaggi alla scoperta delle dinamiche e de (continua)

LussoMediterraneoJewels in Atelier

LussoMediterraneoJewels in Atelier
Finalmente LussoMediterraneoJewels ha una casa. Dopo anni di sacrifici, impegno, incontri, lavori, ma soprattutto tantissima passione, Maria Elena Savini apre il suo atelier, a Mola di Bari. Lo scorso 10 ottobre è stato inaugurato, nonostante tutte le difficoltà del caso legate all’epidemia da covid-19, l’atelier del brand LussoMediterraneoJewels. Luogo accogliente ed elegante. Binomio importante, e che si rivela essere il frutto dell’arte della designer e ceramista Maria Elena Savini. L’atelier sarà punto di incontro, ma anche e soprattutto la sede in cui i gioiel (continua)