Home > Turismo e Vacanze > Turismo 2021: affitti brevi la vera leva del settore.

Turismo 2021: affitti brevi la vera leva del settore.

scritto da: Giorgio Bellucci | segnala un abuso

Turismo 2021: affitti brevi la vera leva del settore.


«Sappiamo bene che di questi tempi qualunque previsione a lungo termine è rischiosa e azzardata, ma analizzando i dati della prima ondata pandemica, qualche riflessione sul futuro possiamo sicuramente farla». Spiega Paolo Zennaro, co-founder e Ceo di Welcomeasy, la startup innovativa dei check-in digitali. «Un elemento chiave che abbiamo notato dopo la prima ondata pandemica è stato sicuramente l’intensificarsi delle prenotazioni di case e appartamenti affittabili per brevi periodi, proprio perché percepite dagli ospiti come più sicure rispetto agli hotelC’è stato anche un forte cambio di abitudini da parte degli italiani: l’obbligo di prossimità vissuto nel 2020 ha generato un lascito in termini di riscoperta delle destinazioni vicine con un impatto positivo sul mercato che avrà interessanti evoluzioni in questo 2021».

 

Un mercato che farà da volano

Come rilevato dai principali property manager del Paese, il tasso di occupazione degli appartamenti in affitto breve durante l’estate 2020 ha raggiunto rapidamente livelli pre-crisi. È stato indubbiamente questo il settore che si è risvegliato prima di tutti. In molti casi, chi si è rivolto a questo mercato, non lo ha fatto solo per le ferie. In tanti hanno scelto di fermarsi a lavorare da remoto in luoghi dove erano soliti trascorrere le vacanze. Quella del 2020 è stata l’estate dell’holiday working e del south working, ma in futuro è da mettere in conto una destagionalizzazione sistematica dei flussi turistici, dovuta proprio a una mutazione ormai irreversibile delle abitudini.

«Dati di questo tipo – continua Zennaro - ci permettono di azzardare previsioni per il futuro. Previsioni che sono sostenute anche dalle informazioni in nostro possesso che ci arrivano direttamente dai clientiImmaginiamo che le grandi città faranno decisamente più fatica a riprendersi, ma alcune aree più decentrate si muoveranno prima. Intorno a Venezia, per esempio, ci sono località che nonostante la forte incertezza percepita, stanno già registrando il pieno di prenotazioni per l’estate 2021 da parte di tanti turisti stranieri».

«A Lignano Sabbiadoro noi gestiamo una cinquantina di appartamenti – racconta Elisabetta Morgante di Isola Terramare – e ad oggi abbiamo ricevuto già molte prenotazioni per l’estate, soprattutto dall’estero. La voglia di italianità nel mondo è grandissima».

 

La necessità di avere gli strumenti giusti

Se questo settore è destinato a riprendersi prima degli altri, magari anche grazie al turismo interno, bisogna però tenerne sempre bene a mente il motivo, ovvero il grande bisogno di sicurezza da parte degli ospiti. «Per questo, noi abbiamo continuato a sviluppare Welcomeasy in modo da rendere sempre più veloci i check-in e quindi limitando al minimo indispensabile i momenti di contatto tra ospite e gestore. Ma abbiamo anche lavorato alla realizzazione di un sistema di check-in online che permetta ai visitatori di entrare in appartamento con la massima sicurezza».

Spiega Zennaro. «Recuperare i dati di un passaporto con una foto scattata dallo smartphone e decodificata in tempo reale dal sistema OCR integrato nella nostra app, anziché far passare di mano in mano dei documenti da ricopiare, rappresenta un elemento di sicurezza che fa la differenza, per non parlare dell’azzeramento totale dei tempi di attesa».

 

Le previsioni appena rilasciate dall’Osservatorio del Politecnico di Milano sul Travel 2021 confermano questa necessità quando parlano dell’esigenza di un “journey digitale” il più possibile contactless. Eppure, oggi solo il 30% delle strutture ricettive accetta soluzioni di pagamento da mobile e offre la possibilità di fare check-in online.

Adesso più che mai, ai proprietari e ai gestori di appartamenti, ma anche di hotel e case vacanze servono soluzioni evolute. Soluzioni come la piattaforma Welcomeasy, in grado di garantire sicurezza al personale, ai clienti oltre a generare un risparmio di tempo considerevole. «Fortunatamente, questo messaggio sta passando e il livello di interesse nei confronti della nostra piattaforma di check-in automatico sta crescendo considerevolmente» conclude Zennaro. «Solo nel mese di gennaio, 80 nuovi clienti hanno deciso di usare Welcomeasy».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Case vacanze Salento - salentobestweek.com


Italiaaffitti.it è vicina ai suoi clienti anche su Facebook e Google Buzz.


Italia Affitti: a disposizione anni di esperienza a chi vuole aprire un franchising affitti.


Italia Affitti Franchising Immobiliare apre un’agenzia immobiliare Chieti ed amplia la sua offerta


Agenzia immobiliare: apri con Italia Affitti, leader nel settore delle locazioni in Abruzzo, un agenzia immobiliare


Diventare agente immobiliare con Italia Affitti è un’opportunità di lavoro davvero interessante.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

I turisti stranieri hanno voglia di Italia: 5 consigli di Welcomeasy per attirarli in struttura

I turisti stranieri hanno voglia di Italia:  5 consigli di Welcomeasy per attirarli in struttura
«La concorrenza è altissima, soprattutto da altri Paesi. Serve un’offerta turistica di alta qualità che si concentri sugli ospiti con maggiore capacità di spesa» Paolo Zennaro, Ceo di Welcomeasy Se il Governo permetterà alle regioni di ospitare, senza troppe restrizioni o quarantene, europei e americani, che già da febbraio stanno prenotando hotel e case vacanza nel nostro Paese, l’estate 2021 potrebbe rappresentare lo spartiacque tra crisi e inizio della ripresa per il settore turistico italiano. Si tratta di una buona notizia per l’intera economia nazionale. «Secondo l’analisi (continua)

Crowdfunding per TvbEat, la startup made in Italy che salva i ristoranti di provincia e crea posti di lavoro

Crowdfunding per TvbEat, la startup made in Italy che salva i ristoranti di provincia e crea posti di lavoro
“In un periodo come questo, il delivery può fare la differenza per la sopravvivenza di un locale, soprattutto per quelli più decentrati e non serviti dai grandi player. Noi abbiamo deciso di andare proprio lì, dove gli altri non arrivano”. Damiano Vassalli, TvbEat Nell'era dell'epidemia da Covid-19, caratterizzata dal continuo altalenarsi tra aperture e chiusure e dall’impossibilità di spostarsi, il desiderio di maggiori servizi a domicilio è esploso anche nelle numerose province italiane. Questa è la necessità che Damiano Vassalli e Andrea Togni hanno percepito, grazie agli anni di esperienza come imprenditori, nella loro provincia. Volendo supportare (continua)

Tutte le potenzialità dell'integrazione: Acronis rende accessibile la Cyber Protection per tutti i MSP, a costo zero

Tutte le potenzialità dell'integrazione: Acronis rende accessibile la Cyber Protection per tutti i MSP, a costo zero
Il nuovo modello di licensing consente agli MSP di erogare servizi di Cyber Protection su più endpoint, integrando funzionalità di backup, antimalware e gestione della protezione all'avanguardia, con costi ridotti o nulli ra le numerose iniziative per la settimana della Cyber Protection 2021 previste da Acronis, leader globale nella Cyber Protection, l'azienda ha presentato oggi la nuova versione a costo zero di Acronis Cyber Protect Cloud, la soluzione dedicata ai service provider che ha già ottenuto numerosi riconoscimenti. Avvalendosi di un nuovo e redditizio modello di licensing, i service p (continua)

Venture Capital: Open Seed va in crowdfunding e supera i 100k nelle prime 24 ore

Venture Capital: Open Seed va in crowdfunding e supera i 100k nelle prime 24 ore
Nel 2020 le startup italiane hanno raccolto 683 milioni di euro. L’equity crowdfunding ha addirittura segnato un +53% rispetto al 2019. Ora più che mai serve uno strumento che aiuti gli investitori a ridurre i rischi «Investire in startup non significa speculare, ma dare una mano all’economia reale sostenendo la crescita di giovani aziende che saranno protagoniste del nostro futuro. Oggi, grazie anche alla diffusione dell’equity crowdfunding, comprare quote di una startup e sentirsi parte di un progetto innovativo è alla portata di tutti. In realtà, per farlo in maniera proficua, limitando al minimo il rischio (continua)

Equity crowdfunding? 10 consigli di Dynamo per non bruciarsi la campagna

«Avere un buon prodotto o servizio è solo metà del lavoro. Riuscire a comunicarlo nella maniera giusta è l’altra metà. Eppure, questa parte è spesso trascurata dalle startup che si approcciano all’equity crowdfunding». A spiegarlo è Salvatore Viola, esperto di comunicazione e co-founder di Dynamo, l’agenzia di marketing e digital PR che ad oggi ha contribuito a raccogliere oltre 6,5 mili (continua)