Home > Libri > Claudia Mazzilli, Io sono Medea.

Claudia Mazzilli, Io sono Medea.

scritto da: Nulla Die | segnala un abuso

Claudia Mazzilli, Io sono Medea.

Io sono Medea, L'opera di Claudia Mazzilli, è un esperimento narrativo che ha in sé la struttura della tragedia. I dialoghi sono gli episodi teatrali; nei flashback c’è l’antefatto, come nei monologhi; ci sono comparse mute; il coro è nell’epilogo.


Nel mito, Medea è la maga della Colchide che s’innamora di Giasone, l’eroe greco giunto nella terra dei Colchi per conquistare il vello d’oro, custodito da un drago. Dopo aver aiutato Giasone nell’impresa, Medea fugge con lui ma è inseguita dal padre: la donna fa a pezzi il fratello Absirto e ne getta a mare le carni, costringendo suo padre a fermarsi per raccogliere pietosamente i resti. In Grecia Medea, abbandonata da Giasone, che contrae nuove nozze, si vendica donando alla sposa una corona ed una veste magiche, da cui si sprigionano fiamme, con conseguenze mortali. Infine Medea uccide con le proprie mani i figli nati dall’unione con Giasone.

Negli autori antichi e moderni Medea è l’archetipo dello straniero oppure della donna emarginata in una società maschilista. 


Io sono Medea, L'opera di Claudia Mazzilli, è un esperimento narrativo che ha in sé la struttura della tragedia. I dialoghi sono gli episodi teatrali; nei flashback c’è l’antefatto, come nei monologhi; ci sono comparse mute; il coro è nell’epilogo.


Fuggita dalla Colchide, Medea vive in una Grecia meticcia e ricca di anacronismi (quella del mito, quella ortodossa e poi globalizzata). È una maestra di Paralia, espansione costiera di una città nord-orientale (Katerini), ridotta a 400 abitanti dalla crisi. Il divorzio da Giasone è avvenuto vent’anni fa senza traumi: il matrimonio, senza figli, è durato pochi mesi. Giasone si è risposato con Glauce, figlia di Creonte, suo socio d’affari nel settore alberghiero e in un subappalto per il transito del cobalto dall’Africa nel porto di Atene, gestito dai cinesi. Ma la vita di Medea è tutt’altro che idilliaca: vive negli hotel dismessi di Giasone, subendo sfratti improvvisi. Nell’incipit è già morta d’infarto Creusa, figlia quindicenne di Giasone e Glauce (Terraferma 1-2). L’altro figlio di Giasone, Emone, tossicodipendente, è molto legato a Medea... 

Claudia Mazzilli, studiosa e autrice di numerose pubblicazioni,  ha scritto numerosi articoli di filologia classica sulle riviste accademiche Aufidus e Argos, nei quali si è occupata di problematiche a cavallo tra romanzo antico e moderno e di indagine intertestuale. Gli autori latino-americani, Italo Calvino, il teatro di Brecht e di Sarah Kane, Moresco, Cărtărescu, la narrativa sociale italiana e quella meridionalista, alcune voci femminili come Virginia Woolf e Doris Lessing, insieme a molte altre letture, l’hanno educata ad amare tutta la letteratura di grande potenza immaginifica e insieme di forte radicamento nel reale.

Fonte notizia: http://nulladie.com/catalogo/455-claudia-mazzilli-io-sono-medea-9788869153754.html


Arte | filologia | tragedia greca | teatro | mito |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Alla Sala Teatro di San Vigilio arriva "Medea" di Euripide


MUSICA LIRICA: SUONIAMO ITALIANO, I PRELUDI DEI GRANDI MAESTRI


Paestum, al Tempio di Nettuno lo spettacolo teatrale “Medeae…da Euripide in poi"


Medea chiude la rassegna teatrale dei "Martedì dell'Avogaria"


UNA VITICULTURA PER IL FUTURO: ESPERIENZE E PROPOSTE CONCRETE PER UN'ECONOMIA AGRICOLA SOSTENIBILE


Vaccino Covid 19 Nuova Villa Claudia, prenota dal sito Regione Lazio


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Le nuove raccolte poetiche della collana I Canti

Le nuove raccolte poetiche della collana I Canti
Nella collana editoriale I Canti, è celebrata la poesia: nove poeti propongono le loro ultime raccolte. Stili variegati e contenuti molteplici tradotti in versi: esce una nuova edizione de I Canti, l'apprezzata collana editoriale, targata Nulla die, interamente dedicata alla poesia. Le sillogi:Francesca Baviera, il cucchiaio; in questa silloge l’autrice fa parlare un “femminile ferito” quasi con devozione e senza vergogna, come se la ferita stessa avesse una voce che vuole “darsi” al lettore senza (continua)

Alessio Martini, Salvare i naufraghi

Alessio Martini, Salvare i naufraghi
Alessio Martini è il nom de plume di uno scrittore genovese. Il suo romanzo "Salvare i naufraghi" è ambientato nel 1943, sul fronte russo. Fronte russo, 1943.Un treno armato della Regia Marina riceve l’ordine di spostarsi dalla base di Jalta al fronte del Don, ma prima che giunga a destinazione l’armata italiana ivi schierata è annientata e il treno resta fermo e senza ordini in una sperduta stazioncina.In un giorno di gennaio, il comandante del treno s’imbatte in una ragazza russa, che dice di chiamarsi Svetlana: gli ricorda che un (continua)

Era il nostro tempo, raccolta poetica di Matteo Canevari

Era il nostro tempo, raccolta poetica di Matteo Canevari
Questa cospicua silloge di Matteo Canevari (filosofo-poeta o poeta-filosofo?) è testimonianza vibrante e persuasiva dello stretto legame esistente tra riflessione filosofica e straniamento poetico. Matteo Canevari, Era il nostro tempo. Poesie diverseSe è indubbiamente vero, come ci ricorda Giovan Battista Marino, che «musica e poesia son due sorelle», qualche ragionevole dubbio ha diritto di sussistere sulla sorellanza di filosofia e poesia. Ma è anche vero che poesia e filosofia possono convivere, e “armonizzarsi”, in una sola voce. Questa cospicua silloge di Matteo Canevari (filosofo-poeta (continua)

Dell’amore nelle forme del tempo, la nuova raccolta di poesie della giovanissima Giulia Coppa

Dell’amore nelle forme del tempo, la nuova raccolta di poesie della giovanissima Giulia Coppa
Nella collana iCanti di Nulla die Edizioni, la nuova silloge poetica della giovanissima Giulia Coppa Dell’amore nelle forme del tempo indaga un passo conflittuale e profondo dell’evoluzione e dello sviluppo del sentimento più controverso, affascinante e insondabile del sentire umano: l’amore. Che sia in forma materiale e amorosa o che si tratti dell’Amore incondizionato e universale, il termine raccoglie in sé le necessità, le voci naturali e le impressioni interiori dell’essere come le espe (continua)

Andrea Biscaro, Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosa

Andrea Biscaro, Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosa
La nuova silloge poetica di Andrea Biscaro, Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosa, esce nella collana iCanti, Nulla die edizioni. Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosa è la nuova silloge poetica di Andrea Biscaro, poeta e scrittore italiano che risiede all’Isola del Giglio, pubblicata nella collana iCanti da Nulla die edizioni.Un cuore pulsante di medusa su uno sfondo rosaè un viaggio amoroso in forma poetica. Una biografia in versi che indaga il rapporto di coppia. Dal momento topico, magico e drammatico (continua)