Home > Cultura > “Basta la Gorgiera” ospita l’attrice Beatrice Schiros

“Basta la Gorgiera” ospita l’attrice Beatrice Schiros

scritto da: Giuseppebettiol | segnala un abuso

“Basta la Gorgiera” ospita l’attrice Beatrice Schiros

Sabato 20 febbraio nel secondo appuntamento del podcast “Basta la Gorgiera” il Teatro de Linutile ospita sui propri canali Spotify e YouTube l’attrice Beatrice Schiros, vincitrice del Premio Mariangela Melato, del Premio Hystrio e migliore attrice al Roma Web Festival 2017 per la serie Caronte di Emanuele Sana.


Se, citando Gigi Proietti, il teatro è il luogo dove “tutto è finto e niente è falso”, la costruzione del personaggio da parte di un attore, indipendentemente dal fatto che si trovi in sala, in un set cinematografico o televisivo, risulta fondamentale all’interno di quel processo collettivo che è la messinscena. Risulta quindi naturale chiedersi quale sia il lavoro che un attore deve fare, quali capacità della avere, da cosa parta per rendere credibile il ruolo che è chiamato ad interpretare.

Sarà questo il tema intorno a cui ruoterà la seconda puntata di “Basta la Gorgiera” il podcast della Compagnia Giovani del Teatro de LiNUTILE, scritto e diretto da Marianna Filipuzzi e Matteo Lo Schiavo dedicato alle varie sfaccettature del mondo del palcoscenico, che a partire da sabato 20 febbraio sarà online sui canali Spotify e YouTube del Teatro.

A rispondere alle domande delle intervistatrici Marta Cazzin e Marta Tridello sarà l’attrice Beatrice Schiros, premio Mariangela Melato come migliore attrice per lo spettacolo "Thanks for vaselina", Premio Hystrio per lo spettacolo "Animali da bar", entrambi di Carrozzeria Orfeo e Migliore Attrice al Roma Web Festival 2017 per la serie Caronte di Emanuele Sana.

La carriera teatrale l’ha portata, dopo il diploma alla Scuola del Teatro Stabile di Genova, a lavorare con Gabriele Vacis, Serena Sinigaglia, Giorgio Gallione, Antonio Zavatteri, Laura Sicignano, Giampiero Solari, Tonino Conte, Giorgio Scaramuzzino. Tra le esperienze cinematografiche “La pazza gioia” di Paolo Virzì, “Il tuttofare” di Valerio Attanasio, "Thanks" di Gabriele di Luca e "Come un gatto in tangenziale 2" di Riccardo Milani. In televisione, inoltre, ha recitato in “Cameracafè”, nella serie “Fuoriclasse”, “Bentornato Nero Wolfe”, “I Capatosta” e “Provaci ancora prof”.

Il podcast “Basta la Gorgiera” si inserisce in una più ampia serie di iniziative portate avanti dal Teatro de LiNUTILE nel mondo digitale che ha portato il Teatro ad esplorare nuove modalità di presenza sul web, sperimentando nuovi orizzonti per tenere unita la sua comunità di studenti, attori e spettatori e contemporaneamente nuovi pubblici.

Le puntate del podcast escono su Spotify e su YouTube ogni 20 del mese.

Link Social

https://open.spotify.com/user/jdofuiov4rjfrd4nbh8y2mjya
https://www.youtube.com/c/TeatrodeLiNUTILEPadova


Per informazioni
info@teatrodelinutile.com
www.teatrodelinutile.com


Fonte notizia: http://www.teatrodelinutile.com/


Teatro | Teatro de LiNUTILE | podcast |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La Terra Inquieta: Beatrice Trussardi sulla mostra alla Fondazione Trussardi


Migrazione: alla Triennale un incontro sul tema organizzato anche da Beatrice Trussardi


Arte e design incontrano l’e-commerce: Beatrice Trussardi curatrice per Yoox


Beatrice Trussardi scelta come curatrice della sezione Design+Art di Yoox


Beatrice Trussardi: Fondazione Nicola Trussardi porta a Milano un’opera per riflettere sul periodo del lockdown


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

In Veneto si torna al Cinema con tre euro

In Veneto si torna al Cinema con tre euro
Tutti i martedì del mese di ottobre e novembre in Veneto, recandosi nelle sale cinematografiche aderenti, si potrà fruire di opere d’autore, spesso alternative ai grandi circuiti commerciali, al costo ridotto di soli tre euro. Le proiezioni, inoltre, saranno accompagnate dal commento di un esperto. Riportare il pubblico nelle sale cinematografiche con opere di qualità e riaffermare il ruolo delle sale di spettacolo come presidi culturali sul territorio, in particolare quello veneto. Sono questi gli obbiettivi ambiziosi che si pone l’edizione 2021 de “La Regione del Veneto per il cinema di qualità - La Regione ti porta al cinema con tre euro - I martedì al cinema”, progetto pluriennale d (continua)

Il Pride Village conclude la propria XIV edizione con l’Oktobearfest

Il Pride Village conclude la propria XIV edizione con l’Oktobearfest
Da mercoledì 29 settembre a sabato 2 ottobre il Festival LGBT+ festeggia l’arrivo dell’autunno proponendo al Parco delle Mura di Padova quattro giorni di appuntamenti con birre e specialità bavaresi, cucina, ospiti e tanta musica in collaborazione con Beardoc, punto di riferimento della community ursina. Sabato sera party finale di chiusura della XIV edizione con tutta l’animazione. Con l’arrivo dell’autunno, oltre all’estate giunge a conclusione anche la XIV edizione del Pride Village, il Festival LGBT+ più grande d’Italia, dopo aver regalato al proprio pubblico quattro mesi “sotto le mura” a base di dinner show, radio ed incontri ad ingresso gratuito.Per festeggiare l’ultima settimana, la kermesse patavina ha unito le forze con Beardoc, punto di riferimento della comuni (continua)

Omogenitorialità e comicità nel fine settimana del Padova Pride Village

Omogenitorialità e comicità nel fine settimana del Padova Pride Village
Venerdì 24 settembre ospite del Festival LGBT+ Padovano sarà Luca Trapanese, papà di Alba, e primo caso in Italia di genitore single ad aver adottato una bambina down. Sabato 25 settembre spazio alla comicità di Paolo Camilli con il talk&show “… a pezzi!”. Domenica 26 alle 18.00 il Pride village ospiterà inoltre “Dalla forma alla parola con il Viet Tai Chi”, evento di musica, forme, arte, teatro e parole, organizzato dall’Associazione Neuro Giardinieri. Si preannuncia un fine settimana di quelli da non perdere quello che inizierà venerdì 24 settembre al Pride Village, il festival LGBT+ in corso al Parco delle Mura di Padova. Aperto tutta la settimana, dalla colazione al dopo cena, il Village ha regalato ai padovani da giugno in poi, dinner show, radio ed incontri, ad ingresso gratuito, per ritrovare il piacere di stare insieme nel verde.Ad a (continua)

A Palazzo Cordellina a Vicenza la mostra “Leggi, sogna, viaggia con Agata allegra Mucci” di Maria Pia Morelli in arte Zapi

 A Palazzo Cordellina a Vicenza la mostra  “Leggi, sogna, viaggia  con Agata allegra Mucci” di Maria Pia Morelli in arte Zapi
Apre sabato 18 settembre a Vicenza a Palazzo Cordellina (ore 18) la mostra “Leggi sogna, viaggia con Agata allegra Mucci”, della scrittrice e artista vicentina Maria Pia Morelli in arte “Zapi”. La mostra è organizzata in collaborazione in collaborazione con Biblioteca Bertoliana e Comune di Vicenza Dai dieci libri illustrati di fiabe per ragazze e ragazzi della collana Agata allegra Mucci, in italiano e in inglese, è nata la mostra itinerante che ha già aperto a Bassano del Grappa, Cittadella, Bari, Cortina  e ora fa tappa a Vicenza, dove resterà allestita fino al 17 ottobre, in collaborazione con la Biblioteca Bertoliana e il Comune di Vicenza. L’evento è organizzato grazie a (continua)

Dalla Mostra del Cinema alle sale cinematografiche del Triveneto

Dalla Mostra del Cinema alle sale cinematografiche del Triveneto
Dal 20 settembre al 22 ottobre torna l’appuntamento con “Le Giornate della Mostra. I film della settimana internazionale della critica” in Veneto, nelle Province autonome di Trento e Bolzano Alto Adige, nella Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. I film della Settimana Internazionale della Critica, sezione autonoma e parallela della Mostra del Cinema di Venezia, che dal 1984 ha selezionato opere prime di registi emergenti poi affermatisi nel panorama cinematografico internazionale, escono dalle sale cinematografiche della Biennale appena conclusa, per portare la loro poetica, il loro fascino e la loro carica innovativa nelle sale cine (continua)