Home > Ambiente e salute > Zampieri Holding bilancia le emissioni dei suoi 300 camion finanziando progetti sostenibili. Un’alternativa per i trasporti green

Zampieri Holding bilancia le emissioni dei suoi 300 camion finanziando progetti sostenibili. Un’alternativa per i trasporti green

scritto da: NextCommunications | segnala un abuso

Zampieri Holding bilancia le emissioni dei suoi 300 camion finanziando progetti sostenibili. Un’alternativa per i trasporti green

Continua il percorso green iniziato dall’azienda con base a Roma attraverso la sottoscrizione nel 2014 dell’accordo volontario con il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. Nuova tappa completata nel 2020 con la neutralizzazione delle emissioni “non evitabili” del 2019 tramite l'acquisto di crediti per la realizzazione di un progetto di agricoltura «no-till» in Ucraina.


ROMA, 9 febbraio 2021 – Nuovo traguardo “verde” per Zampieri Holding Srl, azienda leader in Italia nel settore del traporto di merci su strada con headquarters a Roma, che ogni anno calcola annualmente l'impronta di carbonio (Carbon Footprint) dei propri servizi di trasporto su strada. Rispettando i più elevati standard di Corporate Climate Responsibility, Zampieri Holding si fa carico degli effetti esterni negativi e “climalteranti” della propria attività, compensando le emissioni di gas serra non evitabili legate al ciclo di vita dei suoi servizi, tramite l'acquisto e ritiro di crediti di CO2 verificati.

Nel 2020, il gruppo ha compensato 23.161 ton CO2e di emissioni per l'anno 2019 con l'acquisto di crediti per la realizzazione di un progetto di agricoltura «no-till» in Ucraina, che riduce l’utilizzo di macchinari nei campi con conseguente riduzione significativa delle emissioni di GHG, e inoltre mantiene sano il terreno, salvaguardando lo strato superiore del suolo e il contenuto di umidità.

L'iniziativa rappresenta l'ultima tappa del percorso di sostenibilità intrapreso da Zampieri Holding a partire dal 2014, anno in cui l'azienda, che conta attualmente 305 dipendenti e vanta un fatturato superiore ai 45 milioni di euro, siglò un accordo volontario con il Ministero dell'Ambiente  aderendo così al Programma Nazionale per la valutazione dell'impronta ambientale.

Tra le strategie volontarie di Carbon Management, ZH ha scelto quella del Carbon Offset, relativa ai programmi di compensazione delle emissioni di CO2 equivalente con crediti di CO2 verificati, in conformità ai codici di condotta dello IETA (International Emissions Trading Association) e dell' ICRO (International Carbon Reduction and Offset Alliance).

In questo processo di acquisto crediti l'azienda è stata assistita da CO2 Advisor. “Zampieri Holding ha completato la neutralizzazione delle emissioni associate al trasporto merci su strada durante dell’anno 2019”, si legge nel rapporto stilato dall'ente al termine dell'operazione.

 

 

Il calcolo dell'impronta di carbonio, invece, è stato effettuato da Ambiente Italia, in collaborazione con l'agenzia Next Communications di Udine, mentre l'ente terzo certificatore che ha validato i risultati è Certiquality, accreditato da Accredia. “A seguito alle risultanze positive della verifica effettuata e dell’esito del riesame indipendente condotto – scrive Certiquality nel suo report -  confermiamo che i CFP due study Report “Analisi della Carbon Footprint del servizio di trasporto merci su strada offerto da Zampieri Holding Srl tramite 18 mezzi a metano e 141 mezzi diesel”, su dati di attività del 2018 e del 2019, risultano conformi ai requisiti della norma ISO 14067:2018”.

Nel dettaglio, l'analisi della Carbon Footprint ha interessato il servizio di trasporto merci su strada offerto da Zampieri Holding s.r.l. tramite 159 trattori stradali comprendenti 18 trattori di marca Iveco con alimentazione a metano (che permettono a Zampieri Holding di essere riconosciuta in Italia come l’azienda di trasporti dotata della flotta più ampia di trattori a metano in Italia), e 141 trattori a diesel di diversi modelli, di cui 2 Euro5 e 139 Euro6.

“Zampieri Holding pone da sempre al centro della propria politica e gestione delle attività la questione ambientale – sottolinea con soddisfazione il presidente della holding, Giancarlo Zampieri - puntando su di una flotta di mezzi all’avanguardia e moderna che permette di ottenere un risparmio sulle emissioni di gas in atmosfera associate al servizio di trasporto rispetto a quelle ottenute con i classici trattori. In quest’ottica – segnala ancora il presidente - si inserisce il rinnovamento del parco mezzi che ha visto l’introduzione negli ultimi anni di modernissimi trattori diesel Euro 6 e soprattutto di motrici alimentate a metano (Liquid Natural Gas, LNG), che presentano emissioni di CO2 inferiori rispetto alle motorizzazioni precedenti”.

In questo contesto si colloca dunque il “percorso green” intrapreso da ZH, per giungere a calcolare l’impronta di carbonio dei propri mezzi e, in seguito, attuare possibili misure di riduzione delle emissioni nel ciclo di vita, compatibili con la competitività del servizio. Inoltre, tale studio intende favorire la sperimentazione e la messa a punto di metodologie ed esperienze replicabili nel settore trasporti, settore che si presenta come uno dei più impattanti in Europa sul cambiamento climatico dato il totale di emissioni di gas serra emesse in atmosfera ad esso associabili.

Zampieri Holding aveva completato il calcolo delle proprie emissioni “non evitabili” anche nel 2017e nel 2018, compensandole puntualmente con iniziative analoghe.

 

Breve profilo aziendale                        

Zampieri Holding S.r.l. è un’azienda leader in Italia nel settore del traporto di merci su strada grazie alla pluriennale esperienza nel campo dei trasporti e della logistica che si basa su un’elevata efficienza e qualità del servizio e su di una sempre maggiore attenzione per l’ambiente attraverso azioni tangibili e concrete capaci di offrire importanti vantaggi ai clienti attuali e potenziali. Zampieri Holding sviluppa il servizio di trasporto su scala nazionale e internazionale e si pone all’avanguardia nel suo settore per la gestione e il controllo della tracciabilità della merce, della logistica, della distribuzione, dei trasporti delicati e speciali, della gestione parco mezzi.

 


Fonte notizia: https://zampieriholding.it/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Bilance impedenziometriche: cosa sono e come funzionano?


impec costruzione spa Consulente ambientale a Pozzuoli


Il nuovo Green Deal europeo. Le strategie per una mobilità intelligente e sostenibile


Tecnologia e digitale al servizio dei cittadini nella mobilità green


Trasporto su gomma: automazione, digitalizzazione e motori elettrici nel futuro prossimo del settore


Bilancia pesapersone


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Vannia Gava, sottosegretario alla transizione ecologica scrive a Legnolandia. "Mi congratulo perché, aderendo al programma nazionale per la valutazione dell'impronta ambientale, vi affermate come esempio per tutte le azi

Vannia Gava, sottosegretario alla transizione ecologica scrive a Legnolandia.
Il Presidente della società di Forni di Sopra, De Santa: "Siamo onorati di ricevere un messaggio che riconosce un percorso di sostenibilità che fa parte del nostro DNA aziendale". L'impresa ha di recente sottoscritto un accordo volontario con il Ministero per il calcolo della Carbon Footprint UDINE, 4 agosto 2021 - "Siete un'azienda che ha saputo rinnovarsi negli anni, puntando soprattutto nell'investimento in nuove tecnologie nel rispetto dell'ambiente. Un percorso importante di vera transizione ecologica, ed oggi aderendo al Programma nazionale per la Valutazione dell'Impronta Ambientale, vi affermate come esempio per tutte le aziende del settore". È quanto ha scritto l'on. Vann (continua)

Studio Mosetti Compagnone (FVG) tre volte sul gradino più alto del podio: due premi nazionali di Le Fonti Awards Italy e uno di Legal Community Italian Awards

Studio Mosetti Compagnone (FVG) tre volte sul gradino più alto del podio: due premi nazionali di Le Fonti Awards Italy e uno di Legal Community Italian Awards
Team legale dell'anno in Diritto del lavoro/contenzioso, ma anche due volte “avvocati dell'anno” Tre importanti riconoscimenti a livello nazionale per lo Studio Mosetti Compagnone (con sedi a Udine, Gorizia, Trieste), guidato dagli avvocati Giulio Mosetti e Daniele Compagnone, che è salito di recente sul gradino più alto del podio in due categorie del Premio "Le Fonti Awards Italy", che valorizza i brand, a livello aziendale e personale, attraverso la sua comunità business certificata e focal (continua)

Assicoop FVG in prima linea a sostegno di lavoratori, famiglie e mondo cooperazione

Assicoop FVG in prima linea a sostegno di lavoratori, famiglie e mondo cooperazione
Bilancio 2020 approvato dall'Assemblea ordinaria svoltasi ieri a Udine. Utile di gestione pari a 16.707 euro. Il presidente Marco Riboli: “Covid ha accelerato impegno per solidarietà”. Un utile di gestione pari a 16.707 euro, destinato ad aumentare il fondo di riserva della società, e la realizzazione di importanti iniziative di solidarietà a favore delle cooperative socie nel corso del 2020. Sono i principali risultati del bilancio chiuso al 31 dicembre 2020 e dell'attività svolta l'anno scorso da Assicoop Fvg, la s.r.l. che riunisce il mondo delle cooperative aderenti a LegaCo (continua)

Trieste si prepara ai campionati mondiale ed europeo di vela a Luglio

Trieste si prepara ai campionati mondiale ed europeo di vela a Luglio
Il 420 dei velisti triestini Luca de'Vidovich e Francesco Austoni pronto a gareggiare ai campionati mondiale (Sanremo) ed europeo (Formia) nel mese di luglio. Vestirà i colori di Ondatlc. Trieste, 30 giugno 2021 - "Ci siamo allenati molto, in baia, fino a Muggia, ma anche fino a Capodistria: dai 4 ai 6 allenamenti alla settimana, anche d'inverno. Per questi campionati così importanti, abbiamo cercato di prepararci nel modo migliore". Lo racconta Luca de' Vidovich, triestino, 18 anni, prodiere della barca 420 che con Francesco Austoni (17 anni), triestino pure lui, si appresta (continua)

Atrio Villach, l'esperienza di shopping o di gita è ora più facile: ecco le nuove regole per chi arriva dai Paesi a basso rischio

Atrio Villach, l'esperienza di shopping o di gita è ora più facile: ecco le nuove regole per chi arriva dai Paesi a basso rischio
Il general manager Richard Oswald: "Aspettiamo gli amici italiani a braccia aperte". Per il rientro, test antigenici gratuiti direttamente nel centro commerciale. "Si può scegliere tra naso e gola". VILLACH, 21 GIUGNO, 2021 - Lo shopping center Atrio di Villach, il più grande della Carinzia, a pochi chilometri di distanza dal confine di Coccau-Tarvisio, è pronto ad accogliere i clienti italiani in sicurezza e con molte novità, grazie all'allentamento delle misure restrittive anti-Covid in ingresso e alla possibilità di effettuare gratuitamente in loco i tamponi richiesti per il rientro in Ita (continua)