Home > Internet > Beni culturali, attività commerciali, eventi: in tempi di Covid boom di virtual tour anche nelle Marche

Beni culturali, attività commerciali, eventi: in tempi di Covid boom di virtual tour anche nelle Marche

scritto da: Marcos | segnala un abuso

Beni culturali, attività commerciali, eventi: in tempi di Covid boom di virtual tour anche nelle Marche

Beni culturali, dai musei alle chiese, ma anche attività commerciali, scuole, eventi: con la pandemia sono cambiate le modalità di accesso, di fruibilità, partecipazione. Con l'emergenza Coronavirus si sta registrando inevitabilmente un fortissimo incremento dei virtual tour, che consentono di abbattere le distanze, proponendo una esperienza nuova e interattiva. Un deciso aumento si è avuto anche nelle Marche.


Con l'emergenza Coronavirus si sta registrando inevitabilmente un fortissimo incremento dei virtual tour, che consentono di abbattere le distanze, proponendo una esperienza nuova e interattiva. Un deciso aumento si è avuto anche nelle Marche, dove sono diversi i luoghi pubblici da ammirare grazie ai tour virtuali, dal Palazzo Ducale di Urbino alla rotonda a mare di Senigallia, ma anche mostre, così come si moltiplicano gli eventi online.

Come è possibile trasformare l'esperienza di una visita di persona ad una mostra, a un museo o una fiera, in epoca Covid?

Lo spiega Andrea Carli, di Videostrategie.it, che con il suo team dal 2013 si occupa di tour virtuali, video e live streaming: “Il virus ha reso impossibile partecipare a fiere, open day ed eventi in generale. Così, le imprese hanno dovuto accelerare i processi di digitalizzazione in area marketing e vendite, avvicinando la distanza tra aziende e clienti, fidelizzandoli nel medio e lungo termine. Ad esempio, uno showroom ora viene mostrato tramite una videochiamata e un consulente alla vendita replica ciò che farebbe esattamente di persona, con un cliente che potrebbe essere a migliaia di km di distanza. Oppure ancora replicare le fiere attraverso dei stand virtuali che illustrino le novità dell’anno. Gli ingredienti tecnologici nascono all’ordine del giorno e permettono di replicare quindi la totalità delle situazioni pre-covid. Inoltre, i dati che emergono da questa digitalizzazione sono interessantissimi per capire dal punto di vista analitico i comportamenti delle persone, ottimizzando così le strategie di marketing future”

Si pensi anche alle scuole: la pandemia ha ridotto sensibilmente la presenza di alunni nelle classi e di conseguenza anche le visite a musei e mostre culturali è stata rivista.

"A ottobre 2020 ci siamo trovati a ripensare la visita della nostra mostra “Acqua” presente alla Rocca Roveresca di Senigallia, 10 postazioni interattive dedicate all’elemento che da la vita in natura. Dovevamo trovare un modo per far arrivare i nostri contenuti alle classi e tutto d’un tratto abbiamo capito che con l’immersività del virtual tour avevamo già risolto questo nostro problema”, sottolinea Mattia Crivellini, direttore di NEXT, associazione che si occupa della diffusione a livello locale e nazionale della cultura ed in particolare della cultura scientifica, tecnologica e artistica". 

"In questo contesto il virtual tour, al pari della qualità sempre più richiesta di contenuti fotografici e video, è diventato un vero e proprio strumento di posizionamento del brand e generazione di contatti qualificati per qualsiasi realtà, capace di abbattere i confini fisici e di lingua anche per tutte quelle realtà che lavorano su scala nazionale e internazionale. Non solo un qualcosa di “tendenza” ma un plus per garantire un’esperienza interattiva al potenziale cliente, sempre più digitalizzato e a proprio agio con tali strumenti".

Grazie a partner tecnologici è possibile studiare l’intero processo collegato al virtual tour: dalla sua comunicazione alla trasformazione in un vero e proprio ‘ariete’ per creare vantaggio competitivo e generare alti ritorni di investimento, misurandoli.

virtual tour | marche | covid |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Questo visualizzatore di Realtà Virtuale porta il progetto ad un livello superiore


Un'esperienza VR performante con M4 VIRTUAL REVIEW


Verizon supporta la Digital Transformation delle aziende con Virtual Network Services


Tutelare i lavoratori e valorizzare i beni culturali


Il visualizzatore permette alla Realtà Virtuale (VR) di adattarsi al settore industriale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Dal concorso Grandi Mieli al Gambero Rosso, La Mieleria di San Lorenzo al top in Italia

Dal concorso Grandi Mieli al Gambero Rosso, La Mieleria di San Lorenzo al top in Italia
E’ un miele da Oscar quello de La Mieleria di San Lorenzo, tanto da continuare a conquistare prestigiosi riconoscimenti anno dopo anno. L’azienda di Luca Londei, che si trova a San Lorenzo in Campo, nelle Marche, prima si è distinta alla 40esima edizione del concorso Grandi Mieli d’Italia tenutosi a Castel San Pietro Terme, quindi nella speciale classifica del prestigioso magazine Gambero Rosso, prima rivista enogastronomica italiana. E’ un miele da Oscar quello de La Mieleria di San Lorenzo, tanto da continuare a conquistare prestigiosi riconoscimenti anno dopo anno. Dopo essere risultato per ben quattro edizioni consecutive il migliore delle Marche, primeggiando al concorso regionale Premio Qualità Miele Marchigiano, si è imposto a livello nazionale.L’azienda di Luca Londei, che si trova a San Lorenzo in Campo, nelle Ma (continua)

Mondavio, a San Filippo il presepe artistico più grande della Valcesano

Mondavio, a San Filippo il presepe artistico più grande della Valcesano
Un percorso di ben 200 metri in un’area verde di ben 1500 metri quadrati: cambia location e diventa il più grande della Valcesano il presepe artistico di San Filippo sul Cesano, frazione di Mondavio, uno dei Borghi più belli d’Italia, in provincia di Pesaro Urbino. Dopo il successo riscosso l’anno scorso, l’associazione San Filippo nel Mondo ha deciso di rinnovare il presepe per regalare al visitatore una esperienza ancora più coinvolgente ed emozionante. Atmosfera suggestiva, arte e artigianato che si mescolano con la ricerca attenta dei materiali, riscoperta e conservazione delle tradizioni, massima cura dei dettagli e tanta passione: sono questi gli ingredienti di un vero e proprio capolavoro. Una tradizione antica che è creatività e aggregazione, tanto da coinvolgere molti volontari e abitanti del piccolo centro che contribuiscono all’ (continua)

Azzurra, la mascherina certificata e a Km 0 prodotta da Noctis arriva comodamente a casa con un semplice click

Azzurra, la mascherina certificata e a Km 0 prodotta da Noctis arriva comodamente a casa con un semplice click
Azzurra il nome, per richiamare il colore-simbolo nazionale indossato dalle formazioni sportive che rappresentano l’Italia; bianca con gli elastici verdi e rossi i colori, quelli della bandiera italiana. E’ la mascherina chirurgica a km 0 realizzata e firmata Noctis Spa, leader italiana nella produzione di letti tessili, prodotto made in Italy al cento per cento, perché: Italians Do it Better! Per l’emergenza Coronavirus, l’azienda di Pergola (Pesaro Urbino) dal maggio scorso ha scelto di ampliare la propria produzione tessile anche alle mascherine chirurgiche. Ne produce 30mila pezzi al giorno. Ed ora sono acquistabili attraverso un apposito portale di e-commerce: http://www.n-MED.it.Dal produttore al consumatore che sa perfettamente cosa indossa per prote (continua)

L’unione fa la forza: con Anabio Marche 12 Comuni insieme per il Distretto biologico Terre Marchigiane

L’unione fa la forza: con Anabio Marche 12 Comuni insieme per il Distretto biologico Terre Marchigiane
Con Anabio Marche 12 Comuni insieme per il Distretto biologico Terre Marchigiane. Il protocollo d’intesa nasce da una idea della presidente dell’associazione Sara Tomassini, e tutte le amministrazioni interessate stanno deliberando a riguardo. Comprende i comuni di: Pergola, Frontone, Serra Sant’Abbondio, San Lorenzo in Campo, Fratte Rosa, Mondavio, Terre Roveresche, Monte Porzio, Sant’Ippolito, Fossombrone, San Costanzo, Cagli. L’unione fa la forza e sempre più spesso le amministrazioni comunali stringono sinergie per raggiungere importanti obiettivi. In un territorio, quello delle vallate del Cesano e del Metauro, che ormai da anni si sta caratterizzando sempre più per eccellenze nel settore agroalimentare e vanta prestigiosi riconoscimenti in campo ambientale, c’è la volontà di costituire il distretto biologico Terre M (continua)

L’Itinerario delle Rocche nella provincia di Pesaro Urbino: viaggio tra i capolavori di Francesco di Giorgio Martini

L’Itinerario delle Rocche nella provincia di Pesaro Urbino: viaggio tra i capolavori di Francesco di Giorgio Martini
I capolavori, tra rocche, palazzi e fortificazioni, più importanti e significativi del grande architetto senese Francesco di Giorgio Martini sono protagonisti dell’ultima creazione firmata Confcommercio Marche Nord: l’Itinerario delle Rocche. E l’ennesimo progetto di promozione turistica, all’interno del più vasto Itinerario della Bellezza nella provincia di Pesaro Urbino di cui fanno parte ben 12 comuni: Urbino, Gradara, Pesaro, Fano, Pergola, Fossombrone, Mondavio, Cagli, Gabicce Mare, Terre Roveresche, Sant’Angelo in Vado, Colli al Metauro. I capolavori, tra rocche, palazzi e fortificazioni, più importanti e significativi del grande architetto senese Francesco di Giorgio Martini sono protagonisti dell’ultima creazione firmata Confcommercio Marche Nord: l’Itinerario delle Rocche. E l’ennesimo progetto di promozione turistica, all’interno del più vasto Itinerario della Bellezza nella provincia di Pesaro Urbino di cui fanno parte ben 12 (continua)