Home > Altro > "Intergruppo Pd-M5S-Leu nasce da proposta di Marcucci". La lettera di Bettini al Riformista

"Intergruppo Pd-M5S-Leu nasce da proposta di Marcucci". La lettera di Bettini al Riformista

scritto da: D.L. | segnala un abuso


La lettera di Goffredo Bettini a Il Riformista

Gentile direttore,

nel ragionato e intelligente articolo di Enrico Morando pubblicato ieri sul suo giornale, nel finale vi sono affermazioni che riguardano Zingaretti e il sottoscritto prive di fondamento.

1. Nel corso del governo Conte 2 non ho mai parlato di una alleanza strutturale e strategica con il movimento 5 Stelle. Anzi, non ho mai capito bene cosa questi termini volessero significare. Ho detto, al contrario, che occorreva una intesa politica più forte tra il Pd e i 5 stelle in quanto se si intende governare insieme fino alla fine della Legislatura come era stato dichiarato, avendo in mezzo anche l’elezione del Presidente della Repubblica, occorre non convivere da nemici o avversari ma in un clima di rafforzata collaborazione. Non perché tale collaborazione scaturisca da una necessità strategica epocale, ma per il bene dell’Italia; che non ha bisogno di governi litigiosi, bensì uniti e fattivi.

2. L’attuale discussione sull’alleanza tra PD e 5S riferita al futuro, ha un sapore, per me, difficilmente sopportabile, di posizionamento interno al PD, in vista del Congresso. Nessuno può dire come evolverà la dinamica lacerante nel movimento di Grillo. Cosa sarà tra qualche mese, tra un anno, nel tempo che verrà il movimento 5S, né come il patrimonio di credibilità che Conte continua ad avere, sarà speso da egli nella battaglia politica e democratica. La cosa certa, in questo momento, e ’che il Partito democratico, fondamentale in questi mesi per salvare la Repubblica, scelga un suo profilo più netto ed espansivo . Su questo è evidente che ci sono diverse opinioni nel partito; e, francamente, sento l’urgenza di scegliere una strada chiara. Comunque a prescindere da come si evolveranno i soggetti politici del campo democratico, mi pare evidente che la vocazione maggioritaria del PD non deve portarci a una boriosa autosufficienza. Come è stato in occasione della sonora sconfitta del 2018. Occorre, quindi, in ogni caso costruire alleanze e allargare il campo antipopulista e antisovranista.

3. L’intergruppo tra Pd, 5 stelle e Leu al Senato e ’stata promosso dal capogruppo Andrea Marcucci. Credo per prevalenti ragione d’aula, che non hanno niente a che fare con le future strategie del Partito democratico. Comunque quella che Morando definisce una iniziativa “improvvida e così maldestra” non e ’stata minimamente ispirata dal sottoscritto, che non ne sapeva niente e, che la ritiene un po ’improvvisata.

4. Infine, la linea da me sostenuta di difendere Conte fino alla fine e ’stata votata all’unanimità dagli organismi dirigenti nazionali del partito. Che hanno escluso governi con la Lega e cambi di cavallo rispetto al Premier. Il carattere avventuroso della crisi e ’dimostrato, comunque, dalla scelta d’emergenza che il Presidente Mattarella ha dovuto assumere chiamando in campo una personalita eccezionale come Mario Draghi, che mai in precedenza aveva fatto trapelare una sua disponibilità. Se noi non avessimo tenuto tale linea di fermezza e ci fossimo sfilati dal sostegno al Governo di cui eravamo l’architrave decisivo, si sarebbe creata una situazione di confusione del tutto irresponsabile. Al contrario la nostra coerenza e lealtà rispetto al precedente Governo ha permesso di portare l’insieme dello schieramento democratico a sostegno del tentativo di Draghi. E di permettere persino a Conte, che aveva in tasca la fiducia, anche se fragile, dei due rami del Parlamento, di aiutare con rara generosità ed eleganza politica la formazione del nuovo Esecutivo.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Torna "Il Riformista": Piero Sansonetti direttore


Le originali opere dallo stile inconfondibile di Stefano Bettini alla mostra collettiva “Impressioni D’Artista” presso Milano Art Gallery


IL SOLE BACIA LE GARE DI ACSI CICLISMO


Alla ricerca di lavoro? Ecco come fare la lettera di presentazione


Lettera di presentazione in inglese, il complemento al cv


IN SELLA NEL NOME DI PAOLO BETTINI, A POMARANCE LA “SUA” GRANFONDO SI FA GREEN


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Pizzolante: “Suicidi fisici e suicidi morali. La macchina mediatica-giudiziaria uccide le persone”

Pizzolante: “Suicidi fisici e suicidi morali. La macchina mediatica-giudiziaria uccide le persone”
Pizzolante, la vicenda drammatica della dirigente del Ministero dell’Università e della Ricerca Giovanna Boda, che ha tentato il suicidio dopo un avviso di garanzia, lascia sgomenti. Ancora una volta in Italia un’ipotesi di reato equivale, o rischia di equivalere, a una condanna a morte. Che ne è della presunzione di innocenza fino alla condanna definitiva?E’ la macchina mediatica-giudiziaria che (continua)

Una nuova amicizia, un’altra umanità - Considerazioni di Pino Esposito, parroco di Cosenza

Una nuova amicizia, un’altra umanità - Considerazioni di Pino Esposito, parroco di Cosenza
A sei mesi dall’uscita, riflessioni a margine dell’enciclica "Fratelli tutti" Non chiedersi mai “chi?” prima di dichiarare il proprio amore. Non esigere comprensione piena e immediata delle persone di cui ci sentiamo amici. E se fondassimo la politica, la nostra società su questo genere di amicizia? – su quest’amore indeciso e vulnerabile, che non distingue l’amico dal nemico.Si lancerebbe un messaggio folle: “Non c’è nessun nemico!”. Ci lascerebbe insicuri con quel disatte (continua)

Caso Palamara, l'avvocato Rampioni: "Finti scoop di Corriere e Repubblica"

Caso Palamara, l'avvocato Rampioni:
"Finalmente anche Corriere della Sera e Repubblica parlano della vicenda Palamara. Lo fanno però evitando il lettore su una notizia che notizia non è, attribuendole valore di scoop. Oscurano tuttavia il contenuto informativo reale, i temi oggetto dell'audizione di Luca Palamara, chi sa come e da chi loro rivelato, con il gossip".Lo dichiara Roberto Rampioni, legale di Luca Palamara. "L’incontro no (continua)

Consip, Romeo Gestioni vince gara “Grandi Immobili”

Consip, Romeo Gestioni vince gara “Grandi Immobili”
La Romeo Gestioni è risultata prima classificata nella gara Consip denominata “Grandi immobili” per la gestione del patrimonio immobiliare della pubblica amministrazione. La società ha partecipato a 8 dei 24 lotti, essendo previsto tale limite massimo, ed è risultata ampiamente prima nel punteggio tecnico – con progetti che hanno distanziato di molto i secondi classificati – ed nell’offerta econom (continua)

Editoria, Cicchitto (ReL) a Il Giornale: “Caro Direttore siamo colpevoli per aver fatto informazione”

Editoria, Cicchitto (ReL) a Il Giornale: “Caro Direttore siamo colpevoli per aver fatto informazione”
“Caro Direttore, questa volta ci hanno beccati tutti con le mani nel sacco. Per cui rischiamo an che una incriminazione per associazione per delinquere.Lei ricorderà la affollata assemblea svoltasi presso la redazione del suo giornale per orchestrare «una campagna giornalistica a contenuto denigratorio, descritta ai capi che precedono, con la quale veniva offesa la reputazione di Esposito Antonio, (continua)