Home > Cultura > La Sala Luce di Tollegno 1900 si veste con i lupi di Cracking Art

La Sala Luce di Tollegno 1900 si veste con i lupi di Cracking Art

scritto da: Raffaella borea | segnala un abuso

La Sala Luce di Tollegno 1900 si veste con i lupi di Cracking Art

Con l'esposizione "Lupi di luce", Tollegno 1900 e Cracking Art si incontrano nel nome di art&sustainability.


Condividono il forte impegno sociale e ambientale. Hanno origini comuni – il biellese – e sono da sempre attenti alla promozione del territorio. Li unisce anche la passione per l’arte, rappresentata sia dai luoghi in cui si sviluppa la loro attività (spazi di archeologia industriale), sia dalle opere, uniche per utilizzo dei materiali (plastica) ed ispirazione (natura).

Tollegno 1900 e Cracking Art non potevano quindi che incontrarsi, stringendo un sodalizio di valore teso a mettere la lente sul binomio art&sustainability.

A partire dall’1 marzo, 26 lupi gialli Cracking Art hanno trovato la loro simbolica tana nella “Sala Luce” dell’azienda biellese, da cui risultano visibili perché illuminati e posti a simbolica guardia delle finestre. “La scelta di puntare su una delle specie più emblematiche del patrimonio naturale e culturale italiano, tanto da essere protetta dal WWF, non è stata casuale perché oltre, ad essere espressione fedele dei principi che ispirano il nostro movimento, rappresenta una ironica riconciliazione tra lupi e pecore, animali evocativi del mondo di Tollegno 1900”, spiegano da Cracking Art.

L’esposizione “Lupi di luce”, temporanea, è solo la prima di una serie di ulteriori iniziative che vedranno le due realtà fianco a fianco nel nome di un sentire comune, che fa dell’impegno sostenibile uno dei suoi baluardi. “Noi di Tollegno 1900 - spiega  Lincoln Germanetti, ad di Tollegno 1900 - da sempre lavoriamo per mantenere un costante equilibrio tra efficienza produttiva e rispetto dell’ambiente, creando le basi per un’economia circolare che faccia della sostenibilità, del recupero intelligente e del riutilizzo consapevole i suoi punti di forza. Per questo investiamo costantemente in impianti e macchinari per tenere sotto controllo l’impatto sul nostro habitat e sviluppiamo progetti con partner che condividono la nostra stessa filosofia di cura per l’ecosistema, compiendo scelte rigorose e scrupolose”.

Forte di queste premesse la collaborazione proseguirà nei mesi a seguire con l’esposizione, sempre in Tollegno 1900, di un’opera inedita “made in” Cracking Art. L’installazione, composta da 400 elementi, sarà espressione di una nuova corrente ispirazionale tesa ad aprire ulteriori percorsi espressivi.“Siamo orgogliosi di potere essere scenografia per queste opere, il cui valore è noto ben oltre i confini italiani tanto da essere testimoni di uno stile e di un artigianalità creativa senza precedenti. La scelta di presentare una nuova installazione proprio nella nostra azienda può essere intesa, per estensione, come una dichiarazione d’amore per Biella che sta diventando un significativo polo dell’arte. Essere ambasciatori del territorio è da sempre una nostra priorità che oggi condividiamo con un gruppo di artisti fortemente innovativi e sensibili a valori che condividiamo in toto”, conclude Germanetti.

cultura | arte | sostenibilità | green | cracking art | tollegno 1900 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Aspettando PEDALA COI LUPI MONSTERS 2011


CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "LA MIA TERRA


Arriva Inventaria


LA SUPERBINA


C'ERA UNA VOLTA UN FIORDO


Massimo Paracchini e Francesco Leale alla Galleria Nelson Cornici


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

LES PETITES MADELEINES: UNA RICETTA PER UNA PASQUA DAI SAPORI INATTESI

LES PETITES MADELEINES: UNA RICETTA PER UNA PASQUA DAI SAPORI INATTESI
Giuseppe Lisciotto, chef de Les Petites Madeleines, per la festività suggerisce un piatto in cui la tradizione degli ingredienti viene attualizzata dall’utilizzo, garbato e mai invasivo, delle spezie “Raviolo di pasta fresca al prezzemolo ripieno di spalla d’agnello al Barbecue su crema di pomodori grigliati”: la Pasqua 2021 celebra la pasta fresca e si insaporisce dei gusti decisi di curry e paprika affumicata. La ricetta, da replicare facilmente anche nella cucina di casa, è frutto della sperimentazione di Giuseppe Lisciotto, chef de Les Petites Madeleines, e della sua brigata che, con (continua)

Consorzio Promozione Filati - CPF: Assessment 4sustainability® 2021

Consorzio Promozione Filati - CPF: Assessment 4sustainability® 2021
Dopo aver promosso tra i propri associati una ricerca tesa a valutare l’approccio aziendale alla sostenibilità sulla base delle iniziative della roadmap 4sustainability®, il Consorzio ha elaborato una serie di progetti funzionali a incentivare un modus operandi sempre più sostenibile Come gestiscono gli associati al Consorzio Promozione Filati - CPF il tema della sostenibilità? Quali le buone pratiche adottateperla riduzione dell’impatto ambientale, la tracciabilità dei prodotti e la transizione ad un’economia circolare? Quale l’attenzione riservataalla tutela dei diritti fondamentali, della salute e della sicurezza delle risorse umane?Per avere una panoramica dello st (continua)

Feel the Yarn: nuova immagine e upgrade dei servizi per www.feeltheyarn.it

Feel the Yarn: nuova immagine e upgrade dei servizi per www.feeltheyarn.it
Lanciata lo scorso anno, la piattaforma si evolve massimizzando parametri di utilizzo come funzionalità, facilità d’uso, dinamismo e massima visibilità per le filature. Obiettivo: diventare “il miglior luogo per avere le ultime informazioni sui filati italiani”. Non si fermano le novità di Feel TheYarn per il 2021. Dopo aver dato il via nelle scorse settimane al nuovo concorso internazionale “Feel The Contest”, il brand, sotto il cui cappello rientrano le iniziative promosse dal Consorzio Promozione Filati – CPF, si rinnova on-line con la versione avanzata della sua piattaforma digitale. Uno spazio moderno, dinamico, user friendlye di estrema visi (continua)

2021: FEEL THE YARN LANCIA “FEEL THE CONTEST”

2021: FEEL THE YARN LANCIA “FEEL THE CONTEST”
Sono 28 i giovani stilisti che prendono parte alla prima edizione di una nuova competizione internazionale che li vedrà confrontarsi nella realizzazione di 2 outfits in maglia con i filati forniti da 28 aziende associate al Consorzio Promozione Filati - CPF. Il vincitore assoluto, che dovrebbe essere decretato durante la prossima edizione estiva di Pitti Immagine Filati, potrà creare una sua capsule collection interamente Made in Italy. Si apre nel segno delle novità il 2021 diFeel the Yarn. Il brand, sotto la cui egida rientrano tutte le iniziative del Consorzio Promozione Filati – CPF, lancia “Feel The Contest”, evoluzione del fortunato “Feel the Yarn – The Contest”, concorso rivolto agli studenti provenienti dalle migliori scuole internazionali di moda che, nel 2020, ha girato la boa dell’undicesima edizione.Il nuovo f (continua)

CONSUNTIVO 2020 SANGALLI SPA: AUMENTANO FATTURATO E PERSONALE. CONFERMA PER GLI INVESTIMENTI IN R&S

CONSUNTIVO 2020 SANGALLI SPA: AUMENTANO FATTURATO E PERSONALE. CONFERMA PER GLI INVESTIMENTI IN R&S
Le difficoltà legate alla gestione dell’emergenza Covid—19 non hanno fermato l’azienda di Mapello, dal 1979 in prima linea nella realizzazione di lavori stradali, produzione di conglomerati bituminosi e calcestruzzi, urbanizzazioni e sviluppo di infrastrutture. Con un incremento del 20% delle risorse umane e del 25% del fatturato rispetto al 2019, l’impresa guarda al futuro in modo proattivo. “Un anno in salita, in cui le sfide si sono alternate alle complessità di gestione di una condizione eccezionale. L’emergenza legata al Covid -19, con le regole di distanziamento sociale e conseguenti nuove modalità operative, ha rappresentato uno tsunami che ci ha portato a rivedere paradigmi lavorativi consolidati, aprendo la strada a nuove prospettive”, commenta così Marco Sangalli, titola (continua)