Home > Cultura > La Sala Luce di Tollegno 1900 si veste con i lupi di Cracking Art

La Sala Luce di Tollegno 1900 si veste con i lupi di Cracking Art

scritto da: Raffaella borea | segnala un abuso

La Sala Luce di Tollegno 1900 si veste con i lupi di Cracking Art

Con l'esposizione "Lupi di luce", Tollegno 1900 e Cracking Art si incontrano nel nome di art&sustainability.


Condividono il forte impegno sociale e ambientale. Hanno origini comuni – il biellese – e sono da sempre attenti alla promozione del territorio. Li unisce anche la passione per l’arte, rappresentata sia dai luoghi in cui si sviluppa la loro attività (spazi di archeologia industriale), sia dalle opere, uniche per utilizzo dei materiali (plastica) ed ispirazione (natura).

Tollegno 1900 e Cracking Art non potevano quindi che incontrarsi, stringendo un sodalizio di valore teso a mettere la lente sul binomio art&sustainability.

A partire dall’1 marzo, 26 lupi gialli Cracking Art hanno trovato la loro simbolica tana nella “Sala Luce” dell’azienda biellese, da cui risultano visibili perché illuminati e posti a simbolica guardia delle finestre. “La scelta di puntare su una delle specie più emblematiche del patrimonio naturale e culturale italiano, tanto da essere protetta dal WWF, non è stata casuale perché oltre, ad essere espressione fedele dei principi che ispirano il nostro movimento, rappresenta una ironica riconciliazione tra lupi e pecore, animali evocativi del mondo di Tollegno 1900”, spiegano da Cracking Art.

L’esposizione “Lupi di luce”, temporanea, è solo la prima di una serie di ulteriori iniziative che vedranno le due realtà fianco a fianco nel nome di un sentire comune, che fa dell’impegno sostenibile uno dei suoi baluardi. “Noi di Tollegno 1900 - spiega  Lincoln Germanetti, ad di Tollegno 1900 - da sempre lavoriamo per mantenere un costante equilibrio tra efficienza produttiva e rispetto dell’ambiente, creando le basi per un’economia circolare che faccia della sostenibilità, del recupero intelligente e del riutilizzo consapevole i suoi punti di forza. Per questo investiamo costantemente in impianti e macchinari per tenere sotto controllo l’impatto sul nostro habitat e sviluppiamo progetti con partner che condividono la nostra stessa filosofia di cura per l’ecosistema, compiendo scelte rigorose e scrupolose”.

Forte di queste premesse la collaborazione proseguirà nei mesi a seguire con l’esposizione, sempre in Tollegno 1900, di un’opera inedita “made in” Cracking Art. L’installazione, composta da 400 elementi, sarà espressione di una nuova corrente ispirazionale tesa ad aprire ulteriori percorsi espressivi.“Siamo orgogliosi di potere essere scenografia per queste opere, il cui valore è noto ben oltre i confini italiani tanto da essere testimoni di uno stile e di un artigianalità creativa senza precedenti. La scelta di presentare una nuova installazione proprio nella nostra azienda può essere intesa, per estensione, come una dichiarazione d’amore per Biella che sta diventando un significativo polo dell’arte. Essere ambasciatori del territorio è da sempre una nostra priorità che oggi condividiamo con un gruppo di artisti fortemente innovativi e sensibili a valori che condividiamo in toto”, conclude Germanetti.

cultura | arte | sostenibilità | green | cracking art | tollegno 1900 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Tollegno1900.it: go live per il nuovo sito dell’azienda


Aspettando PEDALA COI LUPI MONSTERS 2011


Arriva in libreria "Ulfhednar Stories", i racconti fantastici di Alessio Del Debbio


CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "LA MIA TERRA


Arriva Inventaria


Nel respiro del Mondo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

FEEL THE CONTEST 2022: ELETTI I 5 FINALISTI

FEEL THE CONTEST 2022: ELETTI I 5 FINALISTI
Scelti tra 33 designers e studenti provenienti dall’Europa, dagli Stati Uniti, dal Sud America e dall’Asia in base ai voti raccolti dai loro outfit unicamente sul sito feeltheyarn.it, i 5 creativi puntano alla terza fase del Contest promosso ed organizzato da Feel The Yarn®: l’elezione del vincitore assoluto. Nel corso di Pitti immagine Filati 91, una giuria internazionale decreterà a chi attribuire il premio finale, consistente nella creazione di una mini-collezione principalmente in maglia per la stagione SS23, realizzata con il supporto delle filature associate al Consorzio Promozione Filati – CPF e la collaborazione di alcune maglierie italiane. Si chiamano Elena De Vita (abbinata a Zegna Baruffa Lane Borgosesia), Pietro Lo Presti (abbinato a Filati Biagioli Modesto), Lis Bazan (abbinata a Filpucci), Marion Lacroix-Desmazes (abbinata a Linificio e Canapificio Nazionale) e Marie Nardi (abbinata a Monticolor), grazie ai due outfit in maglia a tema “Feel the Green” che hanno realizzato, sono riusciti a conquistare la finale di “Feel Th (continua)

ASAcampus nuovamente coinvolto in un esperimento che si svolgerà sulla Stazione Spaziale Internazionale

ASAcampus nuovamente coinvolto in un esperimento che si svolgerà sulla Stazione Spaziale Internazionale
Le ricercatrici Dr.ssa Monica Monici e Dr.ssa Francesca Cialdai del Laboratorio Congiunto ASAcampus – nato dalla partnership tra la Divisione Ricerca di ASA e il Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche “Mario Serio” dell’Università di Firenze – prendono parte all’esperimento “SUTURE in SPACE” che si svolgerà durante la missione Minerva Dopo aver partecipato all’esperimento CORM (2017) e all’esperimento XENOGRISS (2019), le ricercatrici Dr.ssa Monica Monici e Dr.ssa Francesca Cialdai del Laboratorio Congiunto ASAcampus – nato dalla partnership tra la Divisione Ricerca di ASA e il Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche “Mario Serio” dell’Università di Firenze – prendono parte all’esperimento “SUTURE in SPAC (continua)

LIFE SOURCE A UNIQUE PLACE FOR MEMORABLE GREEN & HEALTHY EXPERIENCES

Il Polo ricettivo alle porte di Bergamo che ha fatto della sostenibilità il proprio tratto, tanto da essere certificato Leed Gold, per la stagione calda propone nuove esperienze immersive per il benessere del corpo e dell’anima e per l’appagamento del palato. Tutte le iniziative, oltre ad esprimere la vocazione “well being” dell’Hotel 4 stelle Superior, della sua SPA e dei suoi 3 spazi food, sono tese a valorizzare il territorio promuovendone le bellezze in chiave eco. Spazio dunque a circuiti guidati in ebike per conoscere Bergamo in chiave healthy e a pause di gusto affidate a menù stagionali che puntano anche su prodotti locali. Vocazione alla tutela dell’habitat, confermata dalla certificazione Leed Gold che garantisce un elevato standard di qualità tenendo in considerazione parametri come la sostenibilità del sito, la gestione delle acque, il consumo di energie, la qualità dell’aria, i materiali impiegati e l’innovazione progettuale. Centralità dell’ospite come protagonista di esperienze sensoriali ad alto coinvolg (continua)

NUOVO PRESIDENTE PER IL CONSORZIO PROMOZIONE FILATI

NUOVO PRESIDENTE PER IL CONSORZIO PROMOZIONE FILATI
Dopo due mandati alla guida del CPF, Federico Gualtieri passa il testimone ad Alberto Enoch, Amministratore Delegato della Servizi Seta srl con sede a Biella. L’elezione del nuovo Presidente è stata preceduta dalla nomina dei membri del Consiglio Direttivo. Alla presidenza del Consorzio Promozione Filati CPF Alberto Enoch, che rimarrà in carica fino al 2024. Presente già nel precedente Consiglio Direttivo, Enoch, biellese, CEO della Servizi Seta Srl – azienda con sede a Biella specializzata nella produzione e distribuzione di filati in 100% seta o in mischia con altre fibre nobili – raccoglie il testimone da Federico Gualtieri, ai vertici del CP (continua)

LA TASK FORCE DI SANGALLI SPA RIPULISCE I RIFIUTI SULL’ASSE INTERURBANO

LA TASK FORCE DI SANGALLI SPA RIPULISCE I RIFIUTI SULL’ASSE INTERURBANO
Sabato 26 Marzo l’impresa di Mapello, a titolo gratuito, si è attivata per liberare da spazzatura ed immondizia i lati della carreggiata e le piazzole di sosta dell’asse interurbano SP ex SS.342 A.I. L’intervento, che sottolinea il suo impegno nel preservare il decoro sociale ed ambientale, rientra nella filosofia green dell’azienda, affidata anche ad investimenti continuativi per migliorare l’impatto sull’habitat. Va in questa direzione l’installazione di 2 sistemi fotovoltaici funzionali a coprire il 50% del suo fabbisogno energetico Ripulire dai rifiuti abbandonati i lati delle carreggiate e le piazzole di sosta presenti sull’asse interurbano SP ex SS.342 A.I., restituendo una condizione ambientale ottimale al tracciato: questa la missione della task force di Sangalli SPA che, sabato 26 marzo alle 7 del mattino, si è data appuntamento per procedere all’operazione di risanamento. Nello svolgimento dell’attività di ri (continua)