Home > Economia e Finanza > Quotazione dell'oro sotto pressione dopo un 2020 da urlo

Quotazione dell'oro sotto pressione dopo un 2020 da urlo

scritto da: Elleny | segnala un abuso


Nonostante molti asset finanziari ambiscano a prendere il suo ruolo come safe haven, l'oro rimane ancora il rifugio sicuro preferito dagli investitori. Eppure in questi mesi di incertezza economica, la quotazione dell'oro si è allontanata dai record raggiunti nel 2020.

Cosa indirizza la quotazione dell'oro

oroI movimenti di prezzo del metallo prezioso non sono governati soltanto dall'umore del mercato. Insomma, non è solo la scelta da adottare quando si vuole proteggere il capitale durante i periodi di incertezza. C'è infatti anche una componente speculativa, che spinge gli investitori a puntare sul gold metal basandosi sugli “animal spirits” del mercato. L'insieme di questi aspetti finisce per determinare la direzione della quotazione dell'oro, che oggi come oggi vive una fase di discesa.

I saliscendi dell'ultimo anno

Dall'inizio del 2021, il prezzo dell'oro è sceso del 9% circa, giungendo poco sopra il livello dei 1.700. Il calo del primo bimestre del 2021 è il maggiore mai vissuto in questo periodo dell’ anno. Peraltro l'andamento della deviazione standard volatilità evidenzia una direzione abbastanza decisa verso il ribasso del prezzo. Bisogna però considerare anche il punto di partenza, che era altissimo. La quotazione dell'oro era arrivata a livelli record nella seconda parte del 2020, quando era salita oltre i 2000 dollari all’oncia. Questo sprint ha coronato una corsa folle che ha fatto raddoppiare il prezzo in due anni.

Pandemia, vaccini e inflazione

L'impulso maggiore lo ha dato la pandemia, perché ha innescato la crisi economia e finanziaria, spingendo verso una massiccia corsa ai safe haven. Chi sa come fare trading online sicuro, sa benissimo che questa dinamica si instaura in momenti di grave incertezza sui mercati. L'avvio delle campagne di vaccinazione ha invece innescato il percorso inverso. Tuttavia, nell'ultimo periodo la quotazione dell'oro sconta anche il rialzo dei rendimenti dei Treasury.

Tuttavia, se dovessero essere ancora percepiti i rischi di impennata dell'inflazione, l'oro potrebbe giovarne. Infatti il gold metal è un attenuatore del rischio di perdita di valore del capitale, quando la dinamica dei prezzi cresce e l'inflazione finisce per eroderne il valore. In effeti, i dibattiti sull'inflazione stanno intensificando, e questo ha già messo sull'allerta gli investitori. Ma molti pensano che comuqnue non accadrà come tra gli anni 70 e 80, quando la corsa dei prezzi spinse in tanti a fare grandi scorte di oro per non vedere i propri asset svalutarsi.

oro | mercati | deviazione standard | trading online sicuro |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Miliardi che vanno in fumo nelle Borsa, penalizzate dalle minute della FED

La diffusione dei verbali dell'ultimo meeting di politica monetaria della FED hanno affossato le Borse. La banca centrale americana si è rivelata più falco del previsto, preannunciando non solo delle strette monetarie ma anche la riduzione del bilancio da 8.800 miliardi di dollari. Dopo il netto calo di Wall Street avvenuto ieri e quello delle piazze asiatiche arrivato nelle prime ore di questa g (continua)

Investimenti, i mercati azionari viaggiano in moderata salita

Giornata di acquisti sui mercati azionari del Vecchio Continente. Anche se comunque si è trattato di sessioni blande, perché il clima vacanziero ha prodotto volumi bassi di investimenti e neppure dal calendario economico arrivavano grandi spunti. Pesa anche la chiusura di Londra, oggi e domani. Nel mondo sono rimaste chiuse anche la Borsa di Hong Kong e quella australiana. A dare una piccola spin (continua)

Fallimento, per Evergrande la srtada sembra ormai tracciata

Evergrande, l’agenzia di rating Fitch ufficializza il default. Pechino lavora per scongiurare un effetto dominoLa crisi del colosso cinese Evergrande è sempre più profonda. Quasi definitiva. Siamo infatti sull'orlo del fallimento, come ha sancito l'agenzia di rating Fitch declassando ulteriormente la società immobiliare del Dragone (e delle sue sussidiarie Hengda Real Estate e Tianji Holding).Ever (continua)

Svalutazione, la Lira precipita ancora e la CBRT deve intervenire

La banca centrale della Turchia è stata costretta ancora una volta a intervenire con urgenza, per tamponare la svalutazione della moneta nazionale. Alla quale, sia chiaro, ha contribuito in modo diretto e notevole.Come procede la svalutazione della LiraI fatti. Tra martedì e mercoledì la Lira ha proseguito lungo il percorso ormai durevole di svalutazione, toccando e poi aggiornando il nuovo minimo (continua)

Investitori, tanti appuntamenti in focus nei prossimi giorni

La settimana che ci aspetta sui mercati finanziari. Dati PMI evidenzieranno la salute economica di USA, UE e Regno Unito Tra meeting di banche centrali, dati macro molto importanti e verbali del FOMC, l'ultima settimana di novembre si preannuncia intensa per gli investitori dei mercati finanziari. Nel frattempo, il primo assaggio è arrivato dalla Cina, dove la banca popolare ha mentenuto invariato il tasso di interesse per il 19esimo meeting di fila. Dove guarderanno gli investitoriI dati clou per gli investitori (continua)