Home > Keyword : Filippo Moreschi cliccata 204 volte

Nuova politica agricola comune e transizione digitale

Nuova politica agricola comune e transizione digitale
Scopo del regolamento è dunque normare e disciplinare le misure di sostegno all’agricoltura comunitaria, indicando in particolare gli obiettivi ed i criteri a cui devono attenersi i Piani Strategici Nazionali, strumenti interni di attuazione della politica agricola comune, che, demandati agli Stati quanto al contenuto, sono tuttavia disciplinati nel Titolo V (artt. 104 e ss). di Filippo Moreschi, avvocato e Responsabile Osservatorio AIDR “Digital Agrifood”Lo scorso 6 dicembre è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio n. 2021/2115 che, insieme ai Regolamenti nn. 2021/2116 e 2021/2117, pubblicati lo stesso giorno, andrà a disciplinare la Politica Agricola Comunitaria per il periodo 2023-2027.Il Reg 2115 è intitolato “Norme sul sostegno che i piani strategici che gli Stati membri devono redigere nell’ambito della politica agricola comune (piani strategici della PAC) e finanziati dal Fondo euro...

Aidr | politica agricola comune | transizione digitale | Filippo Moreschi |


Il settore vitivinicolo nel PNRR, approfondimento a Digitale Italia

Il settore vitivinicolo nel PNRR, approfondimento a Digitale Italia
A Digitale Italia una puntata dedicata al mondo del vino, eccellenza italiana riconosciuta in tutto il mondo, che durante la pandemia ha ricevuto una battuta di arresto, e ora guarda al Piano di Ripresa e Resilienza con grandissima attenzione. Ospiti del format web di Aidr, Filippo Moreschi, Responsabile dell’Osservatorio Digital Agrifood di AIDR e Luciano Bulgarelli, Presidente Cantina Sociale Quistello. Il settore vitivinicolo nel PNRR, approfondimento a Digitale Italia Moreschi: grazie alla digitalizzazione ci sarà maggiore sostenibilità OSPITIFILIPPO MORESCHI: Resp. Osservatorio AIDR Digital AgrifoodLUCIANO BULGARELLI: Presidente cantina sociale Quistello Cosa prevede il PNRR per il settore vitivinicolo, quali saranno le linee guida per il futuro del comparto? A Digitale Italia una puntata dedicata al mondo del vino, eccellenza italiana riconosciuta in tutto il mondo, che durante la pandemia ha ricevuto una battuta di arresto, e ora guarda al Piano di Ripresa e Resilienza con grandissima at...

AIDR | Digitale italia | Vino | viticultura | Luciano Bulgarelli | Filippo Moreschi | PNRR | Cantina Sociale Quistello |



Smart Contracts, Blockchain e agricoltura: un’alleanza contro i cambiamenti climatici

Smart Contracts, Blockchain e agricoltura: un’alleanza contro i cambiamenti climatici
Il presupposto tecnologico è l’operatività concreta su blockchain degli “oracoli”, ossia dei c.d. “elementi esterni fidati” che, comunicando un certo dato reale, confermano l’avverarsi di un certo evento e fanno scattare la sequenza prevista dallo smart contract. Ciò permette agli sviluppatori di smart contracts di creare applicazioni su raccolti, qualità del suolo, bollettini metereologici e molto altro, utilizzando sempre più dati provenienti dall’Internet of Things di Filippo Moreschi, avvocato e Responsabile Osservatorio AIDR “Digital Agrifood”Uno dei caratteri maggiormente significativi della c.d. “Data driven agriculture” è il suo doppio profilo “interno” ed “esterno”. Interno, per ciò che riguarda i dati inerenti la produzione, la sicurezza e la tracciabilità dei processi e dei prodotti agroalimentari. Nella prospettiva originaria della “Data driven agriculture”, infatti, i dati raccolti su scala aziendale servono per migliorare le performance dell’impresa, fornire un prodotto qualitativamente e quantitativamente migliore e sicuro e ridurre ...

smart contracts | agricoltura | aidr | filippo moreschi |


Piano nazionale di ripresa e resilienza, agricoltura e digitalizzazione

Piano nazionale di ripresa e resilienza, agricoltura e digitalizzazione
Con riguardo al settore agricolo, il Piano preliminarmente constata l’apporto dell’agricoltura euro-pea all’inquinamento delle acque, del suolo e dell’atmosfera per effetto degli ossidi di azoto (che fanno parte del novero dei gas serra). di Filippo Moreschi, avvocato e Responsabile Osservatorio AIDR “Digital Agrifood” Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, presentato nei giorni scorsi al Parlamento, si occupa anche del mondo agroalimentare. Il Piano si articola in una parte generale e in due settori, il primo dedicato alle riforme e il secondo diviso in sei Missioni (Digitalizzazione, Rivoluzione verde e transizione ecologica, Infrastrutture, Istruzione e ricerca, Inclusione e coesione, Salute). La parte conclusiva del Piano è infine rivolta alla sua attuazione, al relativo monitoraggio e agli impatti macro...

agricoltura | digitalizzazione | aidr | filippo moreschi |


 

[1]

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Ultime notizie

UNA STANZA AL BUIO

UNA STANZA AL BUIO
“UNA STANZA AL BUIO” CON LA REGIA DI FRANCESCO BRANCHETTI, CON PROTAGONISTI ALESSIA FABIANI E CLAUDIO ZARLOCCHI, IN SCENA AL TEATRO MARTINITT DI MILANO DAL 4 AL 20 FEBBRAIO.LA DIVERTENTISSIMA COMMEDIA GIALLA SCRITTA DA GIUSEPPE MANFRIDI,RICCA DI SUSPENSE E COLPI DI SCENA TIENE IL PUBBLICO CON IL FIATO SOSPESO FINO ALL'INASPETTATO FINALE! SUL PALCO DEL TEATRO  MARTINITT UN DEBUTTO MILANESE DA NON PERDERE.DA VENERDÌ 4 A DOMENICA 20 FEBBRAIO 2022ALESSIA FABIANI E CLAUDIO ZARLOCCHICON LA REGIA DI FRANCESCO BRANCHETTINELLA DIVERTENTISSIMA COMMEDIA GIALLA“UNA STANZA AL BUIO”DI GIUSEPPE MANFRIDILE MUSICHE ORIGINALI SONO DI PINO CANGIALOSI. Dal 4 al 20 febbraio approda sul palco del Teatro Martinitt l’intrigante commed (continua)

Caro bollette, gli italiani tagliano su luci e svago: tra le rinunce colazione al bar e piattaforme streaming

Caro bollette, gli italiani tagliano su luci e svago: tra le rinunce colazione al bar e piattaforme streaming
Contro il caro bollette gli italiani scelgono di spegnere le luci, di rinunciare alla colazione al bar e a una parte degli abbonamenti alle piattaforme streaming. E’ quanto emerge da un’indagine condotta da Condexo, azienda che si occupa di gestioni condominiali, che ha deciso di sondare l’opinione delle famiglie alle prese con gli aumenti dei costi di elettricità e gas. Il nuovo anno per gli (continua)


Il ruolo delle piattaforme digitali nel processo di attuazione della Direttiva RED II

Il ruolo delle piattaforme digitali nel processo di attuazione della Direttiva RED II
Il recente recepimento della Direttiva (UE) 2018/2001 (cd. RED II) del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2018, sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili ad opera del Decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 199, impone due considerazioni: 1) una breve riflessione sistematica sul ruolo delle policies di digitalizzazione al fine di semplificare l’apparato burocratico relativo al comparto energetico e 2) un primo commento sul ruolo delle piattaforme digitali nell’ambito del processo di transizione energetica in atto.  di Gabriella De Maio, Diritto dell'energia | Dipartimento di Giurisprudenza | Federico II - Socio AIDR e componente dell’Osservatorio AIDR per la Digitalizzazione dell’Ambiente e dell’Energia Il recente recepimento della Direttiva (UE) 2018/2001 (cd. RED II) del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2018, sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili ad oper (continua)

Seares chiude il 2021 con un round di investimento da 900.000 euro

Seares, startup innovativa toscana attiva nel settore degli accessori per la nautica, ha chiuso il 2021 con un round di investimento complessivo da 900.000 euro, sottoscritto dal Fondo Rilancio Startup di CDP Venture Capital Sgr, Selected Investments e altri investitori privati. Fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare l’ormeggio di imbarcazioni e strutture galleggianti, Seares ha già avviato la produzione e la commercializzazione dei suoi sistemi di ormeggio hi-tech Seadamp: smorzatori meccatronici dedicati all’ormeggio delle barche, che sono in grado di migliorarne comfort e sicurezza, recuperando energia dal moto ondoso. Una soluzione applicabile anche a porti (continua)

Delocalizzazioni, i consulenti: «All’estero poche tasse e alta qualità della vita. L’Italia deve svegliarsi»

A VR & Partners si rivolgono le aziende che vogliono delocalizzare in Bulgaria: «Bisogna attuare politiche fiscali competitive col resto d’Europa, le multe non servono» «Meno tasse, non più multe». Mentre l’Italia discute l’introduzione di micro-sanzioni per cercare di frenare l’emorragia di imprese che trasferiscono i loro stabilimenti all’estero, la delocalizzazione continua a cancellare centinaia di posti di lavoro ogni anno in tutta Italia. «È un fenomeno che bisogna comprendere, senza campanilismi e retorica», dice Roberto Maggio, founder (continua)