Home > Economia e Finanza > Mercato dell'auto: Stellantis consegna 1,5 milioni di veicoli nel primo trimestre

Mercato dell'auto: Stellantis consegna 1,5 milioni di veicoli nel primo trimestre

scritto da: Elleny | segnala un abuso


E' un periodo molto delicato per il mercato dell'auto, che oltre alla crisi innescata dalla pandemia, deve anche fare fronte a una carenza strutturale di semiconduttori, che paralizza in parte l'attività.
In questo scenario si colloca la trimestrale di Stellantis, il colosso nato dalla fusione di Fiat Chrysler Automobiles e Peugeot (gruppo Psa).

Stellantis e il mercato dell'auto

stellantisPer l'azienda il primo trimestre si è chiuso con ricavi netti pari a 34,3 miliardi di euro, in aumento del 14% rispetto ai 32,4 miliardi ottenuti nel primo trimestre dello scorso anno.
I ricavi netti diventano 37 se si contano anche i primi 15 giorni dell'anno, in cui Fca e Psa operavano ancora separatamente. 
Questo forte incremento è frutto di diversi fattori. Stellantis indica anzitutto l'aumento dei volumi complessivi. Ma hanno inciso anche l’effetto prezzi positivo, il miglior mix di mercato e quello di veicoli in parte compensati dagli effetti negativi dei cambi di conversione.

Il problema semiconduttori

Le consegne sono state pari a 1.477.000 unità, a dimostrare che c'è stata una robusta ripresa del mercato dell'auto.
Avrebbero potuto essere anche di più, se non ci fosse stato l'impatto della carenza di semiconduttori. Questo imprevisto ha fatto "tagliare" circa 190 mila autoveicoli rispetto alla produzione programmata dal gruppo nel primo trimestre. Stellantis afferma che la visibilità sugli effetti della carenza di semiconduttori sull'intero 2021 è per il momento limitata, con un secondo trimestre che sarà certamente “più impattato del primo” e “con miglioramenti nel secondo semestre”.

Futuro e Borsa

Per quanto riguarda il futuro, Stellantis ha confermato la guidance per il 2021 che prevede un margine operativo adjusted al 5,5 -7,5%. Sempre ovviamente che non ci siano ulteriori lockdown o brusche frenate provocate dalla pandemia, che inciderebbero sul mercato dell'auto.
Il gruppo prevede forti crescite in America Latina (20%) e più contenuta nel resto del mondo.
Dopo che si è alzato il velo sulla trimestrale, il titolo a Piazza Affari segna un rialzo di oltre il 2%, come si vede sulla lista migliori siti di trading autorizzati.

Suggerimento: Quando si parla di mercato dell'auto, non si può non parlare di Germania. Ecco perché molti fanno scalping Dax 1 5 minuti sui titoli del settore.

Programmi commerciali

Dal punto di vista commerciale, i lanci produttivi delle nuove Jeep Grand Wagoneer e Wagoneer e della nuova generazione della Jeep Grand Cherokee sono confermati, rispettivamente, per fine secondo trimestre 2021 e per il terzo trimestre 2021.
A marzo 2021 è stata invece lanciata sul mercato dell'auto europeo la nuova Opel Mokka, segnando il ritorno sul mercato di un modello uscito di produzione nel 2019.

auto | stellantis | dax | siti trading |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Federal Reserve sotto pressione malgrado continui a dire che l'inflazione è solo temporanea

L'inflazione negli Stati Uniti è salita ancora, arrivando al 5% a maggio. Sopra le attese, e sui livelli massimi dal 2008. Eppure la Federal Reserve continua a ribadire che si tratta di una fiammata temporanea, e che per questo motivo non intende modificare la propria politica monetaria. Wall Street sembra dar credito a queste rassicurazioni, e corre ancora. Anche il rendimento del decennale Usa, (continua)

Prezzi delle materie prime, l'effetto domino dei rincari manda le imprese in difficoltà

L'aumento dei prezzi delle materie prime che si è verificato negli ultimi mesi, si è esteso con un effetto domino da un settore produttivo all'altro. E questo meccanismo sta creando problemi di gestione a molte aziende, alle prese con costi elevatissimi che finiscono per acuire il rischio di impresa.Problemi per l'aumento dei prezzi delle materie primeSoprattutto le aziende che si trovano più a mo (continua)

Investire sull'oro, dopo un periodo nero chi l'ha fatto adesso spera

Cosa ha pesato sul metallo giallo nel Q1? Questa prima parte del 2021 non ha regalato grandi soddisfazioni a chi ha deciso di investire sull'oro. Dopo aver perso già nel 2020 la soglia dei 2mila dollari, il prezzo è calato da 1944 a 1677 in soli due mesi. Eppure, delle schiarite forti sono giunte nell'ultimo periodo.Cosa sta vivendo chi ha deciso di investire sull'oroMa andiamo con ordine. La (continua)

Mercato dei cambi, il dollaro continua ad essere più debole come accaduto di recente

Il mercato dei cambi tiene gli occhi soprattutto sul dollaro, dopo una settimana molto debole. L'indice del dollaro ha esteso le perdite per scambiare al di sotto di 91,2 lunedì, il minimo in chiusura dal 3 marzo. Il biglietto verde ha perso circa un punto percentuale settimana scorsa, e si è trattato della seconda perdita settimanale consecutiva.Cosa succede sul mercato dei cambiChi invece cominc (continua)

Denaro, flussi in uscita dalla Cina. Pechino pensa ai future sullo yuan sul mercato onshore

Pechino è entrata in allarme. Da un po' di tempo i flussi di denaro in valuta estera stanno fuoriuscendo dal Paese. Per questo motivo, la banca centrale cinese (PBoC) pensa di sfoderare una mossa senza precedenti, ovvero la creazione di un mercato di future onshore sullo yuan.La Cina vuole attirare denaroUn contratto futures consentirebbe agli investitori di acquistare o vendere una certa quantit (continua)