Home > Informatica > I controlli di SQL Catcher per SQL Server: avvisi e notifiche importanti

I controlli di SQL Catcher per SQL Server: avvisi e notifiche importanti

scritto da: Datamaze | segnala un abuso

I controlli di SQL Catcher per SQL Server: avvisi e notifiche importanti

Questo articolo di approfondimento su SQL Catcher analizza in dettaglio i controlli relativi ad avvisi e notifiche importanti. Si tratta di una categoria piuttosto generica che racchiude tutta una serie di controlli che non possono essere catalogati in una categoria specifica, ma che rappresentano comunque delle informazioni estremamente utili e che volevamo assolutamente comunicare all置tente.


Questo articolo di approfondimento su SQL Catcher analizza in dettaglio i controlli relativi ad avvisi e notifiche importanti.
Si tratta di una categoria piuttosto generica che racchiude tutta una serie di controlli che non possono essere catalogati in una categoria specifica, ma che rappresentano comunque delle informazioni estremamente utili e che volevamo assolutamente comunicare all置tente.

Vediamo nel dettaglio i vari controlli eseguiti.

Controllo ultimo riavvio dell段stanza SQL Server

Avvisiamo l置tente se ci risulta un riavvio dell段stanza nelle ultime 24 ore. Chiaramente questo evento non rappresenta un problema se il riavvio dell段stanza motivato (sono stati fatti degli update o dei cambi di configurazione che necessitavano di un riavvio per essere effettivi, una manutenzione programmata, eccetera). 

Tuttavia ci capita spesso di vedere utenti che quando SQL Server ha dei problemi di performance o altre motivazioni cercano di risolvere il problema con il classico riavvio dell段stanza. Questa non una buona pratica in quanto un riavvio dell段stanza porta con se tutta una serie di conseguenze: lo svuotamento del Buffer Pool dove SQL Server registra tutte le pagine dati che sono state lette da disco, uno svuotamento del Plane Cache dove vengono registrati i piani di esecuzione delle query che SLQ Server utilizza per rendere pi veloci le esecuzioni delle query stesse (obbligando SQL Server per ogni nuova esecuzione di query dopo il riavvio di andare a riscrivere fisicamente il piano di esecuzione nella cache), eccetera.

Controllo spazio su disco

Per tutti i dischi su cui sono salvati i file dei database verifichiamo lo spazio libero rimasto. Avvisiamo se lo spazio libero su disco inferiore del 20% dello spazio totale (prima soglia di avviso) e quando inferiore del 10% (seconda soglia di avviso).

Controllo tempi di latenza dei dischi

Per tutti i dischi su cui sono salvati i file dei database verifichiamo i tempi di latenza in scrittura e in lettura. Avvisiamo se tali tempi sono superiori a 40ns, soglia oltre la quale vale la pena tenere monitorato la situazione per eventuali problemi di performance.

Controllo stato dei database

Con questo controllo riportiamo il numero di eventuali database che hanno cambiato stato (online/offline) rispetto al controllo precedente. Nella sezione database, di conseguenza, si vedr il nome dei database che hanno cambiato stato.

Controllo stato del servizio SQL Agent

Il servizio SQL Agent non disponibile nella versione Express di SQL Server (oltre ad altre limitazioni che la versione Express porta con s). Essendo il servizio SQL Agent un servizio fondamentale, avvisiamo l置tente se vediamo che tale servizio disabilitato. Pu infatti succedere che, in seguito a qualche riavvio o aggiornamento dell段stanza o a qualche operazione accidentale (soprattutto se SQL Server Agent impostato con riavvio manuale), il servizio rimanga accidentalmente spento compromettendo l弾secuzione di tutte le attivit schedulate in background.

Controllo log di SQL Server

Al momento avvisiamo se nel log di SQL Server si evidenziano dei login all段stanza falliti oppure se il database tempdb sta assumendo dimensioni anomale. Nel caso in cui il file di log sia piuttosto corposo consigliamo al cliente di fare delle verifiche manuali sul file di log stesso per ispezionare eventuali errori importanti.

Controllo cambi di configurazione a livello di istanza

Avvisiamo l置tente se sono avvenute delle modifiche a livello di istanza rispetto al controllo precedente. In particolare, segnaliamo variazioni inerenti i seguenti parametri di configurazione.


Fonte notizia: https://www.datamaze.it/blogs/post/i-controlli-di-sql-catcher-avvisi-e-notifiche-importanti


database | SQL Server | Microsoft |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

SQL Server gratuito?


Le novit di SQL Server 2022


Nuovo aggiornamento della sicurezza per SQL Server


Licenze SQL Server 2022


La nuova frontiera del monitoraggio di SQL Server con SQL Catcher


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

SQL Server 2012 e Windows Server 2012 End of Support: ecco cosa si pu fare

Il 12 luglio termina il Supporto Esteso per SQL Server 2012, ecco cosa si pu fare senza rinunciare alla sicurezza. Come abbiamo gi visto, il 12 luglio 2022 corrisponde alla data di 脱nd of Support per SQL Server 2012. Per i prodotti server, Microsoft garantisce cinque anni di supporto 僧ainstream che comprende nuove funzionalit, aggiornamenti di sicurezza e bug fix. Al termine di questo periodo inizia il Supporto Esteso, che dura altri cinque anni e che comprende solamente bug fix e (continua)

Nuovo aggiornamento della sicurezza per SQL Server

Nuovo aggiornamento della sicurezza per SQL Server
Marted 14 giugno 2022 Microsoft ha rilasciato una serie di importanti aggiornamenti sulla sicurezza, uno per ciascuna delle versioni correnti di SQL Server. Marted 14 giugno 2022 Microsoft ha rilasciato una serie di importanti aggiornamenti sulla sicurezza, uno per ciascuna delle versioni correnti di SQL Server, ovvero da SQL Server 2014 a SQL Server 2019.La vulnerabilit risolta dall誕ggiornamentoQuesto aggiornamento va a risolvere una vulnerabilit nota, identificata dal codice CVE-2022-29143 e relativa all弾secuzione di codice da remoto. Un utente (continua)

Business Intelligence: le configurazioni dello Stack BI Microsoft Parte 2

Business Intelligence: le configurazioni dello Stack BI Microsoft Parte 2
Continuiamo la nostra panoramica sulle funzionalit o vantaggi raggiungibili da ciascuna delle diverse composizioni dello Stack BI di Microsoft. Continuiamo la nostra panoramica sulle varie configurazioni possibili con gli strumenti dello Stack BI Microsoft. Abbiamo raccolto una lista di nove potenziali funzionalit o vantaggi raggiungibili da ciascuna delle diverse composizioni dello stack BI di Microsoft. Riassumiamo nuovamente le funzionalit o vantaggi:La conduzione attivit di esplorazione del dato, ossia Data Analysis & Disc (continua)

Business Intelligence: le configurazioni dello Stack BI Microsoft

Business Intelligence: le configurazioni dello Stack BI Microsoft
Una volta scelto di adottare la Business Intelligence di Microsoft, occorre decidere quali specifici strumenti introdurre in azienda. Gli strumenti scelti definiranno chiaramente l誕rchitettura BI, che potr essere pi o meno plastica, pi o meno visionaria, ed aprirsi ad un differente numero di altri strumenti. Non c定 una soluzione universalmente corretta, tutto dipende dai requisiti che ogni azienda pu avere, dalle competenze interne e dai costi (non solo in termini di licenze) che pu affrontare.Abbiamo raccolto una lista di nove potenziali funzionalit o vantaggi raggiungibili da ciascuna delle diverse composizioni dello Stack BI di Microsoft. Brevemente, le funzionalit o vantaggi sono le seguenti: (continua)

SQL Server 2012 End of Support

SQL Server 2012 End of Support
Il 12 luglio 2022 termina il supporto a Microsoft SQL Server 2012, ecco cosa significa e cosa si pu fare. In attesa della preview pubblica di SQL Server 2022, attesa entro la prima met di quest誕nno, vediamo quali sono le prossime scadenze del supporto e del supporto esteso in ambito Microsoft, per quanto riguarda le soluzioni per la gestione dei dati e i server.9 luglio 2022: termine degli aggiornamenti di sicurezza estesi per SQL Server 2008 e SQL Server 2008 R212 luglio 2022: termine del supporto (continua)