Home > Ambiente e salute > Accordo volontario tra Legnolandia e Ministero della Transizione Ecologica. Obiettivo contabilizzare e ridurre le emissioni in ciclo vita prodotti in legno per la bioedilizia, l'arredo urbano e i giochi per parchi, punta

Accordo volontario tra Legnolandia e Ministero della Transizione Ecologica. Obiettivo contabilizzare e ridurre le emissioni in ciclo vita prodotti in legno per la bioedilizia, l'arredo urbano e i giochi per parchi, punta

scritto da: NextCommunications | segnala un abuso

Accordo volontario tra Legnolandia e Ministero della Transizione Ecologica. Obiettivo contabilizzare e ridurre le emissioni in ciclo vita prodotti in legno per la bioedilizia, l'arredo urbano e i giochi per parchi, punta

Il rappresentante della società di Forni di Sopra, De Santa: "Aderire al Programma Nazionale per la Valutazione dell'Impronta Ambientale è in linea con la mission della nostra azienda, che da sempre investe in sostenibilità".


UDINE, 18 GIUGNO 2021 - Il calcolo dell'impronta di carbonio (carbon footprint) di case e costruzioni in Bioedilizia, arredi e strutture in legno per l'arredo urbano, attrezzature ludiche per aree verdi, come torri con scivolo, castelli, altalene e  tunnel, individuando ed adottando scelte tecnologiche e gestionali,  volte a ridurre quella stessa impronta, con risultati positivi nel breve e medio periodo in termini di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni.

È quanto si propone di realizzare Legnolandia Srl di Forni di Sopra (Udine), una delle aziende leader a livello italiano nel settore della produzione, trasformazione e commercializzazione di manufatti in legno nel settore costruzioni in bioedilizia, arredo urbano e giochi per parchi, nell'ambito dell'accordo volontario sottoscritto con il Ministero della Transizione Ecologica per il calcolo dell'impronta ambientale, il primo di questo genere firmato in Italia con il nuovo Dicastero. 

A siglare lo scorso 16 giugno l'intesa, che avrà la durata di due anni e potrà essere rinnovata, sono stati il direttore generale del Ministero Oliviero Montanaro e il legale rappresentante di Legnolandia Srl, Marino De Santa. L'accordo rientra nel DNA aziendale, dato che Legnolandia da sempre impegna energie e risorse per ottenere prodotti in grado di garantire altissime prestazioni, riducendo il più possibile l'impatto ambientale. L'azienda si appresta dunque a calcolare e a ridurre, di concerto con il Ministero, e secondo l'approccio "dalla culla alla tomba" (cioè nell'intero arco del loro ciclo di vita), l'impatto dei prodotti inseriti nell'apposito piano di lavoro che stabilisce attività e tempistiche, con particolare riguardo alla contabilizzazione della carbon footprint (ovvero la misura della CO2 equivalente). Legnolandia si impegna anche a definire "un sistema di gestione delle emissioni nella produzione,  trasformazione e commercializzazione dei manufatti in legno nel settore delle costruzioni in bioedilizia, dell'arredo urbano e dei giochi per parchi". E si impegna, inoltre, a valutare le emissioni residue di CO2 equivalente (post interventi di riduzione) per poi individuare possibili azioni per la loro compensazione

"Siamo molto soddisfatti di aderire con questo accordo volontario al Programma nazionale per la Valutazione dell'Impronta Ambientale - ha commentato De Santa - dato che la nostra azienda intende rafforzare ulteriormente la sua politica ambientale nel settore climatico, attraverso iniziative e impegni che siano in linea con le politiche governative nell'ambito del Green Deal Europeo e dell'Accordo di Parigi. Inoltre - ha aggiunto - siamo consapevoli che i consumatori finali sono sempre più sensibili al valore ambientale delle proprie scelte e che questo valore viene percepito in misura crescente come un fattore di competitività". 

Il Ministero della Transizione Ecologica, impegnato a sostenere, "con programmi in collaborazione con amministrazioni pubbliche e imprese, la promozione della riduzione delle emissioni e la diffusione di modelli sostenibili di produzione e consumo", attraverso la Direzione generale per la Crescita sostenibile e la Qualità dello sviluppo, fornirà la propria collaborazione istituzionale, monitorando e coordinando Legnolandia in ciascuna delle attività. Con l'accordo, Legnolandia si assume altresì l'impegno a comunicare tutti i risultati delle diverse fasi attuative, di concerto con il Ministero. In questa operazione strategica, Legnolandia sarà assistita dall'agenzia di comunicazione Next Relations di Udine in qualità di advisor. Nelle fasi di calcolo e conseguente valutazione delle misure da attuare per la riduzione dell'impronta e per la compensazione delle emissioni residue, l'azienda di Forni di Sopra sarà assistita da un importante istituto di ricerca.

 

NEXT srl

Via Giusto Muratti, 56  |  33100  |  Udine

Tel. +39 0432 1439041

www.nextrelations.it

 


Fonte notizia: https://legnolandia.com/


bioedilizia | sostenibilità |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Assicoop FVG in prima linea a sostegno di lavoratori, famiglie e mondo cooperazione

Assicoop FVG in prima linea a sostegno di lavoratori, famiglie e mondo cooperazione
Bilancio 2020 approvato dall'Assemblea ordinaria svoltasi ieri a Udine. Utile di gestione pari a 16.707 euro. Il presidente Marco Riboli: “Covid ha accelerato impegno per solidarietà”. Un utile di gestione pari a 16.707 euro, destinato ad aumentare il fondo di riserva della società, e la realizzazione di importanti iniziative di solidarietà a favore delle cooperative socie nel corso del 2020. Sono i principali risultati del bilancio chiuso al 31 dicembre 2020 e dell'attività svolta l'anno scorso da Assicoop Fvg, la s.r.l. che riunisce il mondo delle cooperative aderenti a LegaCo (continua)

Trieste si prepara ai campionati mondiale ed europeo di vela a Luglio

Trieste si prepara ai campionati mondiale ed europeo di vela a Luglio
Il 420 dei velisti triestini Luca de'Vidovich e Francesco Austoni pronto a gareggiare ai campionati mondiale (Sanremo) ed europeo (Formia) nel mese di luglio. Vestirà i colori di Ondatlc. Trieste, 30 giugno 2021 - "Ci siamo allenati molto, in baia, fino a Muggia, ma anche fino a Capodistria: dai 4 ai 6 allenamenti alla settimana, anche d'inverno. Per questi campionati così importanti, abbiamo cercato di prepararci nel modo migliore". Lo racconta Luca de' Vidovich, triestino, 18 anni, prodiere della barca 420 che con Francesco Austoni (17 anni), triestino pure lui, si appresta (continua)

Atrio Villach, l'esperienza di shopping o di gita è ora più facile: ecco le nuove regole per chi arriva dai Paesi a basso rischio

Atrio Villach, l'esperienza di shopping o di gita è ora più facile: ecco le nuove regole per chi arriva dai Paesi a basso rischio
Il general manager Richard Oswald: "Aspettiamo gli amici italiani a braccia aperte". Per il rientro, test antigenici gratuiti direttamente nel centro commerciale. "Si può scegliere tra naso e gola". VILLACH, 21 GIUGNO, 2021 - Lo shopping center Atrio di Villach, il più grande della Carinzia, a pochi chilometri di distanza dal confine di Coccau-Tarvisio, è pronto ad accogliere i clienti italiani in sicurezza e con molte novità, grazie all'allentamento delle misure restrittive anti-Covid in ingresso e alla possibilità di effettuare gratuitamente in loco i tamponi richiesti per il rientro in Ita (continua)

Atrio Villach, l'esperienza di shopping o di gita è ora più facile: ecco le nuove regole per chi arriva dai Paesi a basso rischio

Atrio Villach, l'esperienza di shopping o di gita è ora più facile: ecco le nuove regole per chi arriva dai Paesi a basso rischio
Il general manager Richard Oswald: "Aspettiamo gli amici italiani a braccia aperte". Per il rientro, test antigenici gratuiti direttamente nel centro commerciale. "Si può scegliere tra naso e gola". VILLACH, 21 GIUGNO, 2021 - Lo shopping center Atrio di Villach, il più grande della Carinzia, a pochi chilometri di distanza dal confine di Coccau-Tarvisio, è pronto ad accogliere i clienti italiani in sicurezza e con molte novità, grazie all'allentamento delle misure restrittive anti-Covid in ingresso e alla possibilità di effettuare gratuitamente in loco i tamponi richiesti per il rientro in Ita (continua)

Zampieri Holding bilancia le emissioni dei suoi 300 camion finanziando progetti sostenibili. Un’alternativa per i trasporti green

Zampieri Holding bilancia le emissioni dei suoi 300 camion finanziando progetti sostenibili. Un’alternativa per i trasporti green
Continua il percorso green iniziato dall’azienda con base a Roma attraverso la sottoscrizione nel 2014 dell’accordo volontario con il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. Nuova tappa completata nel 2020 con la neutralizzazione delle emissioni “non evitabili” del 2019 tramite l'acquisto di crediti per la realizzazione di un progetto di agricoltura «no-till» in Ucraina. ROMA, 9 febbraio 2021 – Nuovo traguardo “verde” per Zampieri Holding Srl, azienda leader in Italia nel settore del traporto di merci su strada con headquarters a Roma, che ogni anno calcola annualmente l'impronta di carbonio (Carbon Footprint) dei propri servizi di trasporto su strada. Rispettando i più elevati standard di Corporate Climate Responsibility, Zampieri Holding si fa carico degli effet (continua)