Home > Esteri > Convegno in Ghana sull'integrazione economica e la questione del Sahara

Convegno in Ghana sull'integrazione economica e la questione del Sahara

scritto da: FLM | segnala un abuso

 Convegno in Ghana sull'integrazione economica e la questione del Sahara

in questo seminario è stato discusso anche su come i vicoli ciechi politici, quali la questione del Sahara del Marocco, costituiscano oggi come oggi uno dei principali ostacoli all'integrazione economica dell'Africa.


Il 27 luglio 2021 l'Imani Centre for Policy and Education, un think tank ghanese ha organizzato ad Accra un seminario sul tema:" l'imperativo della ripresa economica, come può la risoluzione del problema del Sahara rafforzare l'integrazione continentale dell'Africa".

Inoltre, questo evento ha riunito diverse parti giunte dal Ghana e dall'Africa occidentale, di cui tra i presenti esperti nella materia, economisti, politici, accademici e vari gruppi di diverse paesi africani del Gambia, Senegal, Liberia, e della Nigeria.

Tuttavia, il seminario mirava a discutere circa le attuali sfide dell'Unione Africana in modo scientifico in un esercizio altamente intellettuale e basato sull'evidenza con esperti qualificati.

Si precisa, che le discussioni di questa tema erano concentrate sulle sfide dell'integrazione economica regionale e continentale e basata sul ruolo delle comunità economiche con la presenza del segretario dell'Accordo di libero scambio continentale africano.

Tutti i partecipanti presenti al seminario hanno indicato l'urgenza di tale integrazione e hanno chiesto la piena attuazione dell'AFCFTA e la sua protezione contro qualsiasi situazione di stallo che ostacoli l'ideale d'integrazione del continente sul terreno, dichiarato dall'UA.

Vale la pena menzionare che in questo seminario è stato discusso anche su come i vicoli ciechi politici, quali la questione del Sahara del Marocco, costituiscano oggi come oggi uno dei principali ostacoli all'integrazione economica dell'Africa.

Si sottolinea che i partecipanti hanno confermato la necessità di trovare una soluzione valida e realistica di questa vecchia storia del Sahara del Marocco che non può che costituire una svolta nel consolidamento regionale e continentale dell'Africa e secondo i partecipanti l'UA deve correggere questa eredità ingombrante oltre l'errore storico.

Nel contesto attuale, segnato dall'urgenza della ripresa economica per l'unità, l'integrazione e la sicurezza complessiva del continente, l'incidente del Guerguerat dimostra la necessità di superare posizione ideologiche improduttive.

L'analisi da parte dei partecipanti che l'ostruzione per tre settimane da parte dei campeggiatori guidati dal Polisario di una strada vitale e strategica che collega Europa, Nord Africa e Africa occidentale mette in pericolo i Paesi limitrofi, di cui la regione e la sicurezza economica dell'intera continente, inoltre, l'ottima collaborazione tra il Regno del Marocco e i paesi dell' Africa occidentale.

I partecipanti hanno ritenuto che l'ammissione nell'organizzazione dell'Unità Africana(OUA) quindi il suo mantenimento da parte dell'UA, di un'entità non statale, che da allora è stata solo una fonte di divisioni e ostacoli.

Si precisa che ci sono due punti di riflessione in questo tema: la prima che l'UA sta diventando sempre di piu' un soggetto politico in grado di risolvere le questioni interne al continente africano. La seconda che l'Africa è in grado di gestire senza l'intervento terzo ogni problema, in questo senso l'opera di solidarietà e proattività del Regno del Marocco durante la crisi sanitaria è un esempio da seguire, oltre la creazione di un polo scientifico medico dedicato allo studio delle malattie e vaccini in grado di fornire l'intero paese e anche l'Africa.

La posizione geografica del Marocco e la sua ricca storia con la guida di Sua maestà il Re Mohammed VI, è molto importante nella chiave Pan africana, basta vedere la crisi libica e la mediazione marocchina è un vero esempio di come l'Africa messa in atto per risolvere da sola dei problemi cosi grave.

Si ricorda che il Marocco sta attraversando un periodo di stabile e sostenuta crescita economica è oggi parte di 55 accordi di libero scambio. Rabat si sta quindi progressivamente affermando come porta d'accesso all'Africa, considerando lo sviluppo economico interno e l'investimento nei paesi africani sotto l'azione di Sua Maestà il Re Mohammed VI.

Forum Veneto Marocco.

convegno ghana |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Elezioni in Marocco, la Grande vittoria dei partiti liberali contro la dura sconfitta del Partito Islamico

Elezioni in Marocco, la Grande vittoria  dei partiti liberali contro la dura sconfitta del Partito Islamico
il destino del partito islamico moderato PJD partito della giustizia e dello sviluppo, ha subito una sconfitta dura dopo 10 anni al potere,da parte dal partito liberale centrista RNI raggruppamento nazionale degli indipendenti.  Il Marocco al voto verso una democrazia sotto la guida di Sua Maestà Mohammed VI, ma per capire dove sta andando il Regno, bisogna osservarlo da Paesi Europei con grande interesse. Tuttavia, le elezioni legislative, regionali, comunali in Marocco fissate per l’ 08 settembre 2021 ha segnato  il destino del partito islamico moderato PJD partito della giustizia e dello sviluppo, ha (continua)

Le elezioni in Marocco:nuove prospettive

Le elezioni in Marocco:nuove prospettive
circa 32 partiti sono in competizione per le elezioni di settembre dove i cittadini possono votare per scegliere i deputati della Camera dei rappresentanti e funzionari comunali e regionali.  Nel Regno del Marocco, le elezioni legislative, regionali e comunali, sono fissate per l’8 settembre2021. Dopo la primavera araba il partito per la giustizia e lo sviluppo PJD, di orientamento islamico moderato ha vinto le elezioni dopo la sua campagna elettorale.Suà Maestà il Re Mohammed VI era mosso per soddisfare la promessa di riforme, inclusa una nuova Costituzione che garantisse a (continua)

Nuovo incontro tra Marocco e Libya

Nuovo incontro tra Marocco e Libya
il Presidente della Camera dei Rappresentanti incontri un gruppo di funzionari e attori politici libici presenti nel Regno del Marocco nell’ambito delle iniziative intraprese da Rabat per cristalizzare una visione libica comune per la gestione della crisi libica. Selon la media, il presidente  della camera dei rappresentanti libica, Aguila SALEH, visiterà il Regno del Marocco il 02 e il 03/09/2021 nell’ambito di una visita ufficiale per incontrare funzionari marocchini al fine di consultarsi sull’evoluzione della crisi libica e coordinare i mezzi suscettibili di consentire alla Libia di superare gli ostacoli che affliggono il dossier libico, in (continua)

La rottura delle relazioni tra Algeria e Marocco

                       La rottura delle relazioni tra Algeria e Marocco
Nell’occasione della festa del Trono Il Re del Marocco Mohammed VI aveva teso la mano al suo vicino algerino invitandolo a far prevalere la saggezza e a lavorare insieme per lo sviluppo delle relazione tra i due stati, invece Taboune decide di interrompere le relazioni bilaterali senza giusta causa. Secondo la media, Il Ministro degli Esteri algerino Ramtane Lamamra, ha annunciato in una conferenza stampa che l’algeria ha ufficialmente deciso di interrompere i rapporti diplomatici con il Marocco.Lamamra ha letto una dichiarazione a nome del presidente algerino abdelmajid Tebboune in cui ha annunciati la rottura dei rapporti con Rabat a seguito della riunione dell’Alto consiglio di s (continua)

Una lettura sul discorso del Re del Marocco in occasione dell'anniversario della rivoluzione del Re e del popolo.

 Una lettura sul discorso del Re del Marocco in occasione dell'anniversario della rivoluzione del  Re e del popolo.
Il Marocco sta passando dei momenti storici e un sviluppo economico sociale molto importante, e nelle prossime elezioni dimostreranno la visione democratica del Paese in vari settori con la partecipazione del popolo marocchino con l'unità che il Re Mohammed VI assicura e protegge da sempre. Il Sovrano del Regno del Marocco ha affermato che il il suo paese come alcuni paesi dell'unione del Maghreb Arabo è oggetto di un processo aggressivo intenzionale e che sono stati reclutati tutti i mezzi possibili, legali, e illegali, i ruoli sono stati distribuiti e sono stati usati enormi mezzi di influenza per coinvolgere il Marocco in problemi e controversie con alcuni paesi.Inoltre , (continua)