Home > Economia e Finanza > Le strategie di Gruppo Riva per un ciclo produttivo sostenibile

Le strategie di Gruppo Riva per un ciclo produttivo sostenibile

scritto da: Articolinews | segnala un abuso

Le strategie di Gruppo Riva per un ciclo produttivo sostenibile

Gruppo Riva mette in pratica una serie di metodi volti a prolungare il ciclo di vita di prodotti che sarebbero altrimenti dispersi nell’ambiente


L'economia circolare si basa sull'idea di ridurre al minimo gli sprechi, cosa che nel settore siderurgico può avvenire o trasformando rifiuti esterni in prodotti da inserire nel proprio ciclo produttivo o trasferendo i propri scarti in stabilimenti esterni che li possano convertire e riutilizzare: Gruppo Riva adotta entrambe le strategie.

La seconda vita di polveri e scorie provenienti da Gruppo Riva

Negli stabilimenti siderurgici vengono prodotti, durante il ciclo di produzione dell'acciaio, rifiuti come le polveri e le scorie. che in passato venivano semplicemente disperse nell'ambiente. Prima fra tutte è la scoria nera, che rappresenta il 10% della produzione dell'acciaio. Le sue caratteristiche la rendono ideale per essere impiegata nella fabbricazione di conglomerati cementizi e come additivo nella formazione del bitume, così Gruppo Riva, invece di porre fine al loro ciclo di vita inviandole in discarica, le trasferisce in impianti esterni dove vengono riutilizzate e rese prodotti certificati. Lo stesso accade con le scorie bianche e le polveri. Le prime, che costituiscono il 10-12% della scoria nera, presentano altissime concentrazioni di calce e sono dunque adatte alla produzione di cemento, alla stabilizzazione del suolo e alla creazione di leganti idraulici. Le seconde contengono invece diversi elementi recuperabili quali metalli non ferrosi, zinco, alogenuri e ferro e possono essere utilizzate per produrre CZO (Composto di Ossidi di Zn).

In Gruppo Riva si utilizzano i rifiuti di plastica per produrre acciaio

Una delle più grandi piaghe in materia di salvaguardia ambientale riguarda lo smaltimento dei rifiuti plastici, che come sappiamo è un'operazione tutt'altro che sostenibile. L'idea di riutilizzare alcune qualità di plastica invece dell'antracite è proprio ciò che fa Gruppo Riva, che sta sperimentando l'utilizzo dei polimeri derivati dalla raccolta differenziata della plastica per i processi siderurgici e metallurgici. I polimeri vanno a sostituire prodotti quali carbone e antracite come elementi riducenti durante la fase di ossidazione del bagno di acciaio liquido, garantendo una serie di vantaggi ancora in fase di valutazione. Infatti, si può pensare di ridurre i quantitativi di CO2 emessa, probabilmente si avranno risultati chimici migliori rispetto all'uso dell'antracite e sicuramente si otterrà la valorizzazione di un materiale altrimenti destinato allo smaltimento, con conseguenze disastrose sull'ambiente.


Fonte notizia: https://webpressvalue.com/2021/07/20/economia-circolare-il-modello-di-gruppo-riva-utilizza-polimeri-scorie-nere-scorie-bianche-e-polveri-di-acciaieria/


Gruppo Riva |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Gruppo Riva: la strategia dedicata alle fermate estive


Riva Acciaio: il contributo all’economia circolare


Settore siderurgico: focus su Riva Acciaio, azienda leader in Italia


Sostenibilità: la politica adottata da Gruppo Riva per un’economia circolare


Lesegno: il Sindaco soddisfatto per la riapertura in sicurezza di Riva Acciaio


Gruppo Riva, pioniere nella produzione siderurgica in Europa


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Gruppo Riva: sostenibilità ed economia circolare nel settore siderurgico

Gruppo Riva: sostenibilità ed economia circolare nel settore siderurgico
Materiali di scarto come scorie e polimeri per produrre l’acciaio in modo sostenibile: il modello di Gruppo Riva, leader europeo nel comparto siderurgico L'impiego di scorie nere, scorie bianche, polveri di acciaieria e polimeri consente a Gruppo Riva di ottenere una produzione siderurgica ispirata ai principi dell'economia circolare.Gruppo Riva: l'utilizzo delle scorie e delle polveri nella produzione circolareRidurre al minimo gli sprechi è uno degli elementi alla base dell'economia circolare. Nello specifico del settore siderurgico, ci (continua)

Fondazione Cariplo, Andrea Mascetti sul progetto Reading Busto: “Recuperare dimensione magica del libro”

Fondazione Cariplo, Andrea Mascetti sul progetto Reading Busto: “Recuperare dimensione magica del libro”
Andrea Mascetti, Coordinatore Arte e Cultura di Fondazione Cariplo, ha partecipato alla presentazione di “Reading Busto. Leggere in città, leggere la città”, progetto finanziato grazie ad un bando dell’ente "Reading Busto Leggere in città, leggere la città" è nata grazie al Bando "Per il Libro e la Lettura" di Fondazione Cariplo. Andrea Mascetti, Coordinatore Arte e Cultura, è intervenuto alla presentazione del progetto: "Felicissimo che Busto abbia vinto".Andrea Mascetti: "Progetto valutato molto positivamente dai nostri tecnici"L'idea alla base di "Reading Busto Leggere in città, leggere (continua)

L’Egitto del Nuovo Regno: il saggio edito da Federico Motta Editore

L’Egitto del Nuovo Regno: il saggio edito da Federico Motta Editore
Federico Motta Editore, attraverso il saggio di Emanuele Ciampini, ripercorre la storia della regina d’Egitto Hatshepsut Tra le numerose opere pubblicate dalla Casa Editrice Federico Motta Editore, il saggio L'Egitto del Nuovo Regno di Emanuele Ciampini ripercorre la storia di Hatshepsut, una delle donne politiche più importanti d'Egitto.Federico Motta Editore: da oltre novant'anni simbolo di cultura e prestigioSimbolo di qualità, autorevolezza e tradizione, la Casa Editrice Federico Motta Editore pro (continua)

FME Education: l’importanza del digitale nella diffusione della cultura

FME Education: l’importanza del digitale nella diffusione della cultura
Il digitale a servizio della cultura e della conoscenza nei mesi di pandemia: il supporto di realtà come FME Education nell’agevolarne la diffusione La pandemia ha accelerato il processo di digitalizzazione già in atto: l'apporto di FME Education in ambito culturale, editoriale e didattico.FME Education: tecnologia e conoscenza, un binomio vincenteÈ innegabile che la pandemia abbia impresso una significativa accelerazione al processo di digitalizzazione in corso ormai da anni. L'impossibilità di eseguire le più semplici attività quot (continua)

Treedom, l’impegno sociale di Italchimica per la compensazione delle emissioni

Treedom, l’impegno sociale di Italchimica per la compensazione delle emissioni
Italchimica, un modello di business sostenibile e attento all’ambiente: gli obiettivi della collaborazione con Treedom, un albero piantato per ogni nuovo dipendente Punto di riferimento nel settore della pulizia professionale I&I e Horeca, Italchimica, guidata da Alessandro Fioretto si contraddistingue per il forte impegno anche in ambito sociale.Italchimica compensa in modo volontario le emissioni di CO2Responsabilità sociale d'impresa e impegno in materia di sostenibilità contraddistinguono da sempre l'attività di Italchimica: lo conferma anch (continua)