Home > Sport > MASTER, LO SPECIALE MOMENTO MONDIALE! IL CIOCCO, INIZIA LA STORIA UCI MARATHON

MASTER, LO SPECIALE MOMENTO MONDIALE! IL CIOCCO, INIZIA LA STORIA UCI MARATHON

scritto da: Newspower | segnala un abuso

MASTER, LO SPECIALE MOMENTO MONDIALE! IL CIOCCO, INIZIA LA STORIA UCI MARATHON

Per la prima volta l’UCI assegna le medaglie master mtb marathon Nell’invitante Toscana un’altra “prima” assoluta dopo quella del 1991 Da 35 anni a over70, ben 48 medaglie in palio, il piatto è ricco La gara il 25 settembre, 64 km nella Valle del Serchio, indimenticabili!


Carpe Diem. “Cogliete l’attimo, ragazzi. Rendete straordinaria la vostra vita”. 

Ricordate le parole di Robin Williams nel film L’attimo fuggente? Ebbene il 25 settembre per gli appassionati di mtb, specialisti e non delle lunghe distanze, l’attimo da cogliere è quello del primo Campionato del Mondo UCI Master Marathon. L’evento sarà ospitato in Italia, per l’esattezza in Toscana in quell’area del Ciocco e nella magica terra della Garfagnana che alla mtb internazionale ha già regalato un’altra “prima”, quella europea del Campionato Mondiale di MTB nel lontano 1991, secondo Mondiale della storia. 

Imperativo essere un “master” secondo le norme UCI. Non servono licenze internazionali o particolari permessi, basta un buon bagaglio di allenamento che, a settembre, non dovrebbe mai mancare.

“Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione”, disse Oscar Wilde. Dunque vale la pena segnarsi sul calendario la data del 25 settembre, preparare la propria mtb, iscriversi (https://www.cioccobike.it/it/evento/masters-mtb-marathon-world-championships) e prenotare un bel weekend lungo al Ciocco, dove gli hotel o i cottage sono a due passi, nel senso letterale della parola, dal tracciato.

Gli organizzatori annunciano un percorso di 64 Km, suddiviso in due giri, utile questo anche per le assistenze dei master in gara con un dislivello totale di 2.600 metri. Il percorso del Ciocco e della Valle del Serchio sembra disegnato apposta per chi pensa alla mtb “vera”, quella che regala emozioni uniche nel pedalare off-road; nella gara del Campionato del Mondo UCI Master Marathon i tratti di asfalto sono pochissimi e brevi, qualcuno in più rispetto al test event, quel giusto mix per prender fiato dopo salite e discese che ricordano la mtb di un tempo, tecnica ma che non è cross country, è marathon allo stato puro.

Il regolamento ammette alla competizione tutti i tesserati di qualsiasi federazione aderente all’UCI, il range dell’età è da 35 a +70 anni, sia per i maschi che per le femmine, con 8 categorie.

Il Ciocco è una tenuta privata che si estende su 600 ettari, un territorio particolarmente amato a suo tempo anche dal poeta Giovanni Pascoli, che all’interno ospita un eccellente bike park con il Pump Track Dome, la struttura coperta più grande d’Italia per tale specialità.

L’occasione del Campionato del Mondo UCI Master Marathon è ghiotta anche per trascorrere alcuni giorni di vacanza in un’area che a settembre è particolarmente invitante, per i colori dell’autunno che ammantano i castagneti e i boschi ricchi di funghi, per la rinomata cucina toscana e per il buon vino delle terre locali. Ma il motivo principale è che i partecipanti a questo evento scriveranno una speciale pagina di storia della mtb, che per la prima volta propone titolo e medaglie iridate, ben 48 tra oro, argento e bronzo tra maschi e femmine, e poi c’è la maglia con i colori dell’iride da poter sfoggiare più che un trofeo.

Le iscrizioni sono in corsa fino al 21 settembre, ma… chi ha tempo non aspetti tempo. Le soluzioni alberghiere nell’area del Ciocco sono tante, ma non infinite, meglio affrettarsi: info: https://ciocco.it/it/strutture-ricettive e 0583 719401

Per chi invece volesse rivivere le epiche imprese del 1991, il 26 settembre al Ciocco ci sarà l’evento “Revival”, aperto ai campioni di ieri e ai bikers di oggi, basta una mtb ante 2000, ma non con telai in carbonio, e tanta voglia di divertirsi.

Info: www.cioccobike.it 

newspower | ciocco | mtb | ciocco bike circle | uci marathon | mondiale | master | lucca | barga | toscana |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

‘IL CIOCCO’ IN SELLA ALLA MTB CALA GLI ASSI. PRESENTATI I MONDIALI MASTER MARATHON


ALLA SCOPERTA DEL TRACCIATO DEL CIOCCO. JANES SOGNA IL 12° TITOLO MONDIALE MASTER


‘IL CIOCCO’ RITORNA MONDIALE. I MASTER ALLA CONQUISTA DELL’IRIDE


Pezzo, Pallhuber, Simoni e Bonazzi. Sabato al Ciocco il Mondiale Master con Revival


Ciocco: terre di poeti e canzoni d'autore. In 15 a ballare sul podio con l'oro inedito


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME
Pian piano si dispone l’attrezzatura per innevare i 70 km da Moena a Cavalese È la gara amata dai grandi campioni dello sci di fondo, con “ritorni” eccellenti Il 29 e 30 gennaio ce n’è per tutti i gusti con Light, Story, Baby, Mini, Young e Stars C’è ancora qualche posto, la corsa al pettorale sta per concludersi C’è un’equazione fissa che mette alla prova gli organizzatori della Marcialonga: basse temperature, produzione neve.È vero che il termometro in questo periodo fluttua su e giù dallo zero, è comunque tempo di spolverare i 26 ‘cannoni’ che gli uomini della mitica granfondo degli sci stretti, la cui 49.a edizione è in programma il 29 e 30 gennaio, hanno tolto dal magazzino. L’imperativo è iniziare la (continua)

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO
Sono sempre di più gli iscritti alla prima gara di stagione del fondo Gli organizzatori livignaschi hanno stabilito il tetto massimo di 500 unità Da sabato 23 ci si potrà allenare sull’anello frutto dello snow farming La “superstar” Klaebo di nuovo a Livigno per la preparazione in altura della stagione Olimpica Da Pauli Siitonen, il finlandese che ha avuto l’intuito, a Bill Kock, l’americano che per primo sviluppò la nuova tecnica negli anni ‘70. Lo skating è una disciplina dello sci di fondo che piace, frizzante ed esplosiva.La prima opportunità di stagione di calzare gli sci stretti e fare a gara col cronometro in tecnica libera è la storica Sgambeda, che sabato 4 dicembre è pronta ad alzare il sipario (continua)

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone
Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse (continua)

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno
L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro 600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimen (continua)

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti
Il 22-23 gennaio in Val di Fiemme appuntamento col 38° Skiri Trophy XCountry A Lago di Tesero (TN) classico happening dello sci di fondo giovanile Al via le categorie Baby, Cuccioli, Ragazzi e Allievi e quindi il Revival Un mix di iniziative per tutti gli appassionati: dai più giovani ai nostalgici Lo sci di fondo può guardare lontano con entusiasmo: quello che è comunemente definito il ‘mondialino’ degli sci stretti è confermato per l’imminente stagione: dopo l’annullamento dello scorso gennaio a causa della pandemia, il 22-23 gennaio prossimi la Val di Fiemme vedrà nuovamente i giovani atleti degli sci stretti darsi battaglia in occasione del 38° Skiri Trophy XCountry. L’evento è ormai una (continua)