Home > Altro > Gianni Nazzaro, breve biografia.

Gianni Nazzaro, breve biografia.

scritto da: Giangius | segnala un abuso

Gianni Nazzaro, breve biografia.

Erminio Nazzaro, napoletano doc, artista del varietà, rumorista di successo, era il padre di Gianni Nazzaro, secondo di quattro figli, due sorelle ed un fratello: Esmeralda, Maurizio ed Anna Maria. Maurizio, cantautore di successo, passò purtroppo a miglior vita a giugno del 2020 per un male simile, aveva 60 anni. A Gianni piacevano tanto le sue canzoni, tanto da interpretarne alcune nel programma MilleVoci. Anna Maria Nazzaro è tutt’ora impegnata nel campo musicale come insegnante di canto.


GLI INIZI

Il debutto artistico di Gianni Nazzaro avvenne nel 1965 quando aveva scelto come pseudonimo "Buddy". Imitava con successo le voci di cantanti che allora erano già in voga come Bobby Solo, Adriano Celentano, Gianni Morandi e altri, in alcune incisioni per la casa discografica "KappaO" di Napoli.

Nel 1967 partecipò ai Festival di quella città con il brano “Sulo pé mmé e pé tte”, non accedendo però alla finale.

Dopo il passaggio alla casa discografia “Fans”, fu notato ad “Un disco per l'estate”, edizione 1968 con il brano “Solo noi”.

IL SUCCESSO

L'anno successivo partecipò con “Incontri d'estate” al Cantagiro. Nel 1970 vinse il “Festival di Napoli” con il brano “Me chiamme ammore”, in coppia con Peppino Di Capri.

Nel 1971 partecipò a “Canzonissima” con due brani: “Far l'amore con te” e “Miracolo d'amore”. L'anno dopo si classificò al primo posto ad “Un disco per l'estate” (1972) con “Quanto è bella lei” e due anni dopo con “Questo sì che è amore”.

Sempre nel 1974 Gianni fu anche uno dei protagonisti dell'operetta “Al Cavallino Bianco”, nella versione prodotta dalla RAI.

Tra i suoi successi, concentrati soprattutto negli anni settanta: L'amore è una colomba (1970, di Giancarlo Bigazzi e Totò Savio); Bianchi cristalli sereni (1971, di Don Backy); Non voglio innamorarmi mai (1972, musica di Giancarlo Bigazzi; testo di Moreno Signorini); A modo mio (1974, scritta da Claudio Baglioni ed Antonio Coggio). Tutte canzoni presentate al Festival di Sanremo, ed "In fondo all'anima" (musica di Emilio Campassi e Antonio Iglio, testo di Armando Ambrosino).

Partecipò al “Festival di Sanremo” nel 1983 con il brano “Mi sono innamorato di mia moglie”, (musica di Michele Russo e testo di Daniele Pace).

Nel 1987 tentò nuovamente la presenza al Festival ma il brano da lui proposto “Perdere l'amore”, venne scartato alle selezioni. Ironia della sorte, lo stesso brano venne ripresentato l'anno successivo da Massimo Ranieri, e questa volta non solo venne selezionato, ma addirittura vinse la manifestazione Sanremese.

Gianni Nazzaro spiegò poi che il motivo di questa apparente discriminazione fu nel fatto che la sua casa discografica era una società privata mentre quella di Ranieri era una multinazionale. Convenienze commerciali, insomma, nessuna novità, diciamo noi, ma la cosa è brutta assai.

LA CARRIERA DELL'ATTORE E LA MATURITA'

Nel 1979 è tra i protagonisti della commedia musicale di Renato Rascel "In bocca all'Ufo".

In occasione del Festival di Sanremo 1994 fece parte del gruppo “Squadra Italia”, costituito per l'occasione e cantò il brano “Una vecchia canzone italiana”.

Nel 1998 ricoprì il ruolo del padre di Sara De Vito nella soap opera “Un posto al sole”.

Nel 1999 partecipò con grande successo al musical "Hello Dolly" con Loretta Goggi e Paolo Ferrari.

Nel 2007 recitò nella soap "Incantesimo". Nel 2009 è nel cast principale di "Un posto al sole d'estate".

Dal 2010 al 2016 partecipò assiduamente, anche come presentatore, alla trasmissione musicale “MilleVoci” diretta e prodotta dal suo amico Gianni Turco, in onda su un circuito di emittenti regionali, su Sky e sul canale 68 nazionale di BOM channel oltre che nel web al canale MilleVoci, programma tv.

Dal 16 novembre 2011 fu impegnato nello spettacolo musicale “Noi che, gli anni migliori” di Carlo Conti al Teatro Salone Margherita di Roma.

Nel 2014 partecipò al programma “Tale e quale show”, condotto da Carlo Conti in prima serata su Rai 1, vincendo una puntata con l’interpretazioe proprio di “Perdere l'amore”.

Nel novembre 2018 fu edito il singolo “Il campo di grano”, accompagnato da un elegante videoclip creato dalla collaborazione del regista romano Michele Vitiello, che anticipò la produzione di un intero album da titolo "70 anni a modo mio..." prodotto dall'etichetta Clodio Music, album travagliato a seguito di un grave incidente stradale subito da Gianni Nazzaro mentre viggiava con la compagna Nada da Parigi a Roma.

LA VITA PRIVATA

Gianni Nazzaro è stato sposato con Nada Ovcina, che gli ha dato due figli, Giovanni Junior (1973) e Giorgia (1976). Dopo la separazione, si legò a Catherine Frank (vero nome Pleite Armonia Del Carmen), una ex indossatrice francese che gli ha dato altri due figli, David e Mattia. La storia finì e Nazzaro tornò a vivere con Nada Ovcina che gli fece da manager ed ufficio stampa.

I due si sposarono poche ore prima che Gianni morisse, nella stanza dell’ospedale Gemelli di Roma, alle tre del mattino.

Gianni Nazzaro ci lasciò il 27 luglio 2021 (stesso giorno della nascita) per un tumore ai polmoni. Aveva 73 anni.


Fonte notizia: http://www.millevoi.it


Ginni Nazzao | cantantwe | interprete | napoli | fstival | millevoci | nada | argentina | quanto è bella lei | signora | mi soo innamorato di mia moglie | alleria |



 

Potrebbe anche interessarti

Gli esercizi di memoria di Gianni Golfera


"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


Il curriculum di Gianni Lettieri, Presidente di Meridie S.p.A. e Atitech


Il percorso professionale di Gianni Lettieri, che nella sua autobiografia è “L’imprenditore scugnizzo”


Meridie S.p.A.: il percorso professionale del Presidente e AD Gianni Lettieri


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MilleVoci 2022 tornerà in autunno.

MilleVoci 2022 tornerà in autunno.
Una trasmissione televisiva che riunisce in sé, contemporaneamente, protagonisti di spicco - solisti e gruppi musicali - degli anni '60-'70-’80 e grandi cantaautori come Franco Fasano, Mimmo Cavallo, gli eredi musicali di Little Tony ed artisti forse un po' meno noti desiderosi di una visibilità certa e ad ampia diffusione televisiva. Giunto alla 18ma edizione - grazie alla tenacia e determinazione del suo ideatore, produttore e regista Gianni Turco - il "format" musicale "MilleVoci" (il più famoso e popolare tra i programmi a contenuto canoro sarà registrato  in ottobre.Le puntate saranno in onda in tutta Italia su un canale nazionale, su “Sky” al Canale 824 e "Tivùsat" al Canale 422 (in HD), a cura di “TeleCupole” c (continua)

MilleVoci 2022, aperte richieste di partecipazione.

MilleVoci 2022, aperte richieste di partecipazione.
Nonostante la pandemia che ha iteressato il mondo intero, MilleVoci, il programma musicale di Gianni Turco, non si è mai frenato e le solite 15 puntate programmate sono state realizzate sia nel 2020 sia nel 2021. Ora si prepara la diciottesima edizione. MilleVoci, il programma di intrattenimento musicale di Gianni Turco, si prefigge di svolgere ogni anno una sempre più impegnativa selezione per la scelta di cantanti e gruppi musicali emergenti di tutte le età che siano  in grado di essere presentati al pubblico televisivo per una promozione a visibilità nazionale ed europea che faciliti le loro opportunità di lavoro.Non partecipano solo (continua)

Tra "revival", tradizione e modernità: la 17ª edizione di "Millevoci", il fortunato "format" tv di Gianni Turco visibile in tutta Europa

Tra
Quale altra trasmissione televisiva potrebbe oggi riuscire nell'impresa di riunire in sé contemporaneamente (nell'alveo di un congruo numero di puntate destinate ad essere trasmesse, con cadenza settimanale, per una durata di cinque mesi consecutivi) protagonisti di spicco - solisti o gruppi - della musica italiana negli anni '60/'70 (da Don Backy a "I Cugini di Campagna", dai "Santo California" a "Il Giardino dei Semplici", da Michele a "I Romans"), un grande autore come Franco Fasano, gli eredi musicali di Little Tony ed artisti forse un po' meno noti - di qualsiasi generazione - desiderosi di una maggiore visibilità? Giunto quest'anno alla sua 17ma edizione - grazie alla tenacia e determinazione del suo ideatore, produttore e regista Gianni Turco - il "format" artistico "MilleVoci" (il più famoso e popolare tra i programmi a contenuto musicale trasmessi in Italia sulle frequenze di emittenti televisive private) è in onda dal 21 novembre - ogni Domenica a partire dalle ore 21.30 - sul Canale nazionale "Bom Chan (continua)

MilleVoci 2021 è allo start!

MilleVoci 2021 è allo start!
Ci siamo, tutto è pronto all'avvio della diciassettesima edizione del programma musicale più famoso d'Italia (e non solo) trasmesso dalle emittenti tv private. E' tutto pronto. Qualche ritoccatina quà e là alle scalette degli artisti ed a qualche loro conferma alla partecipazione (il Covid colpisce ancora) e le puntate di "MilleVoci" edizione2021, 15 da un'ora, saranno servite su di un piatto d'argento al publico televisivo Italiano e quello che segue il formmat da altri Paesi del mondo, grazie alle tante emiìtteti televisive regionali, nazionali, della (continua)

MilleVoci si registrerà ad ottobre.

MilleVoci si registrerà ad ottobre.
Il programma MilleVoci, nato nel 2005 è considerato il format ideale per promozioni musicali, ambito da personaggi noti del panorama canoro italiano e d’oltre oceano ma anche da artisti emergenti in cerca di visibilità. Incontriamo l’ideatore, produttore e direttore artistico del programma: Gianni Turco.D: “Cosa c’è dietro un programma musicale di successo?”R: “MilleVoci è un programma unico nel suo genere, una kermesse musicale che va avanti da ben 16 edizioni. In scena troviamo artisti affermati, vip, assieme a cantanti e gruppi emergenti che hanno la possibilità di farsi conoscere. Negli (continua)