Home > Arte e restauro > Omar Galliani. Il disegno non ha tempo

Omar Galliani. Il disegno non ha tempo

scritto da: CSArt | segnala un abuso

Omar Galliani. Il disegno non ha tempo

Il grande disegno di Omar Galliani in mostra al Museo Marca di Catanzaro


Il Museo MARCA di Catanzaro ospita la grande personale di Omar Galliani “Il disegno non ha tempo”, a cura di Vera Agosti, dal 9 ottobre al 31 dicembre 2021. La frase emblematica, scelta per il titolo dell’esposizione, sottolinea l’eternità del disegno, data dalla forza dell’opera.

Omar Galliani è un maestro della pratica artistica, conosciuto a livello internazionale, che vanta in particolare mostre in Cina e in Russia.

Il suo disegno affonda le radici in quello rinascimentale – Leonardo da Vinci –, ma non solo. Il dialogo con gli antichi maestri è fatto di amore, studio e confronto. L’opera di Omar Galliani non è bozzetto o prova preparatoria, ma lavoro a sé stante, nobilitando l’arte disegnatoria. Anche per questo, l’autore inventa il suo disegno “infinitissimo”, dilatando al massimo le dimensioni, con pezzi che diventano monumentali. Si guarda ad artisti della contemporaneità, come Gino De Dominicis, Robert Longo, Troy Brauntuch, ma anche alle suggestioni della moda, del cinema (Michelangelo Antonioni, Wim Wenders, Robert Altman). E ancora i viaggi intorno al mondo, in particolare in Asia, che contaminano il suo immaginario e la quotidianità, con gli incontri casuali, i volti incrociati di sfuggita. La componente concettuale è sempre presente, più o meno velata.

Il disegno ha un suo tempo di esecuzione che per l’artista si traduce in giorni e giorni, ore e ore di fatica. La pressione sanguigna modifica il segno, si imprime sul foglio di carta o sulla tavola di pioppo. Il lavoro è la prima religione di Omar Galliani; il disegno è il suo mantra, la sua pietra filosofale per l’immortalità.

In mostra, grandi opere significative del suo percorso: da un primo disegno del 1977, “Dalla bocca e dal collo del foglio”, alla pittura degli anni ‘80, con importanti lavori storici, come “Cavalieri d’Ellissi”, presentato alla Biennale di Venezia del 1986, e “Cadmio” dello stesso anno, fino al grande “Mantra per Laura” del 1999. Quindi la ricca produzione dagli anni 2000 in poi (“La principessa Lyu Ji nel suo quindicesimo anno di età”, 2008; “Omar Roma Amor”, 2012; “Per Santa Teresa D’Avila”, 2016) e i pezzi più recenti (“Floralia”, 2019; “De rerum natura”, 2020), quelli sui notturni stellari (il trittico “Nella costellazione di Orione”, 2019; “Siderea”, 2020) e i lavori dedicati alla pandemia (“Baci rubati/Covid 2019”). Esposti anche due inediti del 2021 (“Chlorophelia” e “NGC/7419”).

È allora un percorso di forte impatto ed emozione che ci parla dei grandi temi dell’uomo: la natura, la vita, l’arte, la pandemia, la morte, la santità, giocato in particolare sul bianco candido della tavola di pioppo e il nero scintillante e misterioso della grafite.

L’esposizione, promossa da Provincia di Catanzaro, Museo MARCA e Fondazione Rocco Guglielmo, è realizzata con il contributo di Phidias Antiques. L’inaugurazione si terrà sabato 9 ottobre alle ore 18.30, alla presenza dell’artista, della curatrice e di Rocco Guglielmo, direttore artistico del Museo MARCA. Accesso consentito ai visitatori muniti di mascherina e certificazione verde Covid-19 (Green pass) sino ad esaurimento dei posti disponibili. Uno splendido volume della Prearo Editore, a cura di Vera Agosti, con un saggio critico della curatrice, un’intervista e una poesia di Teodolinda Coltellaro, membro del comitato scientifico del Museo MARCA, accompagna l’esposizione. Per informazioni ed approfondimenti: www.museomarca.info, www.omargalliani.com


Fonte notizia: https://www.museomarca.info/


Omar Galliani | Museo Marca | Catanzaro | Vera Agosti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Omar Galliani, Souls – Anime. La seduzione del Disegno Italiano


Omar Galliani, Michelangelo Galliani, Massimiliano Galliani. ARTREE


Omar Galliani. Leonardesca


Omar Galliani. Da e per Raffaello


Omar Galliani, Carte d'Oriente. Carte d'Occidente


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Antonella De Sarno. Artificialia

Antonella De Sarno. Artificialia
Mostra personale di Antonella De Sarno a Correggio in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità Nella Sala dei Putti del Palazzo dei Principi di Correggio (RE) sarà allestita, dal 4 dicembre 2021 al 2 gennaio 2022, “Artificialia”, mostra personale dell’attrice-performer ed artista visiva Antonella De Sarno, nata in provincia di Modena ma da anni residente in Francia. Curata da Francesca Baboni e Stefano Taddei, l’esposizione sarà inaugurata sabato 4 dicembre alle ore 16.30. Saranno pre (continua)

Ligabue, la figura ritrovata: oltre 3.600 visitatori, 22 visite guidate, percorsi riservati ai ragazzi, plauso della Giunta regionale

Ligabue, la figura ritrovata: oltre 3.600 visitatori, 22 visite guidate, percorsi riservati ai ragazzi, plauso della Giunta regionale
Con 3.639 visitatori totali ed una media giornaliera di 64 accessi, si è conclusa con successo la mostra “Ligabue, la figura ritrovata. 11 artisti contemporanei a confronto”, promossa dal Comune di Gualtieri e dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue negli spazi museali di Palazzo Bentivoglio. riservati ai ragazzi, plauso della Giunta regionale   Con 3.639 visitatori totali ed una media giornaliera di 64 accessi, si è conclusa con successo la mostra “Ligabue, la figura ritrovata. 11 artisti contemporanei a confronto”, promossa dal Comune di Gualtieri e dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue negli spazi museali diPalazzo Bentivoglio. Nell’ambito dell’esposizione, curata da (continua)

Gino Di Frenna. I giardini di Canopo

Gino Di Frenna. I giardini di Canopo
Mostra dell'artista Gino di Frenna presso la Galleria 1.1_ZENONEcontemporanea di Reggio Emilia La Galleria 1.1_ZENONEcontemporanea di Reggio Emilia (Via San Zenone, 11) presenta, dal 20 novembre all’11 dicembre 2021, “I giardini di Canopo”, mostra personale di Gino Di Frenna, artista e presidente dell’Associazione culturale 8,75 Artecontemporanea, che tanto ha fatto per i giovani e l’arte a Reggio Emilia. «È questa la settantesima mostra di 1.1._ZENONEcontemporanea – scrive il cura (continua)

Transiti Second Step: 21.000 Euro raccolti per AMMP Onlus

Transiti Second Step: 21.000 Euro raccolti per AMMP Onlus
Oltre 20.000 Euro raccolti per AMMP Onlus in occasione della seconda tappa di “Transiti”, progetto benefico ideato e curato da Raffaella A. Caruso. Oltre 20.000 Euro raccolti per AMMP Onlus in occasione della seconda tappa di “Transiti”, progetto benefico ideato e curato da Raffaella A. Caruso. Dopo la mostra inaugurale all’interno di Palazzo Lascaris a Torino nel 2019, promossa dal Consiglio regionale del Piemonte e dall’Associazione Maria Madre della Provvidenza Onlus, “Transiti Second Step” è giunto a Santo Stefano Belbo (CN), osp (continua)

Massimiliano Galliani e Michelangelo Galliani. Hybris

Massimiliano Galliani e Michelangelo Galliani. Hybris
Massimiliano Galliani e Michelangelo Galliani Profeti in Patria a Montecchio Emilia con la mostra Hybris, a cura di Alberto Zanchetta A Montecchio Emilia (Re), dal 6 novembre 2021 al 27 marzo 2022 torna la rassegna “Profeti in patria – Cammini d’artista a Montecchio Emilia”, la cui sesta edizione sarà dedicata agli artisti Massimiliano Galliani e Michelangelo Galliani. Inaugurato nel 2015 e sostenuto nel 2021 anche dal contributo della Regione Emilia Romagna, il progetto “Profeti in Patria” è stato fortemente voluto dal (continua)