Home > Moda e fashion > WORKSHOP WORLDWIDE e WECHAT: DUE ALTRE SFIDE VINTE DA CPF

WORKSHOP WORLDWIDE e WECHAT: DUE ALTRE SFIDE VINTE DA CPF

scritto da: Raffaella borea | segnala un abuso

WORKSHOP WORLDWIDE e WECHAT: DUE ALTRE SFIDE VINTE DA CPF

Uno yarn tour in sei tappe tra Europa, America ed Asia per presentare le collezioni A/I 22/23 e un innovativo tool digitale destinato a migliorare i rapporti commerciali con la Cina: continuano le iniziative e i progetti di successo del Consorzio Promozione Filati per supportare operativamente i propri associati durante la ripartenza post pandemica.


Siamo molto soddisfatti dei riscontri ricevuti dai diversi workshop organizzati per dare alle aziende associate l’opportunità di presentare le loro collezioni a/i 22/23 oltre i confini Italiani. Le sei tappe che hanno scandito questo yarn tour 2021 sono state un oggettivo successo, non solo per numero di espositori che hanno creduto nella nostra proposta prendendovi parte, ma anche per la considerevole affluenza di visitatori. Il 2021 doveva essere l’anno della ripartenza e così è stato, nonostante ci sia ancora molto da fare: per questo stiamo già pianificando una serie di nuove iniziative da realizzare nel breve-medio periodo. Le filature che hanno aderito ai workshop di questa stagione e le presenze nei diversi stand ci lasciano ben sperare per l’immediato futuro, oltre ad essere il segnale tangibile del valore di questi progetti; come testimoniato peraltro dalla conferma della collaborazione con ICE estesa anche alla nuova tappa di New York  e con il Centro Estero per l'Internazionalizzazione Piemonte (Ceip), per il Workshop a Tokyo”.

Commenta così Federico Gualtieri, Presidente del Consorzio Promozione Filati, i risultati delle presentazioni organizzate da “Feel The Yarn”(brand sotto la cui egida ricadono tutte le iniziative di CPF, ndr) a Copenaghen (15 giugno), New York (27/28 luglio, organizzata da ICE), Shenzhen (6/7 settembre), Parigi (8/9 settembre, organizzata da ICE ), Londra (14/15 settembre) e Tokyo (12/13 ottobre) con un duplice obiettivo: permettere alle filature e ai maglifici di mostrare le proprie realizzazioni a buyer, designer e addetti ai lavori internazionali e sostenerli nel riannodare le relazioni commerciali, negli ultimi 18 mesi gestite da remoto.

Proprio con questa finalità, per l’anno in corso, alle location tradizionali come Parigi, Shenzen e Tokyo, dove nelle precedenti stagioni CPF aveva già organizzato spazi espositivi, si sono aggiunte due nuove mete – New York e Londra – con esiti di valore in termini di partecipazione: 30 filatori e 160 visitatori a New York e 28 espositori (filature e maglifici) e 80 visitatori a Londra. A sottolineare l’interesse che i mercati del mondo hanno dimostrato per i player del comparto filati italiani sono anche i dati riguardanti le altre mete dello yarn tour: se le 25 filature che sono intervenute al workshop di Copenaghen hanno potuto infatti ricevere nei loro stand 85 ospiti in una sola giornata, le 35 aziende che hanno partecipato invece al meeting di Parigi hanno incontrato 140 persone interessate a visionare ed acquistare le loro collezioni. Da segnalare sono anche i significativi feedback asiatici: 560 presenze complessive tra Tokyo (27 filature presenti e 300 visitatori) e Shenzen (20 filature e 260 visitatori).

Proprio per accorciare le distanze tra le aziende italiane e la Cina, dimostratasi sensibile ed attenta alle realizzazioni degli associati CPF, il Consorzio anche in questo caso in collaborazione con ICE, ha promosso un nuovo tool di comunicazione e visibilità: WeChat. “Abbiamo subito compreso che questa piattaforma, che integra strumenti di messaggistica con le funzioni proprie dei social media, avrebbe potuto rappresentare una porta di ingresso importante per far conoscere l’universo Feel The Yarn ai professionisti del settore maglieria cinese, diffondendo le iniziative e gli eventi che ci vedono in prima linea. Inoltre avrebbe potuto fare da volano anche alle nostre aziende associate, essendo questa App molto utilizzata nel Paese. Approdarci con una pagina nominale Feel the Yarn ci è sembrato dunque un passaggio corretto da fare, sia per strutturare la nostra presenza in chiave internazionale, sia per intercettare i player del settore più giovani, che possono rappresentare un bacino di confronto di sicuro interesse anche per le nostre aziende”, spiega Federico Gualtieri.

Forte di questa consapevolezza e tenendo fede alla strategia di digitalizzazione strutturata negli ultimi anni, CPF, oltre ad aver aperto l’account ufficiale “FTY” ha anche adottato la funzione “Mini Programs”. Sfruttando questa applicazione interna a WeChat, le aziende del Consorzio che hanno aderito al progetto hanno avuto ulteriore eco grazie a specifiche sezioni dove presentarsi in chiave istituzionale e mettere la lente sui 10 prodotti di punta delle proprie collezioni, con relative composizioni e specifiche tecniche. A corollario i contatti diretti della figura commerciale aziendale di riferimento per il Paese. “Crediamo molto in questo progetto e siamo convinti che le aziende associate che hanno riconosciuto i plus di questa iniziativa registrandosi gratuitamente su WeChat ne avranno sicuramente dei benefici nel breve periodo”. 

workshop | maglieria | filature | wechat |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CPF industriale presenta un nuovo e aggiornato catalogo prodotti


2021: FEEL THE YARN LANCIA “FEEL THE CONTEST”


FEEL THE YARN: SHENZHEN E TOKYO PALCOSCENICI DI DUE WORKSHOP AD ALTO TASSO DI PARTECIPAZIONE


Convegni e workshop di AiFOS ad Ambiente Lavoro 2016


Gli eventi di AiFOS ad Ambiente Lavoro 2019


Consorzio Promozione Filati - CPF: Assessment 4sustainability® 2021


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

JULIPET LOVES ITALY: (WINE) ARTIST EDITION E GREETINGS FROM ITALY

JULIPET LOVES ITALY: (WINE) ARTIST EDITION E GREETINGS FROM ITALY
Il brand che fa capo a Trucco Tessile celebra l’amore per l’Italia con due collezioni di pigiami ed underwear che mettono la lente su altrettante eccellenze del Bel Paese: il vino e i suoi monumenti più celebri. Un regalo di Natale da impacchettare per il wine lover e il globetrotter Sono due capisaldi dell’immagine dell’Italia nel mondo, due eccellenze che ne fanno una delle mete più sognate dai viaggiatori di ogni nazione, due punti di forza che la rendono unica e riconoscibile: vino ed arte sono ambasciatrici del miglior saper fare italiano e delle sue bellezze, così identitarie da meritarsi riconoscimenti dai sommelier più blasonati come dall’Unesco. Che si tratti di b (continua)

Nasce Sangalli School per la formazione in ambito stradale

L’impresa di Mapello attiva una scuola interna funzionale a realizzare training specifici per chi vuole costruire la propria carriera in ambito stradale-edilizio. Previsti, a gennaio 2022, due corsi di alta formazione: gratuiti, per un numero limitato di iscritti, offriranno anche un’opportunità di lavoro in azienda ai più meritevoli. Iscrizioni entro il 15 Novembre 2021. Dal 1979, anno della sua fondazione, Sangalli Spa, in prima linea nella realizzazione di lavori stradali, produzione di conglomerati bituminosi e calcestruzzi, urbanizzazioni e sviluppo di infrastrutture,  ha fatto di innovazione, ricerca, sostenibilità  e formazione i cardini della sua crescita. Coerentemente con questa filosofia, l’azienda di Mapello, con oltre 120 dipendenti e un (continua)

POKER DI AGGIUDICAZIONI PER SANGALLI SPA

POKER DI AGGIUDICAZIONI PER SANGALLI SPA
Quattro commesse, splittate nei prossimi 4 anni e con un ammontare complessivo di 120 milioni di euro: l’azienda di Mapello, aggiudicandosi una serie di interventi di diversa tipologia su strade statali ed ex provinciali lombarde, si ritaglia un ruolo di primo piano nel settore della costruzione e della manutenzione delle infrastrutture della regione. “Mettere in sicurezza”, “ammodernare”, “risanare” e “manutenere”: sono queste le parole chiave che definiscono le 4 commesse aggiudicatesi da Sangalli Spa, per un ammontare complessivo di 120 milioni di euro, a seguito di bandi di gara di ANAS SPA. Le diverse squadre dell’azienda, per i prossimi quattro anni, saranno dunque chiamate ad utilizzare tutto il loro know how per migliorare le cond (continua)

LIFE SOURCE: UN NUOVO POLO RICETTIVO NEL NOME DELLE EXPERIENCES

LIFE SOURCE: UN NUOVO POLO RICETTIVO NEL NOME DELLE EXPERIENCES
Innovazione, sostenibilità e design sono i cardini del nuovo polo ricettivo alle porte di Bergamo, che intreccia nel suo interno esperienze immersive dalle anime diverse ma connesse che prendono corpo in: Life Hotel, Life Source Food Experience e MediSPA. Il 6 settembre, in occasione del Salone del Mobile, il corso di formazione “Polo Life Source – il futuro dell’ospitalità” accoglierà architetti ed ingegneri che potranno approfondire elementi architettonici, strutturali e tecnologici alla base della forte innovazione dello spazio L’uomo al centro, attore principale e protagonista di una serie di esperienze di diversa natura – food, healthy, relaxing - utili alla sua crescita e al suo appagamento. Da questa consapevolezza e con questa filosofia nasce Life Source, nuova frontiera del benessere e del well-being, le cui particolarità architettoniche e scelte sostenibili saranno presentate alla stampa con due eventi il 2 e (continua)

FEEL THE CONTEST: ELETTO IL VINCITORE ASSOLUTO

FEEL THE CONTEST: ELETTO IL VINCITORE ASSOLUTO
A Pitti Immagini Filati sale sul podio della prima edizione del concorso promosso da Feel the Yarn Raquel de Carvalho accostata a ISY by Torcitura di Domaso. I due outfit in maglia della giovane designer, premiati da una giuria di esperti, hanno avuto la meglio sulle realizzazioni di altri 4 creativi selezionati dal gruppo privato di Facebook “FTY for New Designers” nella prima fase dell’iniziativa. Tutti i 10 capi finalisti sono stati esposti durante la fiera fiorentina nello stand appositamente dedicato al Contest. Realizzare una capsule collection di 12 outfit per la stagione SS22, interamente Made in Italy e prevalentemente in maglia: questo il premio della prima edizione di “Feel The Contest” - concorso proposto da Feel the Yarn, in collaborazione con Pitti Immagine - che ha dichiarato vincitrice assoluta Raquel de Carvalho accostata a ISY by Torcitura di Domaso. La giovane designer ha avu (continua)