Home > Turismo e Vacanze > Da spettatore a oratore: lo straordinario percorso sostenibile di Ewald Biemans e del suo Bucuti & Tara Beach Resort, Aruba

Da spettatore a oratore: lo straordinario percorso sostenibile di Ewald Biemans e del suo Bucuti & Tara Beach Resort, Aruba

scritto da: GlobalTourist | segnala un abuso

Da spettatore a oratore: lo straordinario percorso sostenibile di Ewald Biemans e del suo Bucuti & Tara Beach Resort, Aruba

L'unico hotel dei Caraibi a zero emissioni porterà la sua esperienza alla 26esima edizione di COP26, la conferenza annuale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici che si terrà a Glasgow


Sono passati 29 anni dalla famosa conferenza sull’ambiente United Nations Rio de Janeiro Earth Summit del 1992 e Ewald Biemans, proprietario del Bucuti & Tara Beach Resort di Aruba, è ancora motivato come quel giorno in cui per la prima volta ha sentito il bisogno di passare all’azione e combattere per un mondo più sostenibile. Da quel momento in poi, Ewald Biemans ha costantemente cercato e messo in pratica una serie di soluzioni ecosostenibili per quello che oggi è l'hotel più eco-premiato dei Caraibi e il primo hotel a zero emissioni di carbonio, nonché il primo hotel premiato dalle Nazioni Unite.

 

Il Bucuti & Tara Beach Resort, situato sulla meravigliosa Eagle Beach di Aruba, Caraibi, nel 2020 è diventato il primo hotel nella storia delle Nazioni Unite a vincere l'ambito premio Global UN 2020 Climate Action Award per Climate Neutral Now. Quest'anno, il proprietario Ewald Biemans è stato invitato a partecipare come oratore alla 26esima conferenza annuale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, la Conference of the Parties, o COP26, che si svolgerà dal 1 al 12 novembre 2021 a Glasgow e che si stima attirerà oltre 30.000 partecipanti da tutto il mondo. La COP26 è considerata il vertice più significativo al mondo sul cambiamento climatico nella corsa per limitare l’aumento della temperatura a 1,5 gradi, obiettivo stabilito dall'accordo di Parigi del 2015.

 

Una soluzione "altamente percorribile e replicabile" per l'industria dell'ospitalità

In un contesto scoraggiante come quello del cambiamento climatico, l’intervento di Biemans al COP26 fornirà più di una speranza, in quanto illustrerà in maniera concreta alcune iniziative che possono essere replicate dalle diverse categorie del settore dell’ospitalità. Nel premiare il Bucuti & Tara, il Segretariato dell'UNFCCC ha infatti lodato le misure intraprese dal resort in quanto "altamente replicabili e percorribili", ponendolo così ad esempio per tutto il settore dei viaggi e del turismo del mondo. L'apparizione di Biemans alla COP26 si focalizzerà su come gli operatori dell’ospitalità possano contribuire al processo di riduzione delle emissioni di carbonio senza rinunciare ad offrire un’esperienza di vacanza memorabile e rigenerante, nonché finanziariamente di successo. "Ogni giorno rifletto sul United Nations Rio de Janeiro Earth Summit, la conferenza sull’ambiente del 1992 che ci ha portato ad offrire oggi una vacanza senza sensi di colpa che permette agli ospiti di scambiare le Carbon Footprint - impronte di carbonio - con quelle sulla sabbia. Sarà un onore condividere con i colleghi le nostre soluzioni di sostenibilità, perché un futuro più sano, più sicuro e più resiliente deve essere un obiettivo condiviso” sostiene Ewald Biemans, proprietario del Bucuti & Tara Beach Resort, che prosegue affermando che "il cambiamento climatico è la più grande pandemia di questa vita".

 

Le vacanze senza sensi di colpa che salvano il futuro

Il Bucuti & Tara guarda al futuro aiutando gli ospiti a pianificare vacanze rigeneranti oggi per proteggere i viaggiatori (e il pianeta) di domani. L’obiettivo del Bucuti & Tara è quello di permettere ai suoi clienti di vivere un’esperienza appagante, rigenerante e rilassante e al contempo proteggere il pianeta per le generazioni a venire. In quanto primo e unico hotel certificato Carbon-neutral dei Caraibi, un soggiorno presso il resort è già senza sensi di colpa, ma ora lo è ancora di più con l’arrivo del primo Carbon Offset Concierge del mondo: tutti gli ospiti del resort potranno infatti compensare le emissioni prodotte durante il viaggio per raggiungere Aruba. Diverse compagnie aree che servono l’isola offrono la possibilità di acquistare le compensazioni per le emissioni di carbonio ma gli ospiti che lo desiderano potranno farlo al Bucuti, chiedendo assistenza al loro arrivo in resort dove il Carbon Offset Concierge saprà aiutarli con il processo di acquisto delle compensazioni scelte, guidandoli verso programmi verificati e di alta qualità per supportare l’utilizzo di energia rinnovabile, la riforestazione, proteggere i corsi d'acqua oppure supportare l’occupazione in diverse parti del mondo.

turismo | aruba | vacanze | viaggiare | bucuti | ambiente | sostenibilità |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

5 giorni ad Aruba, mini guida per un itinerario perfetto


Questo Natale regala il sogno più romantico


Un sogno da mettere sotto l’albero: Aruba


One Happy Workation: il tuo nuovo ufficio in paradiso!


Aruba: guida ai migliori ristoranti all’aperto


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Questo Natale regala il sogno più romantico

Questo Natale regala il sogno più romantico
Per il 2022 inizia a pianificare il tuo viaggio all’insegna dell’amore: il resort più romantico dei Caraibi è ad Aruba Nella lingua locale dell’isola di Aruba, il Papiamento, c’è una parola che riflette il calore e la passione che il popolo Arubano prova nei confronti del prossimo e della propria isola: “Dushi”, che significa letteralmente “dolcezza” o “tesoro”. Al Bucuti & Tara Beach Resort, resort adults-only più romantico nei Caraibi e ottavo resort più romantico del mondo secondo i viaggiatori di (continua)

Matrimonio ai tropici: sposarsi ai Caraibi non è mai stato così semplice

Matrimonio ai tropici: sposarsi ai Caraibi non è mai stato così semplice
Come e perché scegliere Aruba, paradiso tropicale, per coronare il proprio sogno d’amore Che vogliate scambiarvi i voti a piedi nudi sulla sabbia o che preferiate dire "lo voglio" all’interno di una cappella in cima a una collina con vista su distese di cactus e il Mar dei Caraibi sullo sfondo, ad Aruba sarà facile iniziare una nuova vita piena d'amore e felicità, il mood contagioso che contraddistingue questa piccola Isola dei Caraibi. Situata fuori dalla rotta degli uragani, (continua)

Back to the Origins: la cucina peruviana dagli chef stellati alle varietà regionali

Back to the Origins: la cucina peruviana dagli chef stellati alle varietà regionali
Non solo un’eccellenza gastronomica a livello internazionale ma anche e soprattutto ricerca di sapori autentici e tradizionali per onorare il cibo in quanto strumento di relazione e condivisione L’incoronazione del Perù come miglior Destinazione Culinaria del Sud America ai World Travel Awards ha nuovamente confermato la posizione del paese come destinazione leader nel mondo della gastronomia. L’eccellenza gastronomica del Perù e la sua consacrazione a livello internazionale negli ultimi anni è stata dimostrata anche dalla ricorrente presenza di 3 ristoranti peruviani nella classific (continua)

Perù sempre più green: 9 delle 100 migliori destinazioni sostenibili del mondo sono in Perù

Perù sempre più green: 9 delle 100 migliori destinazioni sostenibili del mondo sono in Perù
Nove destinazioni peruviane sono state incluse nella lista delle Top 100 Sustainable Destinations 2021 che premia le destinazioni turistiche più ecologiche e con il minor impatto possibile sull'ambiente e sulle comunità locali. Dopo il riconoscimento di Machupicchu come prima meraviglia del mondo moderno certificata Carbon Neutral, altre 9 destinazioni turistiche del Perù sono state riconosciute tra le più ecologiche del pianeta. Nove luoghi peruviani sono infatti stati inclusi nella lista delle 100 destinazioni più sostenibili al mondo secondo Green Destinations, organizzazione no-profit che opera per lo sviluppo (continua)

Perché scegliere l’isola di Aruba per tornare a viaggiare a lungo raggio

Perché scegliere l’isola di Aruba per tornare a viaggiare a lungo raggio
Vi raccontiamo qualcosa di più su Aruba, piccola isola dei Caraibi del Sud elencata tra i possibili corridoi turistici presi in considerazione dal Governo Italiano Tra le destinazioni elencate dal ministro del Turismo Garavaglia per l’apertura dei corridoi turistici che permetterebbero di avviare la ripresa del turismo outgoing a lungo raggio, viene menzionata anche Aruba, piccola isola conosciuta come la One Happy Island e meta turistica ideale per chi vuole andare ai Caraibi. Ma dove si trova Aruba e perché sceglierla per il primo viaggio a lungo ragg (continua)