Home > Altro > Robot Therapy: Predict avvia collaborazione con le scuole pugliesi

Robot Therapy: Predict avvia collaborazione con le scuole pugliesi

scritto da: Comunicati2013 | segnala un abuso

Robot Therapy: Predict avvia collaborazione con le scuole pugliesi

Il Liceo scientifico Einstein di Molfetta (Ba) ha accolto il robot Aphel per “aiutarlo” a sviluppare contenuti multimediali inediti, da destinare ai piccoli pazienti dei reparti di Pediatria.


Il Liceo scientifico Einstein di Molfetta (Ba) ha accolto il robot Aphel per “aiutarlo” a sviluppare contenuti multimediali inediti, da destinare ai piccoli pazienti dei reparti di Pediatria.

Questo, in estrema sintesi, il cuore di un progetto di collaborazione con le scuole pugliesi avviato dalla società barese Predict che sviluppa tecnologie innovative nel settore healthcare.

Aphel, da oltre un anno, è una presenza costante nel reparto di Oncoloematologia pediatrica dell'Ospedale Santissima Annunziata di Taranto, dove è diventato amico dei bambini ricoverati e anche di tutto il personale sanitario.

Aphel è intatti un robot umanoide integrato nella piattaforma di intelligenza artificiale, progettata e sviluppata da Predict nell'ambito della robot therapy, con una serie di importanti obiettivi, non solo di intrattenimento, ma anche terapeutici (come documentato anche dalla Regione Puglia poche settimane fa (https://www.regione.puglia.it/web/salute-sport-e-buona-vita/-/taranto-un-robot-in-ospedale-per-accogliere-e-far-giocare-piccoli-pazienti).

L’idea è nata su iniziativa di Predict che ha immaginato di affidare agli adolescenti il compito di ampliare l'offerta di contenuti interattivi di Aphel, trovando grande disponibilità da parte della dirigente scolastica del Liceo Einsten. Così il robot si è recato a Molfetta lo scorso 10 dicembre.

Ci ha molto colpito la valenza sociale del progetto e in modo particolare il fatto che sia stato accolto negli ospedali per alleviare le sofferenze dei bambini”, ha dichiarato la preside dell’Einstein, Giuseppina Bassi. “Aphel è un robot umanoide straordinario che rende più gradevole la permanenza nelle strutture sanitarie. E per i nostri studenti è stato molto stimolante impegnarsi nel rafforzamento del solco sociale e avere, contestualmente, la concreta possibilità di sviluppare specifiche competenze scientifiche in ambito robotico”, ha concluso.

Una collaborazione che è quindi partita con successo e che si potrà sviluppare anche con altre scuole nel corso del 2022. In questo modo Aphel diventerà il narratore di racconti inediti, fra ambientazioni reali e di fantasia, elaborate dagli studenti pugliesi.

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Mobile Industrial Robots presenta MiR1000: trasporto di carichi pesanti e pallet fino a una tonnellata e primo sistema di navigazione dell’intera flotta basato sull’IA


Robot e scenografie protagonisti dell’intrattenimento televisivo rai


Annoiato dalle pulizie di casa? Ci pensa il robot aspirapolvere.


Mobile Industrial Robots introduce MiR Finance, un programma di leasing "Robot as a Service" (RaaS)


Per la prima volta a MECSPE i robot mobili di MiR: versatili e ideali per la fabbrica connessa e la logistica 4.0


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

SIOT organizza “Primum non tacere”, progetto sulla comunicazione medico-paziente

SIOT organizza “Primum non tacere”, progetto sulla comunicazione medico-paziente
La Società italiana di Ortopedia e Traumatologia dedica il 2022 al tema della comunicazione tra medici e pazienti con una serie di webinar di formazione Prende il via oggi, 20 aprile, il Webinar di SIOT “Primum non tacere: migliorare la comunicazione medico-paziente”. Una diretta sui canali social della SIOT per porre l’accento sull’importanza dell’empatia nel rapporto tra medico e paziente.  “Ascoltare i pazienti negli ultimi due anni è stato difficile a causa del distanziamento imposto dalla pandemia – spiega il Presidente di SIOT Pao (continua)

COMUNICATO STAMPA LIONS CLUB LECCE SANTA CROCE DEL 29.03.2022

COMUNICATO STAMPA LIONS CLUB LECCE SANTA CROCE DEL 29.03.2022
Prosegue il progetto “Monuments for all” di valorizzazione di beni artistici ed architettonici della città di Lecce con la seconda porta realizzata in scala con l’ausilio di nuove tecnologie (stampa 3D, QR Code che rimanda a voce narrante, font innovativo Easy Reading, ecc….). Questa volta è la volta di Porta San Biagio, collocata a sud delle mura antiche della città di Lecce, che sarà inaugurata il 12.04.2022 alle ore 17.00 alla presenza del Sindaco di Lecce, dott. Carlo Maria Salvemini, del Presidente del Lions Club Lecce Santa Croce Avv. Ernesto Aprile e del presidente dell’Istituto Anna Antonacci, avv. Alessandro Nocco. Il Club di Service, attivo a Lecce fin (continua)

Ecografia in sala parto: a Parma, Roma e Lecce workshop sull'utilità clinica

Lezioni teoriche e pratiche organizzate dal CNR di Lecce e dalle Università degli Studi di Parma e Tor Vergata di Roma in partnership esclusiva con Amolab, avvalendosi dell’innovativo dispositivo ecografico SenUS Touch per il monitoraggio non invasivo e affidabile del travaglio Primi workshop in Italia con lezioni teoriche e pratiche sull’utilità clinica dell'ecografia in sala parto, allo scopo di monitorare il travaglio in maniera non invasiva e affidabile attraverso l'uso di SensUS Touch, il dispositivo brevettato dalla società pugliese Amolab. Il tour formativo e di studio è organizzato dal CNR di Lecce e le Università degli Studi di Parma e Tor Vergata di Ro (continua)

Rifugiati dell’Ucraina: iniziativa degli ortopedici italiani

Rifugiati dell’Ucraina: iniziativa degli ortopedici italiani
Gli specialisti della SIOT attivano dei reparti a Roma, Milano, Bari, Genova, Vicenza, Riccione e Sassari riservati ai profughi “Chi scappa dalla guerra va accolto senza se e senza ma”, sostiene con forza il presidente SIOT, Prof. Paolo Tranquilli Leali. “Come italiani e come medici sentiamo il dovere di dare il nostro contributo in termini di solidarietà e siamo pronti a farlo garantendo la massima e immediata assistenza sanitaria ai cittadini ucraini, quasi tutti donne, bambini e anziani, in un contesto di effic (continua)

Fratture del Femore Prossimale nell'anziano: ecco le Linee Guida SIOT

Fratture del Femore Prossimale nell'anziano: ecco le Linee Guida SIOT
Dopo la validazione dell'Istituto Superiore di Sanità, il 10 gennaio 2022 sono state pubblicate nel Sistema Nazionale delle Linee Guida, le attese raccomandazioni relative al trattamento di queste fratture nei pazienti over 65 La Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia, in qualità di capofila, ha tracciato le Linee Guida per le Fratture del Femore Prossimale nell'anziano con l'obiettivo di offrire una serie di raccomandazioni per la migliore gestione di questi pazienti.La conclusione degli studi, condotta in collaborazione con altre 18 società scientifiche (di cui molte sono "super-specialistiche" affere (continua)