Home > Cibo e Alimentazione > Una gara di cucina tra studenti per premiare il miglior piatto con carni bianche

Una gara di cucina tra studenti per premiare il miglior piatto con carni bianche

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Una gara di cucina tra studenti per premiare il miglior piatto con carni bianche


Una gara di cucina per individuare e premiare il miglior piatto a base di carni bianche. La sfida ha coinvolto gli alunni dei due istituti alberghieri “Vegni-Capezzine” di Cortona e “Vasari” di Figline Valdarno che hanno partecipato al contest “#AtavolaconAlemas - Christmas Edition” e che hanno dato vita ad un’inedita competizione a distanza all’insegna dei sapori della tradizione. Questa iniziativa è stata promossa e sostenuta dall’azienda cortonese Alemas, punto di riferimento in Toscana nel settore avicolo, con l’obiettivo di stimolare la sperimentazione ai fornelli attraverso l’ideazione, la preparazione e la condivisione di ricette capaci di unire tradizione e creatività, con l’unico requisito richiesto di utilizzare le carni bianche della tradizione natalizia.

Il contest ha trovato la partecipazione e il coinvolgimento di numerosi allievi di “Vegni-Capezzine” e “Vasari” che, coordinati rispettivamente dai professori Ilaria Gioia e Shady Hasbun, hanno colto l’invito a mettersi alla prova e hanno condiviso le loro ricette sui social network. Gli studenti hanno curato ogni fase della preparazione del piatto, partendo dall’ideazione e dalla scelta degli ingredienti per arrivare fino all’impiattamento, proponendo tante idee originali con le carni bianche e vivendo così un’occasione di formazione e di crescita utile per il loro futuro percorso professionale. Ogni singola ricetta è stata poi valutata da una giuria con esperti di cucina e di comunicazione che hanno considerato parametri quali “Attinenza al tema”, “Idea e originalità”, “Abbinamento dei gusti” e “Estetica e presentazione” per arrivare così a definire la classifica finale che ha registrato la vittoria di Martin Mencaroni, Emma Passeri e Francesco Rizzo del “Vegni-Capezzine” per la loro faraona natalizia con patate americane e salsa d’uva al miele. Il secondo posto è spettato invece a Martina Cappelletti, Andrea Debolini e Lapo Ghelli del “Vasari” per un’insalata di cappone con cavolo rosso, guacamole e maionese di ribes, mentre sul terzo gradino del podio si sono piazzate due ricette ex aequo: i ravioli cinesi ripieni di cappone creati da Irene Garcea e Lucrezia Giusti del “Vasari” e il petto d’anatra con salsa di melograno e patate realizzato da Giuseppe Collini, Andrea Polese, Alessandro Prutean e Christian Ughetti del “Vegni-Capezzine”. I vincitori riceveranno ora un attestato e, soprattutto, saranno inseriti in un ricettario sulle ricette del Natale a base di carni bianche che verrà realizzato e condiviso da Alemas sulle proprie pagine social. «La volontà di “#AtavolaconAlesmas” - spiega Andrea Lazzeri, responsabile di produzione e logistica di Alemas, - era di stimolare la creatività in cucina e la condivisione di idee, partendo dalle carni bianche tradizionali del Natale. Ringraziamo i professori Shady Hasbun e Ilaria Gioia per aver aderito all’iniziativa e per aver coinvolto i loro ragazzi che hanno dimostrato preparazione e professionalità nel realizzare tante ricette di altissima qualità che hanno reso particolarmente impegnativa la scelta dei vincitori».

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

5 febbraio giornata mondiale contro lo spreco alimentare


Il “Team Senza Paura Roma” vince la staffetta Resia – Rosolina 433km


Beer Attraction e BBTech Expo 2019 al taglio del nastro


DA GUSTO IN SCENA, LE RICETTE STELLATE CON LE SPEZIE


“Ti Olio!”, Il mondo dell’oro verde della terra in tavola tra degustazioni e cooking contest a Ceraso


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Un centro per la malattia di Charcot-Marie-Tooth all’Istituto di Agazzi

Un centro per la malattia di Charcot-Marie-Tooth all’Istituto di Agazzi
Un punto di riferimento in terra d’Arezzo per la malattia di Charcot-Marie-Tooth. L’Istituto “Madre della Divina Provvidenza” dei Padri Passionisti di Agazzi ha rinnovato il proprio impegno nel trattamento di una sindrome neurologica a trasmissibilità ereditaria che, pur rientrando tra le patologie rare, è particolarmente diffusa perché interessa una persona su duemilacinquecento. La malatti (continua)

“Le stelle del ring” approda allo stadio Città di Arezzo

“Le stelle del ring” approda allo stadio Città di Arezzo
Un galà dedicato agli sport di combattimento allo stadio Città di Arezzo. L’appuntamento è in calendario sabato 25 giugno quando i riflettori della kickboxing tricolore saranno orientati sulla ventiduesima edizione de “Le stelle del ring” che, promossa dal Team Jakini con il sostegno del Comune di Arezzo, porterà in città oltre trecento atleti da tutta la penisola. L’evento si svilupperà attr (continua)

Tre settimane dedicate al benessere delle ossa alla farmacia “Ceciliano”

Tre settimane dedicate al benessere delle ossa alla farmacia “Ceciliano”
Tre settimane dedicate al benessere delle ossa. Da lunedì 23 maggio a sabato 11 giugno, i servizi proposti dalla Farmacia Comunale n.8 “Ceciliano” saranno eccezionalmente arricchiti dalla possibilità di sottoporsi alla Densitometria Ossea Computerizzata che permetterà di valutare la resistenza ossea e, soprattutto, di prevenire la comparsa di osteoporosi. Questo esame viene infatti effettuato (continua)

“Vivere e morire in trincea” doppia presentazione del libro di Marcello Caremani

“Vivere e morire in trincea” doppia presentazione del libro di Marcello Caremani
Malattie, medicina e pandemia durante la Prima Guerra Mondiale. Questi temi saranno trattati dal dottor Marcello Caremani in occasione di una duplice presentazione del suo ultimo libro “Vivere e morire in trincea” in programma sabato 21 maggio a Bibbiena e domenica 22 maggio a Monte San Savino, quando verranno proposti due dibattiti a partecipazione libera e gratuita dove la storicità del con (continua)

La Ginnastica Petrarca centra il terzo posto al Trofeo Coni

La Ginnastica Petrarca centra il terzo posto al Trofeo Coni
Tre squadre della Ginnastica Petrarca in pedana al Trofeo Coni di ginnastica ritmica. La manifestazione regionale si è svolta a Viareggio e ha permesso alle giovani atlete del settore giovanile petrarchino di maturare esperienza e di mettersi alla prova con coetanee di tutta la Toscana, registrando tante buone prestazioni che sono valse il terzo posto nella classifica generale. Questo piazzam (continua)