Home > Musica > Gran concerto di Natale. Note e solidarietà

Gran concerto di Natale. Note e solidarietà

scritto da: Chiaramarola | segnala un abuso

Gran concerto di Natale. Note e solidarietà


130 bambini musicisti di età compresa tra i 6 ei 14 anni per testimoniare che, attraverso la musica, è bello e doveroso pensare a chi è più sfortunato. Martedì 19 dicembre alle ore 20 presso la Chiesa del Santo Volto di Torino, l’Accademia Suzuki di Torino, in collaborazione il Gruppo Caritas della Parrocchia del Santo Volto, è ideatrice e artefice di “Note e Solidarietà”, un Gran Concerto di Natale a scopo benefico.  La finalità è quella di raccogliere fondi a favore di ben 128 famiglie della città di Torino (per un totale di 438 persone) che la Caritas sostiene con diverse iniziative di supporto sociale ed economico, tra cui la copertura delle spese scolastiche e mediche per i minori.  Un impegno visibile per i piccoli talenti dell’Accademia Suzuki diretta da Lee e Antonio Mosca, fondatori del metodo Suzuki in Italia. Un  gesto di solidarietà anche per il pubblico torinese che parteciperà all’evento. Sarà anche il primo impegno ufficiale dell’Accademia Suzuki dopo l’importante riconoscimento che il Conservatorio “G.Verdi” di Torino gli ha attribuito, designandola, nell’ambito di una convenzione formalizzata tra i due enti, come scuola convenzionata atta a svolgere una qualificata attività di formazione musicale di base. Il risultato di più di 40 anni di presenza sul territorio con tantissimi ragazzi che dalla scuola Suzuki hanno mosso i primi passi musicali per poi procedere sicuri verso brillanti carriere internazionali.

 

Il concerto è un ideale viaggio musicale nel tempo e intorno a mondo. Aprirà la serata la Sinfonia in re maggiore di uno dei più grandi virtuosi di mandolino del Settecento, Giovan Battista Gervasio. A interpretare questo pezzo l’ensemble di mandolini dell’Accademia. Seguono le chitarre con Les Barricades Mystérieuses (originariamente per cembalo) di François Couperin. Dal Barocco europeo del 700, di cui fa parte anche l’ingiustamente dimenticato compositore e violinista italiano Giuseppe Antonio Capuzzi, passando attraverso il Concerto Brandeburghese n.3 del genio tedesco di Johann Sebastian Bach si giunge,  con un balzo di quasi duecento anni, al Novecento statunitense di Ernest Bloch di cui ascolteremo l’accorata Prayer per violoncello e orchestra. Solista la quattordicenne Virginia Bosio, che insieme a Simone Severino, altro cello solo della serata, riceve in questa occasione il Diploma dell’Accademia, segno del grande impegno con cui i due giovani musicisti hanno seguito il percorso didattico che si fonda sugli insegnamenti del grande didatta giapponese Shinichi Suzuki.

Con Neige del pianista e direttore d’orchestra nato a Bordeaux nel 1928, Jean-Michel Damase entrano in scena le arpe. La Simple Symhony di Benjamin Britten dà spazio alla freschezza di temi e materiali scritti dal compositore, precocissimo talento, tra i nove e i dodici anni. L’opera si configura quindi, anche per il suo clima sonoro spensierato, come simbolo della fanciullezza che questo evento benefico intende proteggere.  A chiudere la serata, con tutte le orchestre e gli ensemble della scuola riuniti,  i tradizionali canti natalizi da tutto il mondo


Fonte notizia: http://www.suzukicenter.it/


musica | beneficenza | suzuki | bambini | natale | solidarietà |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

VILLAGGIO DI NATALE A BUSSOLENGO


Pensierini Per Natale Per Stupire I Propri Amici E Parenti


MUSICA LIRICA: SUONIAMO ITALIANO, I PRELUDI DEI GRANDI MAESTRI


Aida Satta Flores in concerto al PalaFiori di Sanremo l’ 11 febbraio ore 18,30


Padova rompe il Silenzio


Dove Trovare I Migliori Regali Solidali Di Natale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il concorso cinematografico di LiberAzioni raccontato dai giurati In palio tre premi da mille euro ciascuno per cortometraggi sul tema della libertà e della reclusione.

Il concorso cinematografico di LiberAzioni raccontato dai giurati In palio tre premi da mille euro ciascuno per cortometraggi sul tema della libertà e della reclusione.
  ISCRIZIONI ENTRO IL 21 LUGLIO 2019 Partecipazione gratuita   Ultime settimane per partecipare alla seconda edizione del concorso nazionale di cinema “Le ali della Creatività” promosso da LiberAzioni, un complesso di iniziative artistiche e culturali nato a Torino per mettere in dialogo l’ambiente del carcere con il mondo esterno attraverso gli strumenti d (continua)

LiberAzioni – festival delle arti dentro e fuori (18-20 ottobre 2019) L’arte dei giovani tra carcere e quartiere

LiberAzioni – festival delle arti dentro e fuori (18-20 ottobre 2019) L’arte dei giovani tra carcere e quartiere
 LiberAzioni – festival delle arti dentro e fuori (18-20 ottobre 2019) L’arte dei giovani tra carcere e quartiere   Al via il concorso nazionale di cinema Le Ali della Creatività, il concorso nazionale di scrittura Io sono tante/i e  il Contest musicale nel quartiere delle Vallette a Torino     ll festival LiberAzioni è il primo festival n (continua)

3Orchestre, 1Sogno

3Orchestre, 1Sogno
  “Tre orchestre, un sogno” è l’iniziativa benefica a favore dei bambini del Senegal che coinvolge i giovani musicisti dell’Accademia Suzuki Talent Center, scuola di musica dalla lunga e consolidata esperienza sul territorio che si rivolge a bambini tra i tre e i sedici anni con un approccio innovativo (il metodo Suzuki). Tre serate in luoghi importanti e rappr (continua)

XENIA CHAMBER MUSIC COURSE PER IL MAGUIRE FUND A PALAZZO BAROLO

XENIA CHAMBER MUSIC COURSE PER IL MAGUIRE FUND A PALAZZO BAROLO
    Martedì 22 maggio 2018 presso Palazzo Barolo alle ore 21.00 lo Xenia Chamber Music Course presenta il Maguire Fund con un concerto di musica da camera del giovane Quartetto Eméra di Torino. Ingresso libero e gratuito. Seguirà rinfresco gentilmente offerto da VaSté Valente Catering, Cantine Luzi Donadei Fabiani e La Perla di Torino. Lo Xenia Chamber Musi (continua)

Gli “Spiriti musicali” chiudono EstOvest festival 2017

 Gli “Spiriti musicali” chiudono EstOvest festival 2017   La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertutto.                                       &n (continua)