Home > Cultura > COSMOBSERVER: Il sito di divulgazione scientifica dedicato allo spazio pubblica il suo bilancio di missione

COSMOBSERVER: Il sito di divulgazione scientifica dedicato allo spazio pubblica il suo bilancio di missione

articolo pubblicato da: cosmosmedia | segnala un abuso

COSMOBSERVER: Il sito di divulgazione scientifica dedicato allo spazio pubblica il suo bilancio di missione

COSMOBSERVER, Il sito di divulgazione scientifica dedicato allo spazio pubblica il suo terzo bilancio di sociale e di missione

È stato pubblicato oggi su COSMOBSERVER il bilancio di missione 2017. Redatto dal fondatore di COSMOBSERVER ed esperto di marketing e comunicazione Emmanuele Macaluso, il bilancio di missione è un documento formale, attraverso il quale si rendono pubblici dati, analisi e risultati ottenuti da un’azienda nell’anno precedente.

Inserito nell’ambito dell’attività di CSR (Corporate Social Responsability), conosciuta in Italia come Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI), il bilancio non prende in considerazione solo i fattori finanziari, ma anche quelli tecnici e sociali. Elementi particolarmente importanti ed evidenti quando si opera nella divulgazione scientifica.

Il bilancio di missione 2017 di COSMOBSERVER è stato redatto sotto la supervisione del Comitato Etico e Scientifico del Manifesto del Marketing Etico.

Il bilancio è stato pubblicato a pochi giorni dalla fine dell’anno di riferimento, e contiene alcune anteprime relative alle prossime attività del sito di divulgazione scientifica dedicato all’astronomia, astrofisica e astronautica e agli innovativi progetti off-line che saranno presentati ufficialmente nei prossimi mesi.

Entro la prima metà del 2018 infatti, si assisterà al passaggio di COSMOBSERVER da sito di divulgazione a sistema integrato di divulgazione e comunicazione della scienza.

“Siamo molto soddisfatti della stesura e dei risultati contenuti nel bilancio – ha dichiarato Emmanuele Macaluso durante la conferenza stampa di presentazione, che continua – I risultati ottenuti nel 2017, e ancor prima dalla sua fondazione, da COSMOBSERVER sono veramente importanti. Soprattutto nell’ambito della divulgazione e del coinvolgimento del pubblico, tenendo conto che al contrario di altre realtà del settore, abbiamo deciso di non falsare artificialmente i nostri volumi accedendo a servizi a pagamento sui social. Tutti i dati presenti nel bilancio sono quindi reali e riscontrabili. Le scelte editoriali e di trasparenza che abbiamo sempre adottato ci hanno portato a divenire in pochi anni una realtà credibile nell’ambito della divulgazione scientifica italiana. La stessa pubblicazione del bilancio è da considerarsi un fatto non comune in questo ambiente. Siamo fieri di essere tra i primi in Italia a perseguire questa strada, e del rapporto che stiamo creando quotidianamente con la platea alla quale comunichiamo. La strada è corretta, continueremo a percorrerla”.

È possibile leggere il bilancio di missione 2017 su COSMOBSERVER all’indirizzo http://thecosmobserver.blogspot.it/.

 

Di seguito i contatti di COSMOBSERVER

Web  http://thecosmobserver.blogspot.it

E-mail thecosmobserver@gmail.com

Facebook  https://www.facebook.com/cosmobserver/

Twitter  https://twitter.com/thecosmobserver

Cosmobserver | the cosmobserver | thecosmobserver | bilancio di missione | bilancio sociale | bilancio | emmanuele | macaluso | emmanuele macaluso | divulgazione | scientifica | italia | italiana | manifesto del marketing etico | marketing | marketing etico | comuni |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Divulgazione scientifica: On-line il nuovo sito di COSMOBSERVER


L’astronomo Walter Ferreri dona delle pubblicazioni al Centro di Documentazione e Divulgazione di COSMOBSERVER


Cosmobserver presenta il bilancio di missione il prossimo 8 gennaio


Un nuovo gruppo studierà il cielo, Nasce il GROCA (Gruppo di Ricerca e Osservazione Cosmologica e Astronomica)


Il 26 gennaio COSMOBSERVER metterà online il suo nuovo sito web


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Paola Palmesano partecipa allo IAPP Europe Data Protection Congress 2019 di Bruxelles

Paola Palmesano partecipa allo IAPP Europe Data Protection Congress 2019 di Bruxelles
L’esperta nella protezione di dati e informazioni torinese Paola Palmesano ha ufficializzato nelle scorse ore la sua partecipazione al congresso internazionale sul data protection   Si svolgerà a Bruxelles, in Belgio, dal 18 al 21 novembre, lo “IAPP Europe Data Protection Congress 2019” organizzato dalla IAPP (International Association of Privacy Professionals). (continua)

EM314: Ecco il logo del progetto sportivo per il rientro nel professionismo dell’atleta Emmanuele Macaluso

EM314: Ecco il logo del progetto sportivo per il rientro nel professionismo dell’atleta Emmanuele Macaluso
Dopo l’ufficializzazione del suo ritorno allo sport professionistico, nella MTB, Emmanuele Macaluso presenta il logo del progetto di marketing che lo supporterà in questa nuova avventura professionale.   Dopo i rumors e l’ufficializzazione del suo ritorno nel mondo dello sport professionistico avvenuto lo scorso mese di ottobre, Emmanuele Macaluso, già campione n (continua)

L’esperta di protezione dati e GDPR Paola Palmesano allo “IAPP Europe Data Protection Congress 2019” di Bruxelles

L’esperta di protezione dati e GDPR Paola Palmesano allo “IAPP Europe Data Protection Congress 2019” di Bruxelles
L’esperta nella protezione di dati e informazioni torinese Paola Palmesano ha ufficializzato nelle scorse ore la sua partecipazione al congresso internazionale sul data protection   Si svolgerà a Bruxelles, in Belgio, dal 18 al 21 novembre, lo “IAPP Europe Data Protection Congress 2019” organizzato dalla IAPP (International Association of Privacy Professionals). (continua)

Il Prof. Emmanuele Macaluso ritira il premio scientifico internazionale “INTERSTELLARS International Award”

Il Prof. Emmanuele Macaluso ritira il premio scientifico internazionale “INTERSTELLARS International Award”
Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato al fondatore di COSMOBSERVER e MISSION DARK SKY durante il NASA Space Apps Challenge di Brescia lo scorso 20 ottobre dagli organizzatori della manifestazione.   Lo scorso 20 ottobre, nella prestigiosa cornice del Mo.Ca. Palazzo Martinengo Colleoni di Brescia, Chiara Chiesa e Andrea Giannattasio, rispettivamente Presidente e Vicepresi (continua)

In partenza la seconda edizione del NASA Space Apps Challenge di Brescia

In partenza la seconda edizione del NASA Space Apps Challenge di Brescia
“Coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo sono quelli che davvero lo cambiano”. Steve Jobs   NASA Space Apps Challenge sbarca per il secondo anno a Brescia. Durante la manifestazione promossa dalla NASA sarà assegnato il premio INTERSTELLARS INTERNATIONAL AWARD al Prof. Emmanuele Macaluso   Evento organizzato da Chiara Chiesa e Andre (continua)