Home > Economia e Finanza > Valute digitali, si fa sentire il contraccolpo dal Giappone

Valute digitali, si fa sentire il contraccolpo dal Giappone

scritto da: Elleny | segnala un abuso


Sono giorni pesanti per il settore delle valute digitali. A rendere il clima poco propenso per il trading su questo asset sono le notizie giunte dal Giappone. E' stato infatti messo a segno un attacco hacker, a causa del quale sono letteralmente spariti 500 milioni di dollari. L'annuncio è stato dato da Coincheck, che aveva deciso anche di sospendere tutte le contrattazioni sulle criptovalute. Il danno però era fatto, peraltro senza avere neppure la certezza che la piattaforma riuscirà a rimborsare i suoi utenti.

Tornano quindi gli scossoni sul mercato delle valute digitali, uno dei settori più cavalcati dai broker (qui ad esempio c'è come funziona Dukascopy recensione broker ECN). L'ultima frode cibernetica risaliva a 4 anni fa, e fu sempre a danno di una piattaforma giapponese di criptovalute. Stavolta però il futro è stato il maggiore mai concretizzato, ben 58 miliardi di yen ovvero 430 milioni di euro.

Le ripercussioni per il mercato delle valute digitali

valute digitaliChiaramanete tutto ciò ha avuto pesanti strascichi sul mercato (vedi il tema trading con i bitcoin, come funziona e dove farlo in Italia). L'intero comparto delle criptovalute è stato interessato da forti vendite nelle ultime 24 ore. Bitcoin è scivolato verso 11mila dollari tornando sotto pressione. Ma anche le altre valute digitali hanno accusato delle perdite (tra il 5% e il 10%), a conferma che l'andamento dell'intero settore soffre di questa "dipendenza" dal BTC.

Se l'intero comparto delle valute digitali non può sirridere, c'è però chi invece ha un motivo per farlo comunque. Si tratta di Ripple. Dal 30 gennaio infatti una delle maggiori digital currencies esistenti entrerà a far parte di BitOasis, la piattaforma di exchange di criptovalute con sede a Dubai. Questa novità importante potrebbe dare una spinta a Ripple nei prossimi giorni, tenuto anche conto dell'interesse che ha suscitato nella banca RAK degli Emirati Arabi Uniti. Nei giorni scorsi invece Ethereum era entrato in Bitfinex, una delle piattaforme di exchange più importante della rete.

trading | broker dukascopy spreads | trading con i bitcoin |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Uno chef, appartenente al network della Camera di Commercio Italiana in Giappone, ha portato l’agroalimentare italiano nel paese nipponico


Valute digitali, il rally di Bitcoin sta trascinando ancora di più Ethereum


Aumentano le truffe legate alle cripto valute su Android: scoperte dai ricercatori di ESET app fake di Poloniex e MyEtherWallet


Daiichi Sankyo: contemplazione dei ciliegi in fiore nel Parco EUR a Roma


Davvero (quasi)Tutti  pazzi per le Criptovalute?


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Banche centrali e riserve auree, gli Usa battono tutti ma l'Italia è terza

L'oro è da sempre un metallo importante non solo per i consumatori e gli investitori al dettaglio, ma anche per le banche centrali. I caveau sono pieni di riserve auree (per lo più in lingotti), che rappresentano una garanzia di rimborso per i depositanti, i detentori di banconote e gli operatori commerciali. Ma il ruolo di tali riserve è importane anche al fine di supportare il valore della valut (continua)

Mercato azionario tedesco, si avvicina la svolta: listino principale a 40 titoli

Deutsche Boerse dovrebbe annunciare i nuovi entranti nell'indice blue-chip venerdì, mentre la variazione diventerà pienamente operativa a partire dal 20 settembre Si avvicina sempre di più il momento della svolta epocale per il mercato azionario tedesco. L'indice principale, il DAX, infatti passerà dagli attuali 30 membri a 40. Questo renderà più “vivace” l'indice stesso, oltre a portare uan ventata di aria nuova sul listino.  Cosa succederà al mercato azionario tedesco Il cambiamento è (continua)

Investitori in commodities attenti all'evoluzione dello scenario sul mercato del rame

Gli analisti di Goldman Sachs continuano a sottolineare i problemi di fornitura che caratterizzeranno il mercato del prossimo anno Il mese di agosto non è stato ricco di soddisfazioni per gli investitori del rame. Il metallo rosso infatti si è mosso ben poco rispetto al livello dei 9500 dollari a tonnellata, intiepidendosi rispetto a qualche settimana prima.Il quadro che si presenta agli investitoriSe guardiamo al lato dell'offerta, non c'è dubbio che la cosa sorprende. Infatti ci sono diversi fattori rialzisti, che giustific (continua)

Investitori, è di nuovo massima allerta sulle prossime mosse della FED

Le due settimane a cavallo di ferragosto dovrebbero essere più blande per gli investitori, anche per via di un calendario economico scarno di eventi. Eppure si trovano di fronte a scenari da svolta, dopo la forte crescita degli occupati Usa (943 mila posti di lavoro in più a luglio) che ha aumentato le chance di tapering a parte della banca centrale americana.I dati macro USA e gli investitoriDi (continua)

Mercato delle valute, dopo il meeting FED la sterlina scatta verso 1,40

Il meeting della Federal Reserve non riguardava soltanto gli USA, ma ha avuto impatto sull'intero sistema finanziario globale. E chiaramente ha avuto anche delle ripercussioni sul mercato delle valute. Dove la sterlina corre, tanto da arrivare ai massimi di oltre un mese rispetto al biglietto verde.Dollaro, sterlina e mercato delle valuteIl cambio GBP/USD infatti è cresciuto dopo la riunione del F (continua)