Home > Scuola e Università > Lezioni e incontri con professionisti del cinema, la didattica nuova del prof. Giordano all'Orientale

Lezioni e incontri con professionisti del cinema, la didattica nuova del prof. Giordano all'Orientale

scritto da: Renail87 | segnala un abuso

Lezioni e incontri con professionisti del cinema, la didattica nuova del prof. Giordano all'Orientale


Coniugare innovazione, sperimentazione e tradizionale linguaggio accademico. È questa la sfida del nuovo ciclo del Laboratorio di Produzioni audiovisive teatrali e cinematografiche promosso dall’Università L’Orientale di Napoli e affidato al Prof. Francesco Giordano,  in qualità di docente, filmmaker, producer, regista e direttore della fotografia e video maker. Un modo di insegnare ai giovani e di coinvolgerli poco convenzionale. Si tratta, ne è convinto il prof. Giordano, di un ottimo stimolo per la conoscenza del mondo del lavoro attraverso la dinamica dell’ incontro-lezione che di fatto avvicina gli studenti a personalità artistiche e professionisti dello spettacolo.

 
Dopo un’ampia preparazione teorica sull’ organizzazione e Economia dell’Azienda di Produzione Teatrale, Cinematografica e Televisiva, quindi sulla tecnica, e infine su nozioni di Comunicazione Commerciale Teatrale ed Audiovisiva, si è passati ad una fase pratica che potremmo definire del "learning by doing", attraverso un percorso laboratoriale in cui si coniuga l'apprendimento più teorico della disciplina, in particolar modo riguardo la tecnica cinematografica e televisiva, con un continuo training.  L’esperienza concreta del Prof. Francesco Giordano ha suggerito di uscire dai tradizionali modelli della lezione accademica per assumere le dinamiche di una lezione innovativa, che vede nello scambio e nella relazione un valore aggiunto, attraverso cui crescere insieme.

Ed ecco che nel primo degli incontri-lezione, ricalcando lo stile dell’attività di formazione della VED ASSOCIAZIONE CULTURALE www.vedassociazione.it , di cui lo stesso Prof. Francesco Giordano è il presidente, i giovani studenti sono stati impegnati in un’attività di stage nel corso della lezione.
 
A dare il suo prezioso contributo Franco Maione, attore, regista, autore, drammaturgo, sceneggiatore, docente di recitazione e direttore della Scuola di Musical e Teatro “New Edenbleu”.

Riassumendo la differenza fondamentale tra l’attore teatrale, che per emozionare il pubblico dal palcoscenico usa toni e mimica differenti dall’attore cinematografico, che invece drammatizza la scena senza bisogno di forzare la recitazione, supportato da piani e movimenti di macchina, Maione ha posto l’accento sulla preparazione dell’attore in base ad un percorso mirato di studi approfonditi che gli permettano anche l’autonomia dell’improvvisazione, partendo dal metodo di lavoro su sé stessi, utilizzando lo stile di insegnamento di Stanislavskij con qualche riferimento a Strasberg.

Gli studenti pertanto hanno fatto esperienza concreta di un set ed hanno ricoperto ruoli diversi, da quello dell’attore al ruolo professionale della produzione (regista, operatore, fonico, assistente alla regia) assegnati agli stessi studenti dietro la macchina da presa e coordinati in aula dal Prof Giordano, che a conclusione dell’incontro ha messo in evidenza la necessità di studiare l’impiego delle tecnologie nei percorsi universitari propedeutici all'assunzione di.una vera e propria professionalita' spendibile concretamente fuori dalle aule. 

La proposta del Prof. Francesco Giordano è di intraprendere nuovi corsi professionali e universitari in Istituti Penitenziari, nelle Università, nelle Accademie e in Istituti Scolastici, con associazioni culturali ed enti per intraprendere un cambiamento che sia prima di tutto culturale


Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia
La Pasticceria Seccia, fiore all'occhiello dei Quartieri Spagnoli e da sempre legata al tifo e all'amore per il pibe de oro, lancia nell'ultima domenica di novembre una mignon dedicata alla memoria del compianto Diego Armando Maradona: un bignè craquelin panna e caramello da condividere sui social con l'hashtag #elpibe. La notizia della scomparsa di Diego Armando Maradona ha lasciato tutti sgomenti a Napoli, seconda casa del Pibe de Oro, e le manifestazioni d'affetto che stiamo vedendo in questi giorni ne sono la prova tangibile. Se allo Stadio San Paolo, che presto cambierà nome in suo onore a quanto pare, l’abbraccio di tifosi e appassionati è stato forse il più pittoresco e degno di una rockstar, con le candel (continua)

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano
È già in libreria il racconto “Storia di un (quasi) amore in quarantena”, primo libro del giornalista napoletano Davide Gambardella, edito da Graus e scritto in piena quarantena, quasi un instant book si potrebbe dire. In molti hanno parlato di amori e storie in quarantena, persino di tradimenti, eppure la narrazione di Gambardella è abbastanza insolita e si distingue bene dalle altre pub (continua)

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD
Un progetto ambizioso nasce al Sud, in Campania, e si presenta, con autorevolezza, come un’iniziativa di cui molto probabilmente se ne avvertiva l’esigenza già da mesi, prima del difficile periodo collegato al lockdown. Nasce infatti Gruppo Artisti del Gusto, grazie ad un accentuato spirito di gruppo, ad una coesione tanto visionaria quanto forte tra una quindicina di professionisti, di varia (continua)

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli
A un anno dalla scomparsa di Luciano De Crescenzo i Quartieri Spagnoli di Napoli celebrano l’indimenticabile scrittore napoletano con un’iniziativa artistica a vico Tre Regine (angolo via De Deo): l’inaugurazione sabato 18 luglio alle 11.30 di un mural dal titolo “O pallone miez ‘e macchine”, opera di Michele Quercia e Francesca Avolio. Alla manifestazione, promossa dall’Associazione Quartier (continua)

La proposta del Maestro Pasticcere Gennaro Volpe, la zeppola di San Giuseppe dolce per la festa della Mamma

La proposta del Maestro Pasticcere Gennaro Volpe, la zeppola di San Giuseppe dolce per la festa della Mamma
La Festa della Mamma non ha un dolce simbolo, come il panettone a Natale o la colomba a Pasqua. Perciò Gennaro Volpe, pluripremiato Maestro della storica pasticceria "Volpe" ubicata ai Colli Aminei (Napoli), ha proposto la "Zeppola di San Giuseppe" - già dolce simbolo della Festa del Papà - anche come emblema dei festeggiamenti legati alla Festa della Mamma. Perchè un dolc (continua)