Home > Altro > CONAD e CHEP: il pallet pooling per ridurre l’impatto ambientale

CONAD e CHEP: il pallet pooling per ridurre l’impatto ambientale

scritto da: Sound PR | segnala un abuso

CONAD e CHEP: il pallet pooling per ridurre l’impatto ambientale


Pallet CHEP a Emissioni Zero per Conad, grazie al progetto di gestione sostenibile dei pioppeti in collaborazione con PEFC 11 luglio 2018 – Conad, organizzazione cooperativa leader in Italia di imprenditori indipendenti della distribuzione, e CHEP, leader mondiale di soluzioni di pallet pooling, hanno attivato con PEFC Italia un progetto di pioppicoltura sostenibile al fine di contrastare i cambiamenti climatici e di neutralizzare le emissioni di “gas serra” prodotte dalla gestione dei pallet nella movimentazione dei prodotti a marchio Conad. Il cuore del progetto è rappresentato da importanti piantagioni in Pianura Padana per lo sviluppo di benefici ambientali, come l’assorbimento di anidride carbonica e la riduzione dell’inquinamento, nei territori vicinali ai propri più importanti siti logistici di stoccaggio e movimentazione dei prodotti a marchio Conad. “Questo progetto”, dice Andrea Mantelli, responsabile della Supply Chain di Conad, avrà impatti positivi a livello ambientale, ma anche economici e sociali. Il finanziamento avrà infatti importanti ricadute sul territorio, promuovendo pratiche gestionali che riducono l’inquinamento da fertilizzanti e da pesticidi, e porterà benefici economici per le comunità coinvolte.” Marco Moritsch, Direttore Generale di CHEP Italia, afferma: “Sostenibilità ambientale ed efficienza della supply chain sono da sempre elementi portanti del nostro sistema di pooling. Il progetto Emissioni Zero in collaborazione con Conad ci rende molto orgogliosi e conferma il nostro impegno a continuare a portare concreti benefici per il territorio e le comunità in cui operiamo.” E’ proprio per i vantaggi in termini di efficienza e sostenibilità che Conad ha scelto il pallet pooling rispetto all’interscambio nella movimentazione dei prodotti a proprio marchio. Il progetto con PEFC Italia potenzia i benefici ambientali propri del sistema di pooling. Grazie al calcolatore dell’Impatto Ambientale LCA certificato ISO14044, CHEP e Conad hanno quantificato in 1.231 tonnellate di CO2 l’impatto ambientale della gestione dei pallet CHEP per le spedizioni di prodotti a marchio Conad e insieme hanno quindi affidato a PEFC Italia (ente per la promozione della certificazione forestale sostenibile) l’identificazione di imprese agricole che assorbano un quantitativo pari e superiore tonnellate di CO2 equivalenti. Il finanziamento del progetto permette quindi di rendere concreta, in maniera del tutto volontaria, la neutralizzazione dei gas serra calcolati, con la promozione di attività sostenibili in Pianura Padana per una quantità uguale di anidride carbonica assorbita da piantagioni di pioppo. Le aziende agricole che partecipano al progetto, coordinate dall’Associazione Produttori Forestali ed Agroalimentari FORAGRI, si trovano in Piemonte e Lombardia. Iñigo Canalejo, CHEP Sustainability Director EMEA, dichiara: “Questa collaborazione con Conad va oltre l’utilizzo dei nostri pallet, già sostenibili, e riduce a zero le emissioni collegate in partnership con PEFC, un’organizzazione con cui abbiamo una stretta collaborazione perché utilizziamo solo legno certificato al 100% da Catena di Custodia in tutta Europa.” Informazioni su CHEP CHEP è un fornitore globale di soluzioni per la supply chain di beni di consumo, alimenti freschi e bevande per produttori e rivenditori in oltre 60 Paesi. CHEP offre un’ampia gamma di piattaforme e servizi di supporto operativo e logistico indicati per ottimizzare le prestazioni e ridurre il rischio, migliorando al tempo stesso la sostenibilità ambientale. I 12.500 dipendenti di CHEP e i ca. 300 milioni di piattaforme riutilizzabili (pallet e container) garantiscono una copertura completa e un valore eccezionale, e sono attivi presso più di 500.000 punti di contatto con i clienti di brand internazionali come Procter & Gamble, Sysco, Kellogg’s e Nestlé. CHEP fa parte del Gruppo Brambles, che vanta nel suo portafoglio anche IFCO, azienda leader nella fornitura di contenitori in plastica riutilizzabili (RPC) per la supply chain globale nel settore degli alimenti freschi. Per ulteriori informazioni su CHEP, visitate il sito web www.chep.com. Per informazioni sul Gruppo Brambles, visitate il sito web www.brambles.com. Per ulteriori informazioni relative a CHEP ITALIA: SOUND PR per CHEP Giulia Serazzi/ Ilaria Sala Via Stradivari 7, 20131 Milano Tel. +39 02 205695.1 g.serazzi@soundpr.it / i.sala@soundpr.it

CHEP | CONAD | sostenibilità ambientale |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Chep, Ferrarelle, P&G e Conserva: insieme per cambiare la supply chain


SAMMONTANA SCEGLIE CHEP PER I SUOI GELATI ALL’ITALIANA


Findus sceglie la soluzione CHEP per i suoi top brand nel rispetto dell'ambiente


CHEP e la Federazione Europea dei Banchi Alimentari insieme per alleviare la fame e ridurre lo spreco di cibo


Endurance Technologies e CHEP si aggiudicano il riconoscimento Environmental Sustainability Excellence alla sesta edizione degli Automotive Global Awards


CHEP: novità nel management per EMEA e America Latina


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Sicurezza informatica: cosa ci aspetta nel 2020?

Sicurezza informatica: cosa ci aspetta nel 2020?
Sophos (LSE: SOPH), leader globale nella sicurezza degli endpoint e della rete, svela i trend della cybersicurezza per il nuovo appena cominciato.                                                                        &n (continua)

Sicurezza Windows 7 sempre più a rischio: attacchi phishing in crescita del 400%

Sicurezza Windows 7 sempre più a rischio:  attacchi phishing in crescita del 400%
Secondo il recente Threat Report di Webroot le infezioni sono in crescita di oltre il 70% Milano, 11 novembre 2019 - Webroot, azienda del gruppo Carbonite, ha condiviso i risultati del suo ultimo Threat Report: Mid-Year Update, lo studio che intende esplorare l’evoluzione del panorama della cybersecurity. Sulla base dei trend osservati durante la prima metà del 2019, è emerso che 1 link su 50 è (continua)

Chiusura impianto di gassificazione SMPP di Falconara Marittima (AN): all’asta con Troostwijk numerose attrezzature e parti di ricambio di alta qualità

Chiusura impianto di gassificazione SMPP di Falconara Marittima (AN):  all’asta con Troostwijk numerose attrezzature e parti di ricambio  di alta qualità
Milano, 6 novembre 2019 – Il panorama della lavorazione del gas e del petrolio è tra i più complessi in Italia: ad oggi sono in funzione solo una decina di raffinerie rispetto alle 16 attive nel 2009. Negli ultimi anni, l’eccessiva capacità produttiva ha portato ad una fase di forte razionalizzazione che ha reso necessario dismettere alcuni impianti su tutta la penisola. Rispetto ai contest (continua)

Macchinari per i processi di lavorazione della frutta all’asta con Troostwijk: oltre 2000 lotti disponibili dal 26 al 28 novembre

Macchinari per i processi di lavorazione della frutta all’asta con Troostwijk: oltre 2000 lotti disponibili dal 26 al 28 novembre
Milano, 29 ottobre 2019 – Dal 2010 il settore produttivo di bevande alla frutta ha conosciuto un trend prevalentemente negativo che salvo poche occasioni di ripresa, come quella evidenziatasi per il 2017, ha mostrato segni di una debolezza strutturale. La tendenza ad una maggiore attenzione verso il consumo di prodotti salutari e a basso contenuto di zuccheri, ha spinto una cospicua parte d (continua)

CAMBIAMENTI CLIMATICI E RISCALDAMENTO DOMESTICO: CHI HA DETTO CHE NON CI SONO PIÙ LE MEZZE STAGIONI?

CAMBIAMENTI CLIMATICI E RISCALDAMENTO DOMESTICO: CHI HA DETTO CHE NON CI SONO PIÙ LE MEZZE STAGIONI?
Quando è troppo tardi per l’aria condizionata e troppo presto per il riscaldamento, serve una soluzione in grado di garantire il comfort abitativo senza inquinare Milano, 28 ottobre 2019 – Le conseguenze dei cambiamenti climatici sono sempre più evidenti e nonostante all’interno della comunità scientifica non sembrino più esserci dubbi sul fatto (continua)