Home > Ambiente e salute > Un laboratorio di sviluppo e potenziamento della voce dal titolo "Terapeuti della nostra voce" a Napoli

Un laboratorio di sviluppo e potenziamento della voce dal titolo "Terapeuti della nostra voce" a Napoli

scritto da: Renail87 | segnala un abuso

Un laboratorio di sviluppo e potenziamento della voce dal titolo


 "Terapeuti della nostra Voce" è un laboratorio intensivo, in programma sabato 13 ottobre dalle 9 alle 14 al centro Agorà (formazione universitaria e professionale) di via Mascagli 92 al Vomero, centrato interamente sulla voce, analizzata in maniera innovativa e inedita. Con l'aiuto della scienza e dell'arte, il workshop intende esplorare la voce a 360*, approfondendone genesi e funzionamento. Il corso, dal forte taglio pratico, regalerà ai partecipanti importanti strumenti terapeutici con cui sviluppare e potenziare la voce, con particolare attenzione alle dinamiche bio-meccaniche ed emotive, quasi sempre ignorate nei tradizionali approcci al mondo della voce. Il partecipante acquisirà così una chiara e completa visione della sua voce, sperimentando fisicamente il suo enorme potenziale, il tutto grazie all'intervento di nuovi percorsi di Logopedia, Vocologia e musicoterapia. Il seminario è rivolto a un massimo di 15 partecipanti ed è consigliato a professori e docenti, psicologi e counselor, guide turistiche, assistenti, giornalisti, avvocati, cantanti, attori e speaker.

Ai riferimenti teorici, cenni epistemologici e applicazioni pratiche in ambito logopedico, vocologico e musicoterapeutico, che si rifanno all’Evidence Based Medicine, verrà dato spazio a tecniche induttive e partecipative della recitazione e del doppiaggio e all’educazione musicale che nasce da una serie di esperienze didattiche avviate ed esperite in diversi contesti istituzionali (Centri di Formazione, di Riabilitazione e Scuole Primarie e Secondarie).

Ricerca e Studio Applicato della Voce e del Suono è un area di ricerca dedita allo studio e alla pedagogia della voce. Nasce dall’incontro di persone che hanno vissuto storie uniche con la propria voce, affrontando malattie che la consumavano o sfidando traguardi artistici sul palco, e che hanno dedicato il loro destino professionale alla sua cura e sviluppo. Dalla passione e dall’esperienza umana, clinica e artistica di queste persone, nascono attività e progetti sul territorio volti alla tutela della voce affinché non venga silenziato il potenziale espressivo della persona sostenendo il racconto della sua storia nel mondo.

I Tutor professori del laboratorio

Daniele Apredda è logopedista e vocologo. Svolge attività di ricerca e cura in ambito di Fisiopatologia della Comunicazione. Ha collaborato con la scuola di Medicina e Chirurgia dell'università Federico II di Napoli e con il Consiglio Europeo Sviluppo Umano a progetti di prevenzione, cura e ricerca della voce. Negli anni di attività clinica ha sostenuto la ricerca sugli aspetti curativi ed educativi della voce parlata e artistica, sia cantata che recitata, congiungendo l'arte e la pedagogia vocale ai suoi interventi terapeutici. ha competenze magistrali nella cura e nella riabilitazione  della Comunicazione  ed è specializzato in "Fisiopatologia e Riabilitazione della Voce cantata e recitata" presso l'università Federico II di Napoli, e  in "Vocologia Artistica" presso L'università Alma Mater Studiorum di Bologna. Progetta e cura azioni mirate alla riabilitazione della voce ed è formatore per la prevenzione, l'educazione e lo sviluppo delle abilità vocali e comunicative degli attori del sistema sanitario, scolastico ed artistico.

Francesca Curti Giardina è Soprano e musicoterapista diplomata all' Università Europea J. Monnet di Bruxelles. Dopo la laurea in Lettere Moderne, indirizzo musica e spettacolo, all' Università degli Studi di Napoli Federico II, intraprende la carriera di cantante lirica sotto la guida dei maestri Valeria Baiano e Rosa Montano ed espande il suo repertorio  al genere pop, italiano e internazionale, con i maestri Lorena Fontana e Brunella Selo. Ha partecipato a importanti rassegne culturali e spettacoli musicali nel territorio  italiano come “Maggio dei Monumenti”, “Grande Slam delle Arti” e i  recital con la scuola di Modena “Labomusica” sotto l'egida di Silvia Mezzanotte. Inoltre ha collaborato con noti gruppi musicali come “I Cimarosa”, gruppo storico della Canzone Napoletana, e i “Vittorio Cataldi Quintet” e ha cantato per la televisione italiana su Rai 1. A Modena ha diretto l'orchestra “Ologramma”, ancora attiva sul territorio, e attualmente è la voce del “Trio Esperidi”, affermato gruppo musicale del territorio campano.

Per informazioni sul corso

Come arrivare al Centro Agorà

1)dall'uscita della metropolitana di quattro giornate, procedere verso via Vincenzo Gemito e svoltare a destra per via Giuseppe Ribera. Continuare dritto per 250 metri per via Pietro Mascagni 92. Salire al I °piano del palazzo per il centro Agorà

2)Prendere l'uscita 9 "Vomero" della tangenziale. Dopo il casello prendere il raccordo via Luigi Caldieri in direzione via Pietro Mascagni

Pagina Facebook: Ricerca e Studio Applicato della Voce e del Suono

Evento facebook correlato

Email: ricercaestudiovoceesuono@gmail.com

Contatti Telefonici: +339 328 23 29 294 (sezione Logopedia e Vocologia) +339 345 821 8414 (Sezione Canto e Musicoterapia



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

"ACT LAB 2.0": arte e cultura alla Sanità


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


"Vedi Napoli.....e poi torni e ritorni"


Arkeda Open House 26|27|28 Novembre 2019


Prospettive ed aspettative per i pizzaioli, trovano successo per il loro futuro


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia
La Pasticceria Seccia, fiore all'occhiello dei Quartieri Spagnoli e da sempre legata al tifo e all'amore per il pibe de oro, lancia nell'ultima domenica di novembre una mignon dedicata alla memoria del compianto Diego Armando Maradona: un bignè craquelin panna e caramello da condividere sui social con l'hashtag #elpibe. La notizia della scomparsa di Diego Armando Maradona ha lasciato tutti sgomenti a Napoli, seconda casa del Pibe de Oro, e le manifestazioni d'affetto che stiamo vedendo in questi giorni ne sono la prova tangibile. Se allo Stadio San Paolo, che presto cambierà nome in suo onore a quanto pare, l’abbraccio di tifosi e appassionati è stato forse il più pittoresco e degno di una rockstar, con le candel (continua)

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano
È già in libreria il racconto “Storia di un (quasi) amore in quarantena”, primo libro del giornalista napoletano Davide Gambardella, edito da Graus e scritto in piena quarantena, quasi un instant book si potrebbe dire. In molti hanno parlato di amori e storie in quarantena, persino di tradimenti, eppure la narrazione di Gambardella è abbastanza insolita e si distingue bene dalle altre pub (continua)

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD
Un progetto ambizioso nasce al Sud, in Campania, e si presenta, con autorevolezza, come un’iniziativa di cui molto probabilmente se ne avvertiva l’esigenza già da mesi, prima del difficile periodo collegato al lockdown. Nasce infatti Gruppo Artisti del Gusto, grazie ad un accentuato spirito di gruppo, ad una coesione tanto visionaria quanto forte tra una quindicina di professionisti, di varia (continua)

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli
A un anno dalla scomparsa di Luciano De Crescenzo i Quartieri Spagnoli di Napoli celebrano l’indimenticabile scrittore napoletano con un’iniziativa artistica a vico Tre Regine (angolo via De Deo): l’inaugurazione sabato 18 luglio alle 11.30 di un mural dal titolo “O pallone miez ‘e macchine”, opera di Michele Quercia e Francesca Avolio. Alla manifestazione, promossa dall’Associazione Quartier (continua)

La proposta del Maestro Pasticcere Gennaro Volpe, la zeppola di San Giuseppe dolce per la festa della Mamma

La proposta del Maestro Pasticcere Gennaro Volpe, la zeppola di San Giuseppe dolce per la festa della Mamma
La Festa della Mamma non ha un dolce simbolo, come il panettone a Natale o la colomba a Pasqua. Perciò Gennaro Volpe, pluripremiato Maestro della storica pasticceria "Volpe" ubicata ai Colli Aminei (Napoli), ha proposto la "Zeppola di San Giuseppe" - già dolce simbolo della Festa del Papà - anche come emblema dei festeggiamenti legati alla Festa della Mamma. Perchè un dolc (continua)