Home > Cibo e Alimentazione > Un tripudio di sapori dallo spumante alla grappa in abbinamento alla cucina di mare di Trattoria dell’Oca in via Santa Teresa a Chiaia a Napoli

Un tripudio di sapori dallo spumante alla grappa in abbinamento alla cucina di mare di Trattoria dell’Oca in via Santa Teresa a Chiaia a Napoli

articolo pubblicato da: Renail87 | segnala un abuso

Un tripudio di sapori dallo spumante alla grappa in abbinamento alla cucina di mare di Trattoria dell’Oca in via Santa Teresa a Chiaia a Napoli

Per chi non fosse pienamente convinto delle straordinarie caratteristiche, ma soprattutto, della versatilità del Greco di Tufo Docg, quella del 17 aprile alle 20.30 presso laTrattoria dell’Oca (in via Teresa a Chiaia) è la serata giusta per fugare ogni dubbio.

Tre i vini in degustazione, tutti Greco di Tufo Docg, più una grappa prodotta a partite dalle vinacce del vitgno greco, dell’azienda Cantine di Marzo, la storica cantina di Tufo. Il menu della serata, interamente di mare, ideato dal patron della Trattoria dell’OcaFranco De Simone sarà abbinato a quattro espressioni di Greco, il vitigno che più di tutti in Campania sa esprimere mineralità e struttura, tanto da essere notoriamente definito ‘un vino rosso vestito da bianco’. I vini saranno illustrati dall’eclettico Ferrante di Somma, produttore di Cantine Di Marzo.

 

Il Greco di Tufo Docg prodotto da Ferrante di Somma è il protagonista di un lavoro di ricerca e specializzazione volto a esaltare tutte le sfumature del vitigno e, non in ultimo, la sua versatilità. Infatti, le Cantine di Marzo vantano il primato di aver prodotto il primo Greco di Tufo Spumante DOCG Metodo Classico Brut - Anni Venti. Oltre al Greco di Tufo Docg -linea classica- l’azienda propone tre cru: Colle Serrone, Ortale e Laure, prodotti che rispecchiano peculiari caratteristiche di tre siti specifici afferenti alla piccola denominazione Greco di Tufo Docg e che comprende solo 8 paesi. Ciliegina sulla torta: la grappa di greco, ottenuta dalla distillazione in alambicco di rame, con processo discontinuo, di pregiate vinacce fresche di Greco, prodotte dalla zona D.O.C.G. del Greco di Tufo. In seguito fatta affinare in botti di rovere per circa sette mesi.

 

Menu della serata

 

Anni Venti - Greco di Tufo spumante DOCG Metodo Classico Brut 
in abbinamento
 Polipo con patate e asparagi, gamberone in farina di ceci e insalata caponata, bruschette con stracciatella e alici salate, bocconcino di provola fritto

 

Greco di Tufo DOCG - Linea Classica

in abbinamento 
Tagliolini con seppie, vongole e zucchine

 

Greco di Tufo -Colle Serrone CRU 2017

in abbinamento
 Tocchetto di baccalà in cassuola (in carta fata), tocchetto di baccalà impanato con crema di friarielli

 

Grappa Barricata di Greco di Tufo

in abbinamento
Torta al Cioccolato con mandorle tostate

 

 

Cantine Di Marzo_L’azienda di riferimento campana è riconosciuta all’unanimità come simbolo di eccellenza da winelovers e tecnici del settore per la produzione di Greco di Tufo Docg. Tutte ottime le referenze dell’azienda di Tufo, come il Fiano di Avellino Docg e le varie denominazioni che vedono la produzione dell’Aglianico, il vitigno principe del territorio irpino, ma il Greco di Tufo per il produttore Ferrante di Somma rappresenta una vera mission perché legato intimamente al territorio in cui sorge la storica cantina e soprattutto alla storia di famiglia. Si racconta che nel lontano 1647 Scipione di Marzo, capostipite della famiglia, lasciò il suo paese natale, San Paolo Belsito, nei pressi di Nola, per fuggire dalla peste. Partendo, portò con sé le viti di un vitigno bianco locale, il Greco del Vesuvio oppure Greco di Somma. Quando si stabilì a Tufo, piantò queste viti in un territorio soprattutto vitato a rosso. Diventò così il creatore del vino Greco di Tufo.

 


 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Quando sapore e tradizione si incontrano in un piatto


NAPOLI CITTÀ DELLA CONVERSAZIONE


Facile-facile: come preparare in casa la grappa alla liquirizia.


Arkeda Open House 26|27|28 Novembre 2019


L’Antica Trattoria di Sorrento, un locale unico. Accoglienza, Ospitalità, Cortesia, Passione e Gusto sono gli elementi che lo contraddistinguono


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La Penisola Sorrentina, una destinazione Quality Committed nel workshop sul Turismo 4.0 a Massa Lubrense sabato 15 febbraio

La Penisola Sorrentina, una destinazione Quality Committed nel workshop sul Turismo 4.0 a Massa Lubrense sabato 15 febbraio
 Si intitola “Turismo 4.0. Big data project e tecnologie. Una nuova prospettiva per la Penisola Sorrentina” il workshop organizzato dal “Patto Territoriale Penisola Sorrentina” in vista della creazione di una carta dei servizi del turista, evento in programma sabato 15 febbraio a partire dalle ore 10 presso “Dimora Nerano” a Massa Lubrense&nb (continua)

Degustazione alla cieca di cinque vini prodotti con il principe dei vitigni campani, l’autoctono Aglianico

Degustazione alla cieca di cinque vini prodotti con il principe dei vitigni campani, l’autoctono Aglianico
Location in stile arte povera, VinoRosso Osteria-Enoteca di Cosimo Ruocco a Nocera Superiore in provincia di Salerno,apprezzata per l’attenzione che porta ai piatti tipici campani e per l’impegno nel preservarei sapori della memoria. Mercoledì 19 febbraio alle ore 20.00 ospiterà il blindwinetasting“ROSSO AGLIANICO A VINOROSSO OSTERIA”, ovvero una degustazione (continua)

Ski College Bachmann, il liceo di Tarvisio compie 20 anni

Ski College Bachmann, il liceo di Tarvisio compie 20 anni
Lo Ski College Bachmann nasce nell'anno scolastico 2000/2001 a Tarvisio grazie all'intuizione di due professoresse: Tiziana Candoni, oggi coordinatore didattico e sportivo, e Lucia Negrisin, attualmente dirigente scolastico presso un'altra scuola. Tale Istituto d'Istruzione Superiore, l'unico in Italia al servizio dello sport e il primo liceo in Italia a proporre un progetto sugli sport invernali, (continua)

Il “re” del food porn apre Golocious a Sorrento

Il “re” del food porn apre Golocious a Sorrento
 Dopo aver conquistato la sua Cava de’ Tirreni col format Delicious, con 6 locali aperti in un’unica strada in meno di 5 anni, Vincenzo Falcone a 32 anni è pronto a gettarsi in una nuova e ambiziosa avventura dal nome Golocious. Tutto nasce dall’incontro con Gian Andrea Squadrilli - tecnologo alimentare, influencer e fondatore della piatt (continua)

“In nome del padre” di Massimiliano Amatucci sarà presentato venerdì 20 dicembre 2019 alla libreria Libertà di Torre Annunziata

“In nome del padre” di Massimiliano Amatucci sarà presentato venerdì 20 dicembre 2019 alla libreria Libertà di Torre Annunziata
 Un uomo e una donna, uniti dalla provvidenza, ricevono l’incarico di sventare un attentato terroristico nella capitale inglese, destinato poi a deflagrare i propri terribili effetti nello scenario degli Champs Élysées. Un’avventura che corre veloce tra Napoli, Londra e Parigi, sino allo scontro finale in cima al grande Arco della Fraternità. Un thriller (continua)