Home > News > #DamastExperience: l'azienda ha aperto le porte ai giornalisti in un percorso tra territorio, industria ed arte

#DamastExperience: l'azienda ha aperto le porte ai giornalisti in un percorso tra territorio, industria ed arte

scritto da: Engardagiordani | segnala un abuso

#DamastExperience: l'azienda ha aperto le porte ai giornalisti in un percorso tra territorio, industria ed arte


Ottimo riscontro per il Press Day Damast, una giornata “porte aperte” dedicata alla stampa, durante la quale è stata presentata la realtà produttiva di Invorio e l’ultima collaborazione artistica con l’instant artist Maurizio Galimberti.

 
Damast, azienda novarese nata nel 2000 e specializzata in progettazione, produzione e commercializzazione di sistemi funzionali per la doccia, ha aperto per la prima volta le sue porte alla stampa con un “Press Day” nella sede di Via Barro 159. 
 
Una nutrita delegazione di giornalisti è stata guidata dall’AD Concetta Mastrolia e dal Responsabile Marketing Giuseppe Reale in una coinvolgente #DamastExperience, un percorso tra industria, arte contemporanea e territorio. Un modo per conoscere da vicino un’impresa intraprendente e dinamica, da sempre attenta all’innovazione ed alla sostenibilità, con un occhio di riguardo al territorio dove è nata e cresciuta – quello del Cusio, già patria del Distretto della Rubinetteria e del Valvolame.
  
La giornata si è aperta con la visita al polo produttivo, che ha saputo conquistare l’attenzione e l’interesse dei giornalisti, riservando anche piacevoli “sorprese”: sui 25.000 mq di superficie trovano spazio gli stabilimenti dediti a produzione, assemblaggio, controllo qualità, uno show-room espositivo; e ancora la palazzina degli uffici, centro nevralgico dell’azienda e del suo Centro Stile interno e due grandi magazzini logistici. A collegare i singoli stabilimenti, un “cordone ombelicale” coperto che unisce e simboleggia anche la sinergia tra produzione e know-how, tradizione ed innovazione. 
Gli ospiti hanno anche potuto ammirare il rigoglioso polmone green di 2.500 mq, composto da un frutteto e da un parco piantumato con alberi, siepi e verde ornamentale. Altra piacevole scoperta la biblioteca e sala polivalente che ospita mostre, eventi, installazioni, perfetto luogo di incontro tra il mondo della #doccetteria Damast, del design e la grande passione per l’arte che pervade l’azienda.
 
E proprio quest’ultimo spazio ha fatto da cornice a un momento molto atteso intitolato “La passione per l’arte qui è di casa”, ossia la presentazione dell’esclusiva esposizione “Maurizio Galimberti per Damast: l’intuizione, l’emozione, la fotografia d’autore”. Nove preziose opere in bianco e nero realizzate con la tecnica del mosaico fotografico di istantanee, inconfondibile marchio di fabbrica dell’artista, Ambassador di Fuji Italia, riconosciuto come uno dei fotografi più affermati sulla scena nazionale ed internazionale. 
 
A rendere ancor più importante il momento è stata la presenza dell’autore stesso, che ha introdotto la collaborazione con l’azienda ed ha raccontato ai presenti come le linee, le forme e l’inconfondibile design di docce a mano e soffioni Damast siano diventate delle “muse ispiratrici” per i suoi scatti fotografici. “Ho interpretato i prodotti Damast con il mosaico fotografico di istantanee – ha dichiarato Maurizio Galimberti – e con una tecnologia che permette di avvicinarmi molto al soggetto ed entrare nel dettaglio, rendendo la fotografia pura e diretta, frutto della luce naturale. Il risultato sono immagini dinamiche, una visione particolare e fuori dagli standard canonici della fotografia industriale, contaminata dalla mia ispirazione al futurismo e dalle tecniche della scuola di architettura tedesca Bauhaus. Queste nove opere racchiudono la mia visione del prodotto Damast e desiderano comunicare quello che per l’azienda è l’elemento cardine: l’acqua, espressa nella sua leggerezza e nella sua piacevolezza attraverso immagini anch’esse snelle, leggere, agili”.
 
Un ringraziamento particolare ai giornalisti è stato espresso da Concetta Mastrolia, AD Damast, che ha sottolineato l’importanza della condivisione di idee e della visita in azienda in una giornata operativa di produzione, arte e prodotto. “Per noi di Damast è molto importante condividere momenti come questi – ha dichiarato Mastrolia – dove l’azienda non presenta solo il suo prodotto, anche il suo pensiero, il mood, la filosofia e la mission, nonché la struttura aziendale stessa con il suo staff. Il confrontarsi aiuta a crescere e a capire meglio le tendenze del momento”. Ed ancora a proposito della visione aziendale: “Damast è da sempre molto vicina al fattore H (human), sia nella ricerca dei prodotti, dove pone particolare attenzione all’ergonomia, al materiale ed al tema del ‘Design for All’ che li rende adatti a tutti, sia nei confronti della sensibilità verso ogni forma di espressione di arte contemporanea, che pervade i nostri stessi spazi aziendali per lasciarsi ammirare e contemplare dai propri spettatori”. 
 

Fonte notizia: http://www.damast.it/


damast | doccetteria | showerland | doccia | press day | concetta mastrolia | maurizio galimberti | DamastExperience |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Maniglioni o saliscendi? Entrambi! Con Damast l’utilizzo è versatile, perché il design è sempre per tutti.

Maniglioni o saliscendi? Entrambi! Con Damast l’utilizzo è versatile,  perché il design è sempre per tutti.
Superare i confini dell’utilizzo tradizionale per accrescere sempre più il comfort all’interno della sala da bagno. I maniglioni Damast sono anche saliscendi abbinati alle docce a mano ultraleggere, s “Guardare oltre” significa per Damast proporre prodotti pensati per un utilizzo semplice e confortevole, da parte di ogni tipo di utente e fascia d’età. Contribuiscono a raggiungere questo obiettivo i materiali che l’azienda utilizza – pratici e maneggevoli –, le differenti linee di prodotto proposte ed anche gli accessori, parte integrante della #doccetteria Damast. I maniglioni sono tra (continua)

Docce “open air” con l’acciaio inossidabile per Damast: pratiche, eleganti ed eterne!

Docce “open air” con l’acciaio inossidabile per Damast: pratiche, eleganti ed eterne!
E’ questo il momento perfetto per decidere di rinnovare il proprio outdoor con due colonne doccia capaci di rispondere a tutte le esigenze di stile, praticità e comfort. Lilith ed Eva sono prodotte in acciaio inossidabile e per questo ideali per gli ambienti esterni. Rinfrescarsi dalla calura estiva, lavare via dalla pelle il cloro della piscina o la crema solare senza dover ogni (continua)

Pannello Doccia CHRONOS, di Damast. Doccia perfetta con un touch: grazie al display lcd

Pannello Doccia CHRONOS, di Damast. Doccia perfetta con un touch: grazie al display lcd
Tecnologia e innovazione al servizio dell’efficienza e dell’ecosostenibilità: continua l’impegno di Damast per rendere la doccia un momento perfetto. Espressione di questa mission è Chronos, pannello doccia in alluminio in finitura bianco e nero (larghezza 246 mm centimetri e altezza 1502 mm) ultimo arrivato nella famiglia dei pannelli Damast. Peculiarità di (continua)

Grazie a Chef Fabio Montagna Torino diventa capitale del baccalà

Grazie a Chef Fabio Montagna Torino diventa capitale del baccalà
Bacalhau Osteria, specializzato in pietanze a base di merluzzo, rappresenta un unicum in tutta Italia, anche per la scelta di servire esclusivamente la qualità islandese, la più pregiata per gusto, leggerezza e proprietà organolettiche.   Portare a Torino il mare del Nord e fare del baccalà la nuova tendenza gastronomica del momento. Possibile? Certo, se dietro a (continua)

Damast non si ferma, anzi prosegue il suo programma per il 2020, anno del ventennale.

Damast non si ferma, anzi prosegue il suo programma per il 2020, anno del ventennale.
Al via il 22 marzo - giornata mondiale dell’acqua - una indagine con BVA DOXA sul rapporto tra gli italiani e la doccia. In uscita anche il Catalogo della maturità OZIO CREATIVO, mentre in autunno l’evento celebrativo dei 20 anni dell’azienda. In questo momento di grande incertezza, Damast non si ferma, anzi prosegue il suo programma per il 2020, anno per lei davvero part (continua)