Home > Eventi e Fiere > Sabato 6 e Domenica 7 Luglio appuntamento a Genova per la Sesta Edizione del Torneo Nazionale a Coppie di Bridge e il Primo Torneo nazionale a squadre “Città di Genova”

Sabato 6 e Domenica 7 Luglio appuntamento a Genova per la Sesta Edizione del Torneo Nazionale a Coppie di Bridge e il Primo Torneo nazionale a squadre “Città di Genova”

scritto da: GiadaRossi | segnala un abuso

Sabato 6 e Domenica 7 Luglio appuntamento a Genova per la Sesta Edizione del Torneo Nazionale a Coppie di Bridge e il Primo Torneo nazionale a squadre “Città di Genova”


 

Federazione Italiana Gioco Bridge

Sabato 6 e Domenica 7 Luglio appuntamento a Genova per la Sesta Edizione del Torneo Nazionale a Coppie di Bridge e il Primo Torneo nazionale a squadre “Città di Genova”

 

Attesi centinaia di bridgisti provenienti da tutta Italia

 

Genova, 4 Luglio 2019 - Anche quest’anno Genova ospiterà un Torneo Nazionale di Bridge presso il Centro Congressi dei Magazzini del Cotone, nella meravigliosa cornice del Porto Antico.

 

Il Memorial Ruggero Piazza, Torneo Nazionale a Coppie organizzato dal Circolo Bocciofila Lido di Albaro, giunge quest’anno alla sua sesta edizione; e, grande novità, viene affiancato dal Primo Torneo nazionale a squadre “Città di Genova”. Centinaia di giocatori provenienti da tutta Italia arriveranno a Genova nel weekend del 6 e 7 luglio per partecipare all’evento che sta ormai consolidando un rango prestigioso fra i molti tornei nazionali che si disputano in Italia annualmente.

 

Pierangela Delonghi, presidente del Comitato Regionale Bridge della Liguria, dichiara: “E’ importante che le due manifestazioni nazionali che si svolgono nella nostra regione (l’altra è il torneo di Chiavari) crescano e catturino nuovi consensi che potremo sfruttare in termini di diffusione di un gioco così importante per lo sviluppo delle facoltà logiche in ogni età”

 

Il torneo a coppie, che si disputerà sabato 6 luglio con inizio alle ore 14 è intitolato alla figura di Ruggero Piazza, presidente e leader carismatico del club per decenni, poi presidente ligure FIGB, scomparso prematuramente nel 2013.

 

Il torneo a squadre è invece il nuovo nato e tutti i giocatori genovesi si augurano che cresca bello e vigoroso, considerando che da oltre trent’anni non si disputava un torneo nazionale a squadre a Genova, e questo era un peccato considerando che molti dei migliori giocatori di bridge italiani sono e sono stati genovesi. E’ genovese ad esempio Andrea Buratti, il vincitore dell’edizione dell’anno scorso in coppia con Monica Aghemo; Buratti fu unanimemente riconosciuto come il miglior giocatore ai campionati mondiali seniores di due anni fa a Lione, nei quali l’Italia conquistò la medaglia di argento.

Questo nuovo torneo si è voluto dedicarlo alla città di Genova: una dedica particolarmente sentita, dopo le terribili ferite che ha sofferto. E ci piace, ci sembra benaugurale per tutti questa coincidenza temporale fra lo svolgimento del torneo e la realizzazione di passi fondamentali per la ricostruzione. Ripartire dunque si può, a tutti i livelli, nelle minime cose come nelle massime. La partnership con il Porto Antico giunge al secondo anno. Fortemente voluta dal presidente uscente, Giorgio Mosci, si è consolidata quest’anno con il nuovo team, e tutto lascia pensare che bridge e Porto Antico siano destinati a fare molte cose insieme, in futuro. Anche perché il bridge sta oggi conoscendo nuova

 

 

vita, gli iscritti e i simpatizzanti sono tornati a crescere dopo anni di declino… e a decrescere come età media dei partecipanti: oggi molte scuole di ogni ordine e grado prevedono corsi facoltativi di bridge.

 

Il bridge è un gioco di logica e partnership, fondamentale nello sviluppo di un giovane: non certo solamente un gioco di carte, tanto è vero che viene riconosciuto dal CONI come “sport della mente”. Bill Gates, appassionato di bridge, dichiarò: “Il Bridge richiede logica e supporta sfide mentali…… quel tipo di acutezza mentale si addice a qualsiasi cosa tu voglia fare di eccellente”.

Bridge | FIGB | Genova | Torneo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


navid azimi sajadi - the bridge


Bridge_Festival di Abano Terme 2019: i vincitori


Il Bridge saluta Maria Teresa Lavazza


L’EVOLUZIONE DI UN SOGNO: THE BRIDGE CRESCE E SI RINNOVA


Nasce Bridge Partners, la prima società italiana di formazione e consulenza specializzata nello sviluppo della capacità negoziale manageriale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Sistema elettrico italiano tra calo dei consumi e prevalenza delle FER, RSE valuta la resilienza

Sistema elettrico italiano tra calo dei consumi e prevalenza delle FER, RSE valuta la resilienza
Il dossier dimostra la grande flessibilità del sistema nonostante il più grande declino degli ultimi 70 anni, fornendo agli esperti l’occasione di suggerire alcuni spunti utili per il futuro dell'energia elettrica Le misure di blocco applicate per arginare la crisi sanitaria del COVID 19 hanno determinato in pochissimo tempo un declino senza precedenti nella domanda globale di energia. Il più grande degli ultimi 7 decenni. Uno dei cali più vistosi si è registrato in Italia, tra i primi Paesi ad esser colpito duramente dal coronavirus. I dati Terna per il mese di marzo riportano un ta (continua)

Il Bridge saluta Maria Teresa Lavazza

Il Bridge saluta Maria Teresa Lavazza
La Federazione Italiana Gioco Bridge ricorda la Signora del Bridge italiano, punto di riferimento e mecenate della disciplina “La Federazione Italiana Gioco Bridge le deve una grande parte della propria storia e dei propri successi, perché con il suo contributo al mondo del Bridge di alto livello ha permesso all’Italia di schierare spesso la più forte rappresentativa al mondo” dichiara l’Avvocato Francesco Ferlazzo Natoli – Presidente di Federazione Italiana Gioco Bridge – “Con la sapiente preziosa collaborazione t (continua)

Code in autostrada per i lavori in corso, nasce il primo ponteggio “in movimento” che non ferma il traffico stradale. Una rivoluzione nel campo dei cantieri stradali che riduce tempi e costi anche del 30%

Code in autostrada per i lavori in corso, nasce il primo ponteggio “in movimento” che non ferma il traffico stradale. Una rivoluzione nel campo dei cantieri stradali che riduce tempi e costi anche del 30%
La piattaforma mobile, brevetto made in Italy, creata da un team di ingegneri specializzati La rivoluzione nel campo dei cantieri autostradali che non blocca il traffico stradale. Nasce il primo ponteggio al mondo su carro trainabile in grado di svincolare la struttura dalla classica base appoggiata a terra, rendendo veloci gli spostamenti progressivi, senza la necessità di fermare il traffico. Il tutto con una riduzione dei tempi e dei costi del lavoro anche del 30%. Si tratta d (continua)

Da domani on line «La voce sul futuro del pianeta» la nuova rassegna sul canale podcast di Rinnovabili.it

Da domani on line «La voce sul futuro del pianeta» la nuova rassegna sul canale podcast di Rinnovabili.it
Da venerdì 3 luglio su Spotify il nuovo appuntamento settimanale di Rinnovabili.it una rassegna per essere sempre aggiornati sul mondo dell’ecologia e della sostenibilità ambientale con il commento del direttore Mauro Spagnolo Rinnovabili.it (www.rinnovabili.it), il quotidiano sulla sostenibilità ambientale diretto da Mauro Spagnolo, approda su Spotify con un nuovo canale, denominato il podcast di Rinnovabili.it, dedicato alla transizione ecologica e all’innovazione verde. La programmazione del Canale della storica testata inizia da questa settimana, venerdì 3 luglio, con il Notiziario di Rinn (continua)

RIDUZIONE DEL DOPPIO MENTO SENZA CHIRURGIA: DA OGGI E’ POSSIBILE CON IL DISPOSITIVO ONDA COOLWAVES

RIDUZIONE DEL DOPPIO MENTO SENZA CHIRURGIA: DA OGGI E’ POSSIBILE CON IL DISPOSITIVO ONDA COOLWAVES
Come correggere il doppio mento senza bisturi? Grazie alla tecnologia rivoluzionaria di Onda Coolwaves, che agisce tramite le microonde selettive e confinate Onda Coolwaves, tecnologia rivoluzionaria di ultima generazione per il body contouring non invasivo diventata famosa per il trattamento e la riduzione delle adiposità localizzate, della cellulite e della lassità, da oggi viene utilizzata anche per trattare l’area del sottomento che spesso rappresenta un disagio dal punto di vista psicologico. Dalla genetica alla dieta sono diverse le cau (continua)