Home > Festival > Emozioni e applausi per Aco Bocina al GruVillage

Emozioni e applausi per Aco Bocina al GruVillage

scritto da: Dardur | segnala un abuso

Emozioni e applausi per Aco Bocina al GruVillage


Due ore di grande musica dell’artista croato e un caloroso abbraccio di pubblico che consentirà a Waltzing around Cambodia onlus di somministrare circa 24.000 pasti nel “Ristorante dei Bambini di Strada di Phnom Penh” in Cambogia. 

È stata una serata di grandi emozioni quella che ha visto protagonisti il chitarrista e mandolinista croato Aco Bocina (nella foto di Sergio Cippo) e il suo trio di musicisti sul palco del GruVillage sotto il cappello “GruVillage for Good”. Un concerto di alto livello che ha tenuto inchiodato alle sedie il pubblico per quasi due ore, tra pezzi di repertorio abilmente rivisitati e riarrangiati dalla maestria di Bocina e sue composizioni originali in un crescendo di ritmi e suggestioni. A contribuire all’ottima riuscita della serata la regia di Carlo Bono di Muvix Europa che ha cucito le note trascinanti e seducenti, le immagini video riprodotte sui grandi ledwall che dialogavano con la musica, le immagini disegnate sulla sabbia da Beppe Brondino e Madame Zorà, le poesie di Achille Vesce e i passi di danza di un quartetto di ballerini della Compagnia BIT che hanno impreziosito l’evento il cui intero ricavato sarà devoluto al progetto “Il Ristorante dei Bambini di Strada di Phnom Penh” curato da Waltzing around Cambodia onlus. “È stata una serata indimenticabile – racconta emozionato Tony Munafò, rappresentante della onlus – sia per il talento indiscusso di Bocina, che per la risposta calorosa del pubblico che ha partecipato ed apprezzato ogni momento dello spettacolo. Sono stati staccati 744 biglietti per un incasso totale di 11.526 euro. Il pubblico all’uscita ha donato 550 euro attraverso le urne messe a disposizione di chi voleva ulteriormente sostenere il progetto”.

“È un risultato importante che ci consentirà di servire circa 24.000 pasti ai bambini che frequentano i nostri ristoranti – prosegue Munafò - Per questo traguardo davvero straordinario dobbiamo ringraziare oltre al pubblico, che ha partecipato, tutti coloro che ci hanno messo nelle condizioni di organizzare questo evento e che l’hanno sostenuto a livello tecnico, logistico, organizzativo, mediatico e promozionale. In primis la direzione di Shopville Le Gru e Klepierre, il Consorzio Esercenti Centro Commerciale Le Gru e lo staff di GruVillage e di World Event che hanno creduto fortemente in questo progetto mettendoci a disposizione una location straordinaria e una squadra di grandi professionisti. Ringrazio sentitamente Aco Bocina e i suoi musicisti Manuel Fernando Augusto, Alberto Guareschi e Roberto Botturi, il poeta Achille Vesce e i ballerini della Compagnia BIT (sotto la direzione coreografica di Melina Pellicano) che dimostrando grande generosità non hanno esitato a sposare l’idea di questo concerto benefico. Ci tengo in particolar modo a ringraziare Rear, importante società di servizi, che da sempre sostiene il nostro progetto e che in occasione del suo 35° anno di attività ha deciso di finanziare l’apertura di un secondo ristorante che nel giro di pochi mesi già accoglie giornalmente circa 70 bambini di strada. Un ringraziamento speciale rivolgo anche a Muvix Europa, indispensabile partner nella concezione tecnica e artistica dell’evento e una serie di realtà che, ciascuna nel proprio ambito, si sono fattivamente messe a disposizione per diffondere la missione della onlus e la notizia dello spettacolo tra cui la Centrale del Latte di Torino, Ford Authos, il Pastis, Freecards, TicketOne, CUS Torino e TorinoDonna, contribuendo così a raggiungere un numero elevato di persone che ha manifestato sensibilità verso la causa a cui si dedica la nostra onlus. Poter presentare il nostro progetto su un palcoscenico così autorevole – conclude Munafò -  ci ha motivato enormemente e stiamo già lavorando ai prossimi eventi che avranno sempre come scopo ultimo il sostegno dell’infanzia in Cambogia”.

Intanto continua ancora fino al 31 luglio la promozione ideata dal ristorare Pastis di Piazza Emanuele Filiberto a Torino che dona due euro al progetto per ogni piatto di Pasta alla Norma ordinato dai propri clienti. È possibile sostenere Waltzing around Cambodia onlus partecipando alle prossime iniziative oppure donando a mezzo bonifico (codice Iban: IT20Z0335901600100000117036) o Paypal (le coordinate sono disponibili sul sito wacambodia.com) o ancora devolvendo il 5x1000 (Codice Fiscale 97709580019) all’atto della dichiarazione dei redditi.

Per ulteriori informazioni sul progetto www.wacambodia.com


Fonte notizia: http://www.wacambodia.com




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

GUARDARE LE STELLE NON È COME LEGGERE IL GIORNALE: il secondo singolo di Stefano Vergani in rotazione radiofonica


Nuove date per il Genesis Revisited World Tour di Steve Hackett.


MARIGLIANELLA CONCLUSO IL TORNEO DEL SORRISO PROMOSSO DAL FORUM COMUNE DEI GIOVANI.


Naruto Shippuden: ¡Nuevo tráiler del videojuego juego de ninja


MAX MARINO & SOFIA: UN DUO ECCELLENTE UNITO DALLA SOLA PASSIONE PER LA MUSICA


CASA SANREMO TOUR TAPPA AL GRU VILLAGE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il Circo sale in cattedra a Milano per i 250 del Circo

Il Circo sale in cattedra a Milano per i 250 del Circo
 Nel 2018 il circo moderno compie 250 anni e per festeggiarli sale in cattedra in due prestigiose università di Milano, la Statale e la IULM, che dal 28 novembre al 5 dicembre ospiteranno un palinsesto ricchissimo di workshop di acrobatica e giocoleria, incontri con artisti e compagnie italiane ed internazionali e performance circensi per far scoprire a tutti il caleidoscopico mondo ch (continua)

Il Crazy Dream Circus di Mister David apre il Clown & Clown Festival

Il Crazy Dream Circus di Mister David apre il Clown & Clown Festival
  Il Clown&Clown Festival è un Festival originale, innovativo e singolare che, attraverso la figura del clown, vuole valorizzare l’arte circense contemporanea in tutte le sue possibili sfaccettature e avanguardie. Dal 30 settembre al 6 ottobre Monte San Giusto si trasforma nella Città del Sorriso, decorandola con tutti i colori dell’arcobaleno, con tan (continua)