Home > Primo Piano > IL GOVERNO DEI PERDENTI.

IL GOVERNO DEI PERDENTI.

articolo pubblicato da: millevoci | segnala un abuso

Quando ho ascoltato il video al link www.facebook.com/GianniTurcoMV/videos/3535936566431871/  mi è stato immediatamente chiaro il motivo per il quale Di Maio (M5S) ha provocato Salvini (Lega) con i suoi continui "NO" a tutto o quasi, infrangendo così il contratto di Governo che aveva firmato contravvenenedo quindi alla parola data ma anche e soprattutto agli interessi ed alle aspettative dei suoi iscritti. Ed ho capito il vero ruolo di Conte, tanto amato in Europa. Conte, "l'avvocato degli italiani" che inciuciava con la tedesca Merkel contro Salvini in un video "rubato". Ed ho avuto conferma, contrariamente alla speranza che avevo espresso in un post di qualche giorn fa, che Mattarella, dando l'incarico al Governo col PD (perdente alle elezioni del 4 marzo 2018), secondo me ha voluto restituire il favore a questi ultimi, per l'elezioe alla carica che ricopre. Tutto torna! I potenti della finanza in Europa - e non solo - avevano predisposto ogni cosa, evidentemente. Oltre che coloro che hanno votato il perdente Partito Dremocrarico, invito sopratutto le persone iscritte al M5S a capire tutto alla luce di questa importamtissima verità andata in onda quache settimana fa su "Italia 53".

GOVERNO | COINTE | DI MAIO | PARTITO DEMOCRATICO | M5S PD SALVINI | EUROPA |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il governo populista di M5S e Lega nasce per fare gli interessi dei padroni e dei ricchi, piegandosi a UE, NATO e Vaticano


Contrapporre la lotta di massa alla demagogia populista e ai diktat UE


Il Governo dei Giovani: le attività promosse dal Ministero della Gioventù per sostenere i giovani italiani


Il Governo Letta copia (male) Fare


Governo: fari puntati sul Senato, l'icognita è ancora Verdini


Piazza della Vittoria 8 Genova: dichiarazioni riforma pensioni


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MilleVoci, stanno lavorando per voi.

MilleVoci, stanno lavorando per voi.
Stanno lavorando per il tuo divertimento. Si, ma anche per il loro, ovviamente!  Tanti amici artisti vip hanno già confermato la loro presenza alla prossima edizione di MilleVoci che sarà la sedicesima. Qualche nome? Franco Dani, Franco Fasano. I Milk and coffee, Giovanna Nocetti, Stefano Borgia, Il Giardino dei Semplici, I Santo California, Mimmo Cavallo, Lorenza Bettarelli, D (continua)

MileVoci, sempre in alto!

MileVoci, sempre in alto!
"MilleVoci" è fatto per intrattenere un pubblico di tutte le età, non solo italiano, mettendo in primo piano cantanti e gruppi emergenti per una visibilità televisiva internazionale. Con questo format, noto nel mondo, l'opportunità data a molti giovani che desiderano intraprendere la strada della musica leggera potrebbe essere finalmente concretizzata. E&rsq (continua)

"Ma se mi dici", il videoclip di Daphne Barillaro.


Chi si ferma è perduto! Daphne Barillaro non lo fa. E non ci pensa neppure il suo produttore, Gianni Turco. Daphne, come saprete,  spazia in una larga gamma di generi musicali, con un'estensione vocale molto ampia, ed è in continua attività. Tra presentazioni e ed esibizioni a MilleVoci, serate teatrali e di piazza, uscite di CD (una in primavera prossima) è (continua)

PROMOZIONI ARTISTICHE: MilleVoci è pronto.

PROMOZIONI ARTISTICHE: MilleVoci è pronto.
Cantanti e gruppi emergenti all'esame di MilleVoci? Ebbene si! Non per volersi ergere a maestri indiscussi della musica e musicalità. La ragione di questo atteggiameto deciso di Gianni Turco, patron del programma d'intrattenimento musicale "MilleVoci" è motivata da alcune richieste a dir poco inopportune che contengono provini inascoltabili volti a  partecipare al for (continua)

MilleVoci 2020, il prestigio di esserci.

MilleVoci 2020, il prestigio di esserci.
 Possiamo già annunciarlo! Sarà puntuale come da sedici anni a questa parte la prossima edizione del noto format musicale "MilleVoci" che mira ad intrattenere un pubblico di tutte le età e ceto sociale, italiano ed internazionale, mettendo in primo piano tanti cantanti e gruppi emergenti, giovani e non più tanto giovani, che non trovano altrove la (continua)