Home > Cibo e Alimentazione > PRATO DI CANZIO: IL VINO RITROVATO DI CASA MACULAN

PRATO DI CANZIO: IL VINO RITROVATO DI CASA MACULAN

articolo pubblicato da: studiocru | segnala un abuso

PRATO DI CANZIO: IL VINO RITROVATO DI CASA MACULAN

 Dopo ventun anni l'Azienda Agricola di Breganze torna a produrre la storica etichetta. Una reinterpretazione in chiave moderna che unisce territorio e storia

 

L'Azienda Agricola Maculan ha scelto di riscoprire Prato di Canzio, blend di uve a bacche bianca già prodotto tra il 1978 e il 1996, che ritorna sul mercato con il millesimo 2017. Si tratta di un'etichetta storica, tra le più rappresentative della Cantina, che riuscì a conquistare, tra gli altri, anche il gusto di Gualtiero Marchesi che ne volle un’etichetta personalizzata con il nome del suo ristorante e lo considerava tra i suoi vini preferiti.

La produzione fu interrotta nel '96 in risposta a una tendenza dell'epoca che privilegiava i vini monovarietali. Oggi la riscoperta, da leggere come l'occasione di reinterpretare le proprie origini con il gusto odierno, per capire in che modo vent'anni di esperienza possano cambiare l'idea di un vino. “Le differenze tra Prato di Canzio 2017 e le annate storiche – spiega Maria Vittoria Maculan, enologo – sono diverse infatti, a partire dalle uve che compongono il blend. È aumentata la quota di uva Vespaiola, varietà autoctona che ha il pregio di donare freschezza, e l’uso del legno, oggi più ponderato. Il risultato è un vino ampio e profondo, che conserva una grande bevibilità”.

Prato di Canzio 2017 è composto per il 50% da uve Chardonnay, per il 30% da Vespaiola e per il restante 20% da Sauvignon. La vinificazione delle tre uve è differente: in acciaio per Sauvignon e Vespaiola mentre la fermentazione dello Chardonnay avviene all'interno di barrique di rovere francese. In fase di affinamento solo lo Chardonnay trascorre 5 mesi in barrique sui lieviti, mentre le altre due affinano in acciaio, finendo per riposare un anno in bottiglia.

Il nome Prato di Canzio è legato all'antica storia di Cantium, legionario romano al quale, terminata la carriera militare, fu lasciato in ricompensa un appezzamento di terra a metà tra la collina e la pianura. Da Pratum Cantium a Pre-Cantio, quindi Breganze, il paese in cui Maculan coltiva le sue vigne, ai piedi dell'Altopiano di Asiago. "Riteniamo che in un grande vino fattori naturali e umani si uniscano in modo complementare – aggiunge Angela Maculan, responsabile commerciale della Cantina - Prato di Canzio è la sintesi perfetta di questo pensiero: l'incontro tra i frutti dei pendii vulcanici e di tufo della DOC con la storia e la competenza umana che ha abitato Breganze dalle origini a oggi".

Press info:

Giulia Tirapelle
Michele Bertuzzo

maculan | pratodicanzio |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

IL PREMIO MACULAN A MAURO BUFFO DEL RISTORANTE 12 APOSTOLI CON UN PICCIONE ALLE ERBETTE


MACULAN: UN VINO PER FESTEGGIARE 40 VENDEMMIE


IL PREMIO MACULAN 2019 A SIMONE GOTTARDELLO DEL RISTORANTE EVO DI BARDOLINO


MACULAN: IL CAMBIO GENERAZIONALE SPIEGATO DA MARIA VITTORIA AL CUOA DI ALTAVILLA


Erba sintetica: il prato perfetto


PREMIO MACULAN 2019: I QUATTRO FINALISTI PRONTI ALL’ULTIMA SFIDA AI FORNELLI


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

CITTADELLARTEVINO 2019: L’EVENTO CHE DELIZIA OCCHI E PALATO

CITTADELLARTEVINO 2019: L’EVENTO CHE DELIZIA OCCHI E PALATO
 A Cittadella produttori vinicoli, esperienze sensoriali, opere d'arte, delizie gourmet e quattro masterclass guidate dal Sommelier di Palazzo Chigi Alessandro Scorsone Domenica 29 e lunedì 30 settembre 2019 in Villa Colombara a Cittadella (Padova) andrà in scena la seconda edizione di CittadellArteVino. La kermesse sarà l'occasione per il pubblico di entrare in contatto (continua)

MONTE ZOVO: APPUNTAMENTO IN CANTINA PER FESTEGGIARE LA VENDEMMIA

MONTE ZOVO: APPUNTAMENTO IN CANTINA PER FESTEGGIARE LA VENDEMMIA
 Colori, Profumi, Sapori a Monte Zovo. Il 15 settembre l'Azienda Agricola di Caprino Veronese apre le porte per una domenica tra natura e gusti del territorio In occasione della Giornata Nazionale delle Cantine Aperte in Vendemmia, iniziativa promossa dal Movimento Turismo Vino, domenica 15 settembre l'Azienda Agricola Monte Zovo accoglierà il pubblico con degustazioni, visite in (continua)

CORCIANO CASTELLO DI VINO: SUL TRASIMENO SI CELEBRA IL GRENACHE

CORCIANO CASTELLO DI VINO: SUL TRASIMENO SI CELEBRA IL GRENACHE
 Dal 4 al 6 ottobre nel paese medievale l’evento dedicato alla tradizione vinicola del Trasimeno. 20 cantine partecipanti e approfondimenti dedicati al Grenache   Nel cuore verde d’Italia torna Corciano Castello di Vino, l’appuntamento annuale dedicato ai vini dell’area della DOC Trasimeno. Venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 ottobre 2019 il borgo medievale (continua)

TORNA “4 PASSI TRA GLI OLIVI E LE VIGNE DEL GARDA”, IL MEMORIAL DEDICATO A GIANCARLO TURRI

TORNA “4 PASSI TRA GLI OLIVI E LE VIGNE DEL GARDA”, IL MEMORIAL DEDICATO A GIANCARLO TURRI
 La corsa podistica è in programma sabato 21 settembre. Una gara non competitiva nell’entroterra del Garda, che si snoda tra gli introi, gli olivi e i vigneti di Cavaion Veronese   “4 passi tra gli olivi e le vigne del Garda” torna sabato 21 settembre 2019 a Cavaion Veronese (Verona). La corsa podistica, organizzata dal Franto (continua)

VINNATUR: SEMPRE PIÙ CONTROLLI A TUTELA DEL CONSUMATORE

VINNATUR: SEMPRE PIÙ CONTROLLI A TUTELA DEL CONSUMATORE
 L’associazione di produttori di Vino Naturale intensifica le analisi multiresiduali, in vigna e in cantina. Per il 2020 previsti controlli su cento aziende Controlli sempre maggiori in casa VinNatur. L'attenzione per la tutela del consumatore non passa solo attraverso la verifica delle pratiche usate in vigna e in cantina, come previsto dal Disciplinare di VinNatur approvato nel 201 (continua)