Home > News > Un Open Day alla scoperta delle nuove professioni dell’agribusiness

Un Open Day alla scoperta delle nuove professioni dell’agribusiness

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Un Open Day alla scoperta delle nuove professioni dell’agribusiness


Un pomeriggio per scoprire le più innovative opportunità professionali nei settori agrario, agroalimentare e agroindustriale. A promuoverlo è la Fondazione ITS EAT - Eccellenza Agroalimentare Toscana che, presso la propria sede in via Giordania a Grosseto, ospiterà un Open Day per presentare i nuovi corsi post-diploma di Gastronomo e di Farmer 4.0 che accompagneranno cinquanta giovani tra i 18 e i 29 anni nel mondo del lavoro attraverso una formazione in ruoli di cui le imprese hanno evidenziato il bisogno. L’appuntamento, fissato per le 16.30 di giovedì 19 settembre, favorirà un confronto diretto con i docenti e con le aziende che permetterà di conoscere le proposte formative e gli orizzonti occupazionali.

Le lezioni di Gastronomo avranno sede all’Unione Valdera di Pontedera (Pi) e quelle di Farmer 4.0 all’Istituto Agrario di Firenze, ma l’organizzazione di entrambi i percorsi poggia proprio su Grosseto dove è nata e opera la Fondazione ITS EAT, una “scuola speciale di tecnologia” istituita e riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per favorire una formazione specifica volta a migliorare la competitività del sistema economico e produttivo toscano. Alla base di ogni corso c’è infatti un duplice obiettivo: da una parte di fornire ai ragazzi una concreta futura opportunità lavorativa, mentre dall’altra di garantire professionisti in grado di far crescere l’agribusiness toscano. Gastronomo e Farmer 4.0 rispondono proprio a questa vocazione e, a testimoniarlo, è la collaborazione con decine di realtà di tutta la regione, con il coinvolgimento di aziende, consorzi, associazioni e istituzioni che si occuperanno delle 1.200 ore di lezioni in aula e delle 800 ore di tirocinio, fornendo tutte le competenze necessarie per il conferimento finale del diploma di Tecnico Superiore. «I due percorsi - spiega Paola Parmeggiani, direttrice della Fondazione ITS EAT, - saranno caratterizzati da un taglio fortemente pratico: gli allievi avranno la possibilità di formarsi all’interno delle diverse imprese al fianco dei loro professionisti per acquisire esperienze e conoscenze direttamente sul campo».

Nello specifico, il percorso di Gastronomo formerà professionisti per il controllo, la valorizzazione, la comunicazione e il marketing dell’agribusiness: ogni allievo avrà le competenze per organizzare e gestire il controllo qualitativo di processi e prodotti, ma anche per garantirne la conformità agli standard normativi in materia di salvaguardia e tutela ambientale, qualità e sicurezza, import ed export. Al termine di Farmer 4.0, invece, i partecipanti saranno capaci di operare nelle filiere di produzione del comparto agrario e di trasformazione agroindustriale, sapendo gestire i processi biotecnologici degli alimenti, assicurare la sostenibilità ambientale ed eseguire studi di progettazione e fattibilità delle tecnologie innovative dell’agricoltura di precisione. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.fondazione-eat.it.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Centric Software firma un contratto con il suo primo cliente australiano


Centric Software celebra una doppia vittoria con Lotto Sport e Stonefly


IMAX, azienda produttrice per Max Mara, sceglie Centric Software


Shoes For Crews sceglie Centric PLM


Inferriate di sicurezza: solidità e bellezza di grate per porte e finestre per sentirsi più sicuri.


Native advertising: un nuovo modo di fare webmarketing


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

“Storie della volpe Caterina”, racconti itineranti tra i vicoli di Raggiolo

“Storie della volpe Caterina”, racconti itineranti tra i vicoli di Raggiolo
Fiabe e racconti itineranti nella magia notturna dei vicoli di Raggiolo. “Storie della volpe Caterina” è il nuovo spettacolo per bambini e per famiglie che permetterà di vivere e scoprire gli angoli più nascosti del piccolo borgo casentinese attraverso il teatro, con una doppia replica in programma alle 21.15 di domenica 16 agosto e di venerdì 21 agosto. L’iniziativa, a partecipazione gratuit (continua)

Il palazzetto del nuoto di Arezzo riapre i battenti

Il palazzetto del nuoto di Arezzo riapre i battenti
Il palazzetto del nuoto di Arezzo riapre i battenti. La data della ripartenza è fissata per lunedì 17 agosto con la riattivazione della segreteria per le informazioni, per le iscrizioni ai nuovi corsi e per la consegna dei voucher che permetteranno di recuperare le attività sospese lo scorso marzo a causa del Covid19. All’atto dell’iscrizione, infatti, potranno essere utilizzati i voucher per (continua)

Nulla osta per la riapertura del Centro Diurno della Casa Pia

Nulla osta per la riapertura del Centro Diurno della Casa Pia
Un progetto per la riapertura del Centro Diurno della Casa di Riposo “Fossombroni”. Lo storico istituto cittadino ha ricevuto dalla Asl Toscana Sud-Est il nulla osta per riattivare l’importante servizio semiresidenziale che garantisce un luogo di incontro e di socializzazione dove persone autosufficienti possono passare le loro giornate. Questo servizio, di titolarità del Comune di Arezzo e a (continua)

Un’escursione alla ricerca delle fabbriche di armi di Raggiolo

Un’escursione alla ricerca delle fabbriche di armi di Raggiolo
Alla scoperta di Raggiolo tra presente e passato. Il programma della rassegna “Raggiolo Estate 2020” prosegue con una doppia iniziativa che, nella sera di mercoledì 12 agosto e nella mattina di venerdì 14 agosto, permetterà di conoscere la ricchezza storica, architettonica, culturale e naturale del piccolo borgo casentinese attraverso visite guidate ed escursioni. Un appuntamento promosso (continua)

Un reading eroicomico sul Saracino a Casa Bruschi

Un reading eroicomico sul Saracino a Casa Bruschi
Un reading eroicomico sul Saracino. “Quando tre dame vinsero la Giostra” è il nome dell’appuntamento in programma alle 21.15 di giovedì 13 agosto che, ospitato dalla Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi, rappresenterà un’occasione per ascoltare i versi in rima che il poeta Alberto Cavaliere dedicò alla rievocazione storica cittadina. La serata, promossa dalla Fondazione Ivan Bruschi ammi (continua)