Home > Eventi e Fiere > ASPETTANDO RADICI DEL SUD 2020: OTTO TAPPE PER SCOPRIRE GLI AUTOCTONI DEL MERIDIONE

ASPETTANDO RADICI DEL SUD 2020: OTTO TAPPE PER SCOPRIRE GLI AUTOCTONI DEL MERIDIONE

scritto da: Studiocru | segnala un abuso


Da novembre a maggio un ricco calendario di appuntamenti per approfondire la conoscenza di prestigiose realtà vinicole del Sud Italia. Dal 9 al 15 giugno la 15a edizione di Radici del Sud

 

A partire dal 21 novembre e fino alla fine di maggio torna la rassegna Aspettando Radici del Sud, una serie di appuntamenti pensati per approfondire la conoscenza dei vini da vitigni autoctoni del Meridione. Degustazioni, cene e incontri con gli addetti ai lavori che si svolgeranno in Puglia, Basilicata, Marche e Roma per prepararsi al meglio alla 15a edizione di Radici del Sud, in programma al Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari dal 9 al 15 giugno 2020.

Si inizia giovedì 21 novembre a Fano (PU) al Bistrot lo Spietato con Mediterraneo il ponte tra i mondi, una rassegna in due appuntamenti (la seconda data è il 5 dicembre) sulla cucina mediterranea intesa come modo di pensare al cibo. Le aziende vinicole selezionate dall’edizione 2019 di Radici del Sud per i primi due appuntamenti saranno: A.A. Barone Macrì, Cantine Bonsegna, Cantine Elda, Rossovermiglio, Sertura Vini, Tenute Fontana, Bosco de Medici e Cantina Delite.

Dal 17 al 19 dicembre, tra Sannicandro di Bari e Minervino Murge (BT), si svolgerà la rassegna itinerante Storia, Geografia, Scienze sociali del vino e del cibo del Sud realizzata in collaborazione e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio regionale di Puglia.

Saranno tre giorni dedicati alle culture vinicole, olearie e alimentari del Sud d’Italia con laboratori, attività e dibattiti. Tutti i protagonisti delle filiere agroalimentari potranno confrontarsi e creare nuove sinergie al fine di diffondere un rinnovato stile alimentare e di vita: chef, viticoltori, olivicoltori, contadini, pescatori, pastori, ma anche giornalisti e appassionati. Alle ore 19 di giovedì 19 dicembre, durante la serata conclusiva alla Masseria Barbera a Minervino, si terrà la conferenza guidata dal giornalista di Rai 3 Michele Peragine. Interverranno rappresentanti delle istituzioni regionali, giornalisti del settore italiani e stranieri, il direttore del dipartimento Health MarketPlace della Regione Puglia dott. Felice Ungaro, il Prof. Antonio Mazzocca dell'Università degli Studi di Bari e il presidente del Parco dell’Alta Murgia Francesco Tarantini. In questa occasione si rilancerà il tema dell’alimentazione sostenibile anche dal punto di vista del rapporto tra dieta e salute. Seguirà, alle 20.30, la degustazione dei 75 vini autoctoni del Meridione d’Italia premiati al Salone del vino di Radici del Sud 2019, abbinati a piatti tipici realizzati dai cuochi della Masseria Barbera e di Aromi Bistrot di Sannicandro di Bari.

La rassegna proseguirà con altre iniziative, a gennaio l’appuntamento sarà dedicato all’Aglianico, il vitigno principe del Sud, fino ad arrivare a giugno alla quindicesima edizione di Radici del Sud.
Info e prenotazioni: 346 4076012

 

Ufficio stampa:

Anna Sperotto
Carlotta Flores Faccio

radicidelsud2020 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La TOP cover dedica la cover ad Angela Ruggeri fotomodella, atleta professionista


RADICI DEL SUD 2018: VINCE LA TIPICITÀ


Come costruire un funnel su Facebook efficace per il tuo eCommerce


RADICI DEL SUD 2019: IL FUTURO DEI VINI DEL MEZZOGIORNO È NEGLI AUTOCTONI


RADICI DEL SUD CHIUDE ALL'INSEGNA DI CIBO E SALUTE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

COTECHINO, PEARÀ E CHIARETTO SPUMANTE: ECCO IL FERRAGOSTO VERONESE

COTECHINO, PEARÀ E CHIARETTO SPUMANTE: ECCO IL FERRAGOSTO VERONESE
Il 15 e 16 agosto appuntamento con la più antica tradizione gastronomica scaligera nei ristoranti e nelle osterie di Verona e provincia Cotechino, pearà e Chiaretto Spumante: è il tris del Ferragosto Veronese, l’iniziativa proposta dal Consorzio di tutela del Chiaretto e del Bardolino con il patrocinio dell’assessorato alle attività economiche e produttive e al commercio del Comune di Verona, in programma sabato 15 e domenica 16 agosto 2020 nei ristoranti e nelle osterie del capoluogo scaligero e della provincia. I veronesi e i tu (continua)

IL NUOVO VOLTO DEL CONSORZIO VINI GAMBELLARA

IL NUOVO VOLTO DEL CONSORZIO VINI GAMBELLARA
Nuovo sito e nuovo logo per il Consorzio di Tutela, che rinnova la sua immagine e punta sulle peculiarità dei vini vulcanici da uva Garganega Il Consorzio Tutela Vini Gambellara rinfresca la sua immagine e si presenta con un nuovo logo e un rinnovato sito internet dedicato ai vini della DOC. Al centro del progetto la volontà di mettere in luce la particolarità di questo territorio vulcanico, in cui il terreno è in grado di donare ai vini delle qualità uniche.“L’idea di rinnovare l’immagine del Consorzio – spiega Luca Framarin, President (continua)

L’ASOLO PROSECCO CONTINUA A CRESCERE E ADOTTA LA RISERVA VENDEMMIALE

L’ASOLO PROSECCO CONTINUA A CRESCERE E ADOTTA LA RISERVA VENDEMMIALE
La misura è stata approvata dall’Assemblea dei Soci allo scopo di garantire la piena disponibilità futura del prodotto L’Assemblea dei Soci dell’Asolo Prosecco, riunitasi ieri ad Asolo, ha deliberato che con l’imminente vendemmia 2020 non solo non si riducano le rese ad ettaro, come hanno invece deciso molte altre denominazioni, ma che si provveda addirittura a richiedere la cosiddetta riserva vendemmiale, ipotizzando che il supero produttivo della Docg asolana possa essere in futuro convertito ad Asolo (continua)

PEPERONI IN AGRODOLCE DI MORGAN: L’ESTATE RACCHIUSA IN UN VASO

PEPERONI IN AGRODOLCE DI MORGAN: L’ESTATE RACCHIUSA IN UN VASO
L’ultima ricetta de La Giardiniera di Morgan è un tributo ai colori e ai sapori della bella stagione La Giardiniera di Morgan si arricchisce di una nuova, golosa ricetta: nascono i Peperoni in Agrodolce di Morgan, che vanno ad aggiungersi alle altre ricette della linea I Monovarietali, nata per soddisfare le esigenze di chi preferisce uno specifico ortaggio in agrodolce, protagonista unico del vaso. Croccanti, dolci e gentili, con una freschezza e un’aromaticità gradevoli al palato e con (continua)

IL VERMENTINO ACCENDE LE NOTTI DI SUVERETO, ANCHE BULICHELLA A SOSTEGNO DEL TERRITORIO

IL VERMENTINO ACCENDE LE NOTTI DI SUVERETO, ANCHE BULICHELLA A SOSTEGNO DEL TERRITORIO
Con Notti di vermentino, il 24 e 25 luglio, si mette in moto la nuova rete di imprese Suvereto Wine. Bulichella tra le dodici cantine presenti per promuovere il borgo e le sue eccellenze I sapori e le sensazioni di un territorio racchiuse in un vino. Il Tuscanio Bulichella è un vermentino Igt nato da vecchie vigne, capace di esprimere al meglio le caratteristiche della varietà della Costa Toscana. L'unico vitigno a bacca bianca della Bulichella regala un vino biologico che trasmette il forte legame della tenuta di Hideyuki Miyakawa con il territorio di Suvereto e l'identità stes (continua)