Home > News > Un nuovo percorso turistico per collegare Raggiolo al ponte di Prata

Un nuovo percorso turistico per collegare Raggiolo al ponte di Prata

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Un nuovo percorso turistico per collegare Raggiolo al ponte di Prata


Un nuovo percorso turistico per collegare il borgo di Raggiolo al medievale ponte di Prata. Il progetto, promosso dalla Brigata di Raggiolo insieme all’Ecomuseo della Castagna e al Comune di Ortignano Raggiolo, sarà ideato e realizzato dagli studenti del corso di laurea magistrale in Design dell’Università di Firenze che lavoreranno alla valorizzazione di uno dei tratti più suggestivi del territorio. L’obiettivo è di rendere pienamente fruibile alle famiglie una camminata dolce di circa mezz’ora che parte da piazza San Michele e attraversa i vicoli del borgo prima di immettersi in una strada lastricata che, affiancando il torrente Teggina, passa tra boschi e castagneti prima di arrivare all’antico ponte di Prata e concludersi in un’ampia radura. Il fulcro del percorso sarà proprio il ponte a due campate in legno e pietra che, al tempo dei Conti Guidi, già rappresentava un importante collegamento tra il castello di Raggiolo e la valle del Solano. «Il borgo di Raggiolo - spiega Paolo Schiatti, presidente della Brigata di Raggiolo, - è circondato da numerose passeggiate adatte alle famiglie e agli amanti del trekking che attraversano luoghi affascinanti da un punto di vista storico e naturale, dunque il nostro obiettivo è di favorirne la conoscenza e la fruizione».

Per realizzare questo percorso, la Brigata di Raggiolo ha avviato una collaborazione con la facoltà di Design che ha preso il via a novembre con un primo appuntamento nelle aule dell’università fiorentina in cui sono stati presentati il progetto e, in generale, il borgo casentinese. La seconda tappa è stata rappresentata dalla visita di cinquanta studenti a Raggiolo insieme alla professoressa Elisabetta Benelli e all’architetto Francesca Filippi, con una passeggiata fino al ponte di Prata guidata dallo stesso Schiatti e da Andrea Rossi dell’Ecomuseo del Casentino. Il lavoro sarà portato ora avanti dai ragazzi di Design che studieranno il percorso e individueranno le soluzioni per migliorarne la fruibilità, per allestire aree attrezzate per il riposo e per strutturare una cartellonistica in grado di raccontare le specificità del luogo, con l’ambizione di poter procedere con l’inaugurazione entro la prossima estate. «La Brigata di Raggiolo - ricorda Schiatti, - è stata promotrice di numerosi interventi di ripulitura, sistemazione e scoperta delle antiche strade del nostro territorio che sono tornare ad essere pienamente percorribili. Negli anni scorsi, ad esempio, abbiamo reso fruibile la camminata tra Raggiolo e Quota, mentre ora concentreremo l’attenzione sul percorso del ponte di Prata che rappresenta un’ulteriore ambiziosa tappa della valorizzazione turistica e culturale di questa zona del Casentino».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

“Racconta Raggiolo” termina con la raccolta di settantanove testi


Un ricco calendario di eventi per l’estate 2020 di Raggiolo


“Racconta Raggiolo”, le storie della quarantena diventano un video


Una passeggiata nel bosco di Raggiolo tra le storie di San Francesco


Una passeggiata nei boschi di Raggiolo con un omaggio a Shakespeare


Festa di Castagnatura, a Raggiolo rivivono le tradizioni dell’autunno


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Ginnastica Petrarca, tre giornate per scoprire la ginnastica

Ginnastica Petrarca, tre giornate per scoprire la ginnastica
Tre giornate per scoprire la ginnastica. La Ginnastica Petrarca apre le proprie porte ai nuovi atleti con le lezioni di prova rivolte a bambini e bambine a partire dai sei anni dove sarà possibile mettersi alla prova e divertirsi tra giochi, esercizi e percorsi tipici di questa disciplina. L’appuntamento è fissato tra giovedì 24 e sabato 26 settembre, con orario dalle 17.30 alle 19.00, quando (continua)

Un nuovo defibrillatore per il PalaMecenate

Un nuovo defibrillatore per il PalaMecenate
Un nuovo defibrillatore per il PalaMecenate. Ad averlo donarlo è l’associazione culturale Pitagora di Arezzo che, impegnata da anni in iniziative di beneficenza a favore del territorio, ha attivato una raccolta di fondi tra i suoi soci con l’obiettivo di concretizzare la donazione di questo importante strumento salvavita per rendere cardiologicamente protetto l’impianto sportivo di viale Mecen (continua)

La Farmacia Comunale “Mecenate” adotta l’orario continuato

La Farmacia Comunale “Mecenate” adotta l’orario continuato
La Farmacia Comunale n.6 “Mecenate” adotta l’orario continuato dalle 9.00 alle 20.00. La novità verrà introdotta da lunedì 21 settembre quando la farmacia di viale Mecenate attuerà un incremento del proprio orario di apertura dal lunedì al sabato, con l’obiettivo di andare maggiormente incontro alle diversificate esigenze di residenti e lavoratori di una zona ricca di abitazioni, uffici e scu (continua)

Un pomeriggio nella storia di Foiano con l’associazione Scannagallo

Un pomeriggio nella storia di Foiano con l’associazione Scannagallo
Un pomeriggio dedicato alla storia della Toscana tra lo splendore del Rinascimento e i fasti del Granducato. Tra gli eventi inaugurali della rassegna “Saperi e sapori” di Foiano della Chiana rientra la visita guidata ai documenti dell’archivio storico comunale che, alle 16.00 di sabato 19 settembre, permetterà di vivere un viaggio indietro nel tempo promosso dall’associazione culturale Scanna (continua)

Un nuovo staff tecnico per il Ct Cortona Camucia

Un nuovo staff tecnico per il Ct Cortona Camucia
Un nuovo staff tecnico per il Circolo Tennis Cortona Camucia. Il consiglio direttivo ha affidato la propria direzione tecnica ai maestri Maria Letizia Zavagli e Marco Stancati che avranno la responsabilità dello sviluppo dell’attività sportiva ad ogni livello, dal baby tennis ai corsi per adulti. Il Ct Cortona Camucia ha scelto due tecnici giovani ma con una consolidata esperienza, a cui è st (continua)