Home > Sport > Finisce a Dobbiaco il Tour de Ski di Francesco De Fabiani

Finisce a Dobbiaco il Tour de Ski di Francesco De Fabiani

scritto da: Nicolò Caneparo | segnala un abuso

Finisce a Dobbiaco il Tour de Ski di Francesco De Fabiani


Dopo tre tappe difficili, l’atleta del CSE ha deciso di chiudere anzitempo la parentesi nella prestigiosa gara a tappe, con lo sguardo rivolto ai prossimi impegni in Coppa del Mondo.
 
Dobbiaco, Italia – 31 Dic. 2019 • É durato solo tre tappe il Tour di Defast. Ad influenzare sulla scelta, una condizione che tarda ad arrivare, unitamente ai risultati che sono stati avari in questa prima parte di stagione.
 
De Fabiani, al suo sesto Tour de Ski (dei quali tre conclusi), di fatto non è mai stato davvero “in gara”, ad eccezione di una comunque buona Sprint in Skating a Lenzerheide, chiusa in sedicesima posizione.
 
«Le sensazioni non sono buone – dice Francescoe purtroppo è una situazione che mi porto appresso da oltre un mese, sin dal primo ritiro in Finlandia. Dalla gara di Ruka, poco è cambiato, sia a livello di sensazioni, sia di risultati».
 
La gara di oggi, a Dobbiaco (15 Km TL interval start), non ha dato le giuste garanzie per poter continuare: «Ho chiuso lontano dai primi, non sono nemmeno riuscito a entrare nella Top 30 e quello che mi sento di dire è che questo non è il De Fabiani di un anno fa, quando con una super condizione avevo ottenuto 2 podi al Tour. Ci avviciniamo alla tappa della Val di Fiemme, la 15 Km TC mass start, ma sono certo che con questa condizione non andrei da nessuna parte. Credo sia assolutamente inutile perseverare, pertanto abbiamo deciso di uscire di scena al fine di fare un “RESET”».
 
Cosa sia andato storto, ancora non è chiaro: «Oggi nei primi Km andavo bene, non ho nemmeno cercato di strafare, ho preso il mio ritmo ma sono poi calato vistosamente. Diciamo che sto facendo il contrario di quello che faccio di solito: anziché crescere nel finale, tendo a calare vistosamente. Oggi, mi sembrava di fare una 30 Km, invece era una 15 Km, tanto ero stanco».
 
Defast però ha tutt’altro che il morale a terra: «Sono dispiaciuto, non deluso. Ora mi prenderò qualche giorno di riposo e poi ricomincerò a preparare il 2020, come se fossimo a inizio stagione, soprattutto senza mal di schiena e con tante motivazioni».
 
Negli ultimi giorni il timore era di avere contratto qualche virus, ma fortunatamente gli esiti degli esami sono stati negativi: «Ho tutti gli esami ematici in ordine, nessun valore fuori posto, nessun virus. Questo è davvero positivo per me, la stagione è lunghissima, ci sarà lo Ski Tour in Scandinavia, lo Sprint Tour in Canada, ovviamente la 50 Km di Oslo, le occasioni per rifarsi non mancano. In ogni caso, spero di rientrare già per Nove Mesto, tra circa due settimane, sono convinto di ritrovare la condizione».
 
Oggi si chiude il 2019, un anno comunque decisamente positivo: «Con questa gara, si chiude l’anno, un anno che mi  ha regalato emozioni incredibili, con i 2 podi al Tour (Oberstdorf e Val di Fiemme), con il secondo posto in Coppa a Cogne nella Sprint, con il bronzo mondiale di Seefeld ottenuto nella Team Sprint insieme a Federico Pellegrino. Speriamo di fare un 2020 all’altezza delle aspettative, nel frattempo auguro a tutti i miei tifosi un nuovo anno stellare!».
 
 
__________________________________
Ufficio Stampa  di Francesco De Fabiani
Redatto da Paolo Mei
Tradotto da Nicolò Caneparo

Fonte notizia: http://www.francescodefabiani.it/index.php/news/18-20/131-titolo


francesco de fabiani | defast | iamfrancidefa | dobbiaco | sci di fondo | sci nordico | coppa del mondo | tour de ski |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

DOBBIACO SHOW FRA SKATING E CLASSICO


LA STORIA DELLA GRANFONDO DOBBIACO-CORTINA


NUOVI ORIZZONTI CON CAPOL E ANRATHER, ECCO “LA SPORTIVA EPIC SKI TOUR” 2017 4ALL


IL TOUR DE SKI TIRA LE SOMME DEL 2011. VAL DI FIEMME SEMPRE IN POLE POSITION


UN MESE ALLA COPPA DEL MONDO DI DOBBIACO (BZ)


IL “NEW YEAR’S EVE” DELLO SCI DI FONDO. TOUR DE SKI DI SCENA A DOBBIACO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Markus Cramer e la Russia nei piani di Defast

Markus Cramer e la Russia nei piani di Defast
Alla base della decisione presa da Francesco De Fabiani e Federico Pellegrino la scelta di allenarsi con uno dei tecnici più apprezzati al mondo oltre alla possibilità di misurarsi, giorno dopo giorno con atleti di primissimo livello.   Gressoney Saint-Jean, Italia – 23 Apr. 2021 • Si è concretizzata solo negli ultimi giorni una scelta che sta facendo discutere appassionati e addetti a la (continua)

De Fabiani chiude la stagione pensando al 2022

De Fabiani chiude la stagione pensando al 2022
Cala il sipario su una stagione difficile ma comunque positiva per il rappresentante del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur, capace di vincere la Team Sprint di Coppa del Mondo in Svezia e di arrivare mai così vicino alla vittoria individuale come quest’anno in Val di Fiemme al Tour de Ski.   Gressoney Saint-Jean, Italia – 04 Apr. 2021 • Si è conclusa con i campionati italiani di Pass (continua)

Finiscono in anticipo i mondiali di De Fabiani

Finiscono in anticipo i mondiali di De Fabiani
Francesco De Fabiani e l’intera spedizione azzurra chiudono anzitempo l’esperienza mondiale a seguito dell’applicazione dei protocolli federali in materia COVID-19. Ora il focus è sulla 15 Km in Engadina.   Oberstdorf, Germania – 03 Mar. 2021 • Iniziata male, l’avventura di Francesco De Fabiani ai campionati del mondo 2021 di sci nordico nella “sua” Oberstdorf, si è conclusa se possibile (continua)

Alessandro Serravalle vince il The Segment Challenge

Alessandro Serravalle vince il The Segment Challenge
Alessandro Serravalle si aggiudica la classifica di "The Segment Challenge", la sfida sportiva virtuale lanciata con l'obiettivo di accendere l'attesa della Marciagranparadiso 2021.Il 16 gennaio ha percorso il tratto selezionato in 19':16" con un passo di 3':14" al chilometro. Sul podio di questa particolare classifica sale anche Giuseppe Lamastra, Cognein doc, con 23'44" e un passo di 4':33" al c (continua)

Marciagranparadiso 2021: una sfida vinta su tutti i fronti!

Marciagranparadiso 2021: una sfida vinta su tutti i fronti!
Sin dall'inizio sembrava davvero una scommessa quasi impossibile, tuttavia, la realtà dell'evento, e i numeri ad esso correlati, dimostrano che il miracolo è avvenuto.Sicurezza, divertimento, ritorno alla normalità: queste erano le parole chiave che hanno caratterizzato l'intero progetto della 38ª Marciagranparadiso. E così è stato. Il protocollo anti-covid ha funzionato secondo le aspettative. Qu (continua)