Home > Informatica > Sicurezza informatica: cosa ci aspetta nel 2020?

Sicurezza informatica: cosa ci aspetta nel 2020?

scritto da: Sound PR | segnala un abuso

Sicurezza informatica: cosa ci aspetta nel 2020?


Sophos (LSE: SOPH), leader globale nella sicurezza degli endpoint e della rete, svela i trend della cybersicurezza per il nuovo appena cominciato.                                                                                                                                                         

Il panorama della sicurezza informatica è stato attraversato da importanti cambiamenti nel corso del 2019 e Sophos ha identificato quattro principali tendenze che dovranno essere tenute d’occhio con attenzione nel corso del 2020.

 Il ransomware alza la posta in gioco

 Nel 2020, il ransomware diventerà ancora più aggressivo, modificando o aggiungendo alcune delle sue caratteristiche, al fine di ingannare alcuni sistemi di protezione.

Mark Loman, director of engineering for next-generation tech di Sophos spiega: “Dovremo aspettarci attacchi ransomware attivi ed automatici che sfrutteranno la distrazione degli utenti con strumenti automatizzati per causare il maggior danno possibile”.

Criptando solo una parte relativamente piccola di ogni file o avviando il sistema operativo in modalità diagnostica, in cui la protezione anti-ransomware spesso non è disponibile, gli autori degli attacchi riusciranno a schivare la maggior parte delle difese. Il ransomware continuerà a essere uno dei principali protagonisti del panorama delle minacce e questo non cambierà fino a quando le vittime saranno facilmente individuabili.

 Cloud sotto attacco

 Sophos ritiene che piccoli passi falsi condurranno a gravi violazioni del cloud. Flessibilità è la parola chiave parlando di cloud computing, ma quando arriva il momento di affrontare il tema della messa in sicurezza, tutta la flessibilità e la semplicità potranno rivelarsi armi a doppio taglio.

Nel 2020, piccole sviste potranno portare a pericolose esposizioni ad attacchi informatici per le grandi aziende. La vulnerabilità più grande per il cloud è la configurazione scorretta: poiché i sistemi cloud diventano sempre più complessi e flessibili, il margine di errore aumenta sensibilmente. Questo aspetto, unito a una generale mancanza di visibilità, rende gli ambienti cloud il bersaglio ideale per i cybercriminali. Per questo motivo, proteggere i dati archiviati in cloud richiede l’utilizzo di strumenti specifici, anche in considerazione del fatto che il modello di attacco è molto diverso da quello che colpisce server o pc.

I rischi dei modelli di rilevamento basati su machine learning

 Il machine learning è ormai un elemento essenziale della strategia di sicurezza informatica delle aziende e i cybercriminali sono perfettamente consapevoli come venga utilizzato per contrastare i loro attacchi. In risposta a questa strategia, chi attacca si impegnerà nel cercare di disinnescare questi sistemi di sicurezza basati sul machine learning. Nei prossimi anni è facile prevedere la crescita del tasso di adozione di tecniche tratte dalla comunità del machine learning scientifico da parte del mercato della cybersecurity. Ciò porterà i sistemi di protezione a prendere decisioni in semi o totale autonomia per tutelare le informazioni e gli utenti.

Le aziende devo essere pronte ad implementare un approccio alla sicurezza multistrato e per farlo la soluzione può essere molto semplice: unendo risorse umane specializzate nella lotta agli attacchi informatici a tecnologie come il deep learning, le aziende potranno rilevare e contrastare gli attacchi più complessi molto più velocemente.

 L’impatto del 5G

Il 5G rappresenta indiscutibilmente il più importante cambiamento tecnologico ad avere un impatto sul panorama della sicurezza informatica. Se da un lato promette di connettere quasi tutti gli aspetti della vita quotidiana attraverso la rete con una velocità senza paragoni e una latenza molto ridotta, dall’altro implica nuove sfide in tema di sicurezza. Nascono infatti punti di accesso inediti che esporranno le aziende a nuovi tipi di attacco.

Il 5G è portatore di un’enorme promessa: intervenendo sulle reti essenziali, con l’ingresso delle radio frequenze che fino ad oggi non erano accessibili e minimizzando la visibilità che ne deriverà, aprirà un vaso di Pandora. Ciò renderà necessario da parte delle aziende, un impegno ancora maggiore nella messa in sicurezza di connessioni, device e applicazioni. “Non è mai stato così imprescindibile che le soluzioni di sicurezza lavorino insieme, come un unico sistema. Un approccio basato sulla sicurezza sincronizzata costruisce i ponti che rendono possibile questa collaborazione, rendendo gli strumenti più forti di quanto lo sarebbero lavorando da soli” commenta Dan Schiappa, Chief Product Officer di Sophos.

Sophos

Multinazionale leader nella sicurezza di ultima generazione, Sophos protegge più di 400.00 aziende di ogni dimensione in oltre 150 paesi dalle minacce informatiche più avanzate.

Sviluppate dai SophosLabs – team di ricerca globale – le soluzioni di sicurezza cloud-native e con AI integrata proteggono endpoint, server, device mobili e reti dalle minacce sempre più evolute, inclusi ransomware, malware, exploit, furto di dati, phishing e molto altro. Sophos Central,  piattaforma di gestione in cloud,  integra l’intero portafoglio di soluzioni Sophos incluso Intercept X e il firewall di ultima generazione XG in un unico sistema di sicurezza sincronizzata accessibile attraverso una serie di API.

Sophos ha guidato la transizione verso una nuova era della sicurezza offrendo soluzioni che sfruttano appieno le potenzialità del machine learning, del cloud, delle API, dell’automazione e molto altro, al fine di fornire protezione a livello enterprise a realtà di qualunque dimensione. Sophos opera esclusivamente attraverso il proprio Canale che conta più di 47.00 partner e MSP in tutto il mondo.

L’innovativa tecnologia di Sophos è resa disponibile anche agli utenti domestici grazie a Sophos Home.

La sede dell’azienda è a Oxford, nel regno Unito, e Sophos è quotata alla Borsa di Londra (SOPH)

Per ulteriori informazioni: www.sophos.it 

sicurezza informatica | cybersicurezza | sophos |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il futuro della protezione informatica all’Acronis Global Cyber Summit dal 19 al 21 ottobre 2020


Acronis True Image 2020 automatizza i backup 3-2-1 come l’unica soluzione personale per la replica dei backup locali nel cloud


Come costruire un funnel su Facebook efficace per il tuo eCommerce


Acronis presenta Acronis Cyber Services, una soluzione per le aziende che puntano a ottimizzare la protezione informatica


Secondo il Cyber Defense Report di McAfee Il 57% degli esperti mondiali è convinto che sia oggi in atto una corsa agli armamenti cibernetic


Noi per Napoli Show in Tv, nuova brillante ed interessante puntata in onda


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

RIAPRIRE LE SCUOLE IN SICUREZZA: I VANTAGGI DELLA VMC PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELL’ARIA NEGLI EDIFICI SCOLASTICI

RIAPRIRE LE SCUOLE IN SICUREZZA: I VANTAGGI DELLA VMC PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELL’ARIA NEGLI EDIFICI SCOLASTICI
Tra i fattori presi in esame in previsione del ritorno a scuola a settembre, uno dei più importanti è quello relativo all’aria indoor per tutelare la salute degli studenti Il settore scolastico è stato duramente colpito dagli effetti della pandemia. Il nuovo anno 2021-2022 pone dunque molte sfide da affrontare per un ritorno in aula in totale sicurezza. Le scuole sono già all’opera per adottare accorgimenti utili a prevenire i contagi e implementare soluzioni che consentano il rientro degli studenti a pieno regime in tranquillità.Le aule scolastiche sono infatti tra (continua)

Sophos Mobile 9.7: funzionalità BYOD migliorate e gestione semplificata della sicurezza dei device mobili

Sophos Mobile 9.7:  funzionalità BYOD migliorate e gestione semplificata della sicurezza dei device mobili
Sophos, leader globale nella sicurezza informatica di ultima generazione, presenta Sophos Mobile 9.7, la nuova versione della sua soluzione di Unified Endpoint Management (UEM) e Mobile Threat Defense (MTD) che aiuta le aziende a ridurre il tempo e l’impegno da dedicare alla gestione e alla protezione dei dispositivi mobili e degli endpoint tradizionali. L’ultimo anno ha visto un sensibile aumento degli attacchi informatici non solo ai danni di aziende ma anche degli utenti privati, che sempre più spesso si trovano ad utilizzare i propri dispositivi per lavoro. Per questo motivo è necessario assicurare il massimo della protezione e sicurezza dei dati aziendali sia sui dispositivi personali che aziendali.Sophos Mobile versione 9.7 fornisce un maggi (continua)

La nuova ricerca di Sophos svela un sensibile incremento delle competenze di sicurezza.

La nuova ricerca di Sophos svela un sensibile incremento delle competenze di sicurezza.
La nuova ricerca di Sophos svela che l’aumento degli attacchi informatici nel periodo della pandemia ha portato a un sensibile incremento delle competenze di sicurezza per l’80% dei team IT aziendali italiani. In Italia, il 55% dei team ha registrato una crescita nel numero di cyberattacchi nel corso del 2020. Milano, 8 giugno 2021 – Sophos, leader globale nella sicurezza informatica di ultima generazione, presenta la nuova ricerca “I team di sicurezza IT: 2021 e oltre”,  che evidenzia come l'aumento delle sfide alla sicurezza durante la pandemia abbia rappresentato pe (continua)

Arriva in Italia Dreame T30: il nuovo aspirapolvere cordless

Arriva in Italia Dreame T30: il nuovo aspirapolvere cordless
Dreame Technology, azienda specializzata in elettrodomestici per la pulizia della casa, presenta il nuovo Dreame T30, l’aspirapolvere cordless di ultima generazione. Dotato di un innovativo sensore di rilevamento dello sporco, Dreame T30 regola automaticamente la potenza di aspirazione in base alla quantità di polvere rilevata. Dreame T30 verrà reso disponibile dal 14 giugno in tutta Europa ad un prezzo speciale su AliExpress e da fine luglio potrà essere acquistato anche su Amazon.Dall’inizio della pandemia lo stile di vita delle persone è cambiato notevolmente e poiché si trascorre molto più tempo in casa, i composti volatili sospesi nell’aria e la polvere possono rappresentare un serio rischio per la salute, (continua)

Round di investimento da 500 milioni di dollari per Contentsquare: il finanziamento sosterrà l'innovazione dell'esperienza digitale basata sull'AI

Round di investimento da 500 milioni di dollari per Contentsquare: il finanziamento sosterrà l'innovazione dell'esperienza digitale basata sull'AI
Con questo finanziamento, la valutazione di Contentsquare sale a 2.8 miliardi di dollari. I fondi raccolti saranno destinati ai continui investimenti in innovazione e a sostenere la posizione di leader in Europa e negli Stati Uniti, oltre a supportare l'espansione in nuovi mercati in Asia Parigi, 26 Maggio 2021 - Contentsquare, il leader globale della digital experience analytics, annuncia oggi di aver completato un round di finanziamento di Serie E da 500 milioni di dollari. L’investimento è sostenuto da SoftBank Vision Fund 2[1], che si unisce agli investitori esistenti (Eurazeo, Bpifrance, KKR, Canaan, Highland Europe) e agli accounts e fondi gestiti da BlackRock - la maggio (continua)