Home > Internet > DAL CONVENTO DI SUORE CHE ORDINA UN BANCALE DI CARTA IGIENICA ALLA PISTA DI MACCHININE SPEDITA IN KAZAKISTAN. LE STRANE VIE DEL COMMERCIO CHE PARTONO DA TREVISO

DAL CONVENTO DI SUORE CHE ORDINA UN BANCALE DI CARTA IGIENICA ALLA PISTA DI MACCHININE SPEDITA IN KAZAKISTAN. LE STRANE VIE DEL COMMERCIO CHE PARTONO DA TREVISO

articolo pubblicato da: COMUNICAZIONELIVE | segnala un abuso

DAL CONVENTO DI SUORE CHE ORDINA UN BANCALE DI CARTA IGIENICA ALLA PISTA DI MACCHININE SPEDITA IN KAZAKISTAN. LE STRANE VIE DEL COMMERCIO CHE PARTONO DA TREVISO

 

Il primo distributore digitale si chiama Sales Bridge, ha sede fisica a Castelfranco Veneto e gestisce ordini da tutto il mondo. L’idea vincente? La spiega il ceo Daniele Smaniotto col suo team: “Facciamo online quello che fanno i negozianti e i distributori offline. La svolta è che rompiamo la “barriera” del magazzino fisico”

 

Nell’era del mercato digitale non è più necessario avere un magazzino fisico dove tenere la merce, la logica è completamente cambiata. Per capire la rivoluzione che sta investendo il settore del commercio parliamo del nuovo fenomeno chiamato “Sales Bridge”, il primo distributore digitale che ha sede fisica a Castelfranco Veneto, nel Trevigiano fondato da un team di professionisti del settore. Dopo un’attenta analisi del mercato, Daniele Smaniotto (classe 1989), ha trovato un modo per risolvere il problema sempre più ingombrante del magazzino grazie ad un’innovativa architettura informatica, sviluppata con i soci Matteo Vaccari, Nicola Seletti, Ots Sistemi e il fratello Andrea.

“Noi siamo a tutti gli effetti un distributore e rivenditore digitale – spiega Smaniotto - Facciamo online quello che fanno i negozianti e i distributori offline. La svolta è che rompiamo la “barriera” del magazzino fisico grazie al nostro CMS di sincronizzazione giacenze e ordini: riusciamo ad avere un magazzino virtuale potenzialmente illimitato. Acquistiamo infatti dai fornitori i prodotti solo a vendita effettuata e ci occupiamo di gestire tutto il meccanismo di vendita da e verso i marketplace”.

 

Sales Bridge fa incontrare nella sua innovativa piattaforma fornitore e acquirente e li assiste in tutti i processi, dal caricamento del catalogo dei prodotti alla spedizione e logistica, senza pensieri. “Appoggiarsi a noi significa appoggiarsi a un rivenditore digitale capace di gestire i processi – continua il giovane ceo - e i rapporti con i marketplace non sempre così semplici”.

Il successo di Sales Bridge, che da quando è nato a maggio dello scorso anno, conta già nel suo catalogo oltre 100 mila prodotti e gestisce oltre 4000 ordini mensili, per un fatturato di un milione di euro, li porta ad essere il primo distributore digitale d’Italia. E se parliamo poi di ordini, qui la creatività non ha limiti o confini. Qualche esempio? “Un convento di suore ordina tramite noi regolarmente un bancale di carta igienica – sorride Nicola - mentre è una farmacia in Grecia a rifornirci di preservativi. Abbiamo venduto gianduiotti alla moglie di un tennista serbo di fama mondiale, di cui non possiamo svelare il nome e un leone di marmo a un facoltoso cliente in Svizzera. Abbiamo spedito persino una pista di macchine giocattolo in Kazakistan. Riceviamo ordini dalle Mauritius agli USA, dalla Cambogia alla Svezia”.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

I prodotti Nicky crescono: lanciate La Maxi e Elite La Grande


Catalogo di location matrimoni Treviso su LeMieNozze.it


Anteprima Test Match Italia-Australia: Rugby Mob ai Gigli


TRICOPIGMENTAZIONE DONNA: L’INFOLTIMENTO CAPELLI NON CHIRURGICO CON UN RIMEDIO SEMPLICE ED EFFICACE.


STORIA DEL CONVENTO DELLA SANTISSIMA ANNUNZIATA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

FAMIGLIA NAI, LA DINASTIA DEL PESCE VENETO

FAMIGLIA NAI, LA DINASTIA DEL PESCE VENETO
  Quattro negozi tra il Padovano, il Vicentino e il Trevigiano, venti mercati cittadini gestiti e una famiglia che da quattro generazioni fornisce quattrocentomila clienti in Veneto. “E adesso col Coronavirus al via le consegne gratuite a domicilio”, annuncia il titolare Diego Nai   Quattro negozi, venti mercati settimanali, nuovi automarket. La dinastia del pesce in Vene (continua)

CORONAVIRUS, STOREDEN DONA PER SESSANTA GIORNI UN NEGOZIO ONLINE GRATUITO A TUTTI

CORONAVIRUS, STOREDEN DONA PER SESSANTA GIORNI UN NEGOZIO ONLINE GRATUITO A TUTTI
  La piattaforma ecommerce con base in Veneto regala alle aziende in crisi la possibilità di vendere sul web gratuitamente. Il Ceo, Francesco D’Avella: “Non chiederemo neppure la carta di credito, è il nostro modo per aiutare le imprese italiane”   Storeden è una piattaforma ecommerce nata a Villorba, in provincia di Treviso, che ha rivoluzionato (continua)

On line il "Blog di Vinicio", l'influencer blogger maschile di Vicenza

On line il
  Nuovo progetto per l’event planner noto per i suoi eventi glamour e per l’organizzazione dei matrimoni dei vip. “Racconto i trend del momento”. Dal cocchio di vetro alla foresta al mare, ecco come ha realizzato le nozze perfette     Vinicio Mascarello è un event planner creativo, un generatore di emozioni tra appuntamenti mondani, festeggiamenti (continua)

DOPPIO HEADQUARTER E NUOVE ASSUNZIONI, VELVET MEDIA PREMIATA PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO DAL FINANCIAL TIMES

DOPPIO HEADQUARTER E NUOVE ASSUNZIONI, VELVET MEDIA PREMIATA PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO DAL FINANCIAL TIMES
  Fatturato di nuovo raddoppiato nel 2019, una nuova sede e venti assunti. Il 2020 di Velvet Media inizia col premio del maggior quotidiano economico a livello mondiale: ora è tra le aziende a più forte crescita in Europa. Il titolare, Bassel Bakdounes: "Sappiamo osare"   Velvet Media si riconferma ai vertici europei nella crescita. A riconoscer (continua)

A VENEZIA GLI ENFANT PRODIGE DEL FLAUTO, CONCORSO NAZIONALE DELL’ACCADEMIA VERDI

A VENEZIA GLI ENFANT PRODIGE DEL FLAUTO, CONCORSO NAZIONALE DELL’ACCADEMIA VERDI
  Il 7 e l’8 marzo “A tutto flauto”, il concorso nazionale unico nel suo genere ideato dall’Accademia musicale veneziana coi migliori flautisti d’Italia. In giuria i più importanti maestri: Giovanni Mugnolo, Giorgio Blasco, Charina Quintana e la direttrice dell’Accademia Francesca Seri. In palio spartiti musicali e una borsa di studio. “L&rsqu (continua)