Home > Sport > Chanoine e Caminada dominano la MarciaGranParadiso

Chanoine e Caminada dominano la MarciaGranParadiso

scritto da: Nicklandmedia | segnala un abuso

Chanoine e Caminada dominano la MarciaGranParadiso


Tutti in tecnica classica, sfidando neve lenta e una leggera pioggia che ha accompagnato i concorrenti da metà gara in avanti. Le difficili condizioni meteo non hanno però rovinato lo spettacolo della 37a MarciaGranParadiso (inserita nel circuito Euroloppet), la grande classica di fondo che si è corsa oggi a Cogne e che ha visto al via circa 500 concorrenti. A vincere la prova regina - 40 chilometri - sono stati Chiara Caminada e Jacques Lino Chanoine. 

Due vittorie in tre giorni, il bis dopo l’edizione del 2018. Chiara Caminada (Robinson Ski Team) ha trionfato nella 40 chilometri femminile, coprendo la distanza in 2h:14’:05” e precedendo la valdostana Noemi Glarey (Under Up Ski Team Bergamo) che aveva preso il comando nei chilometri iniziali per poi cedere il passo a Caminada e chiudere con un ritardo di 2’:21”. Terzo gradino del podio per la russa Elena Serdtseva, a 2’:39”, già protagonista nella gara in tecnica libera di venerdì. 

La gara maschile è stata vinta da Jacques Lino Chanoine che ha deciso di partire con un ritmo davvero sostenuto e di proseguire tutto solo, facendo il vuoto. Il valdostano del Valdigne ha tagliato il traguardo in 1h:49’:24” e lasciato a 2’:14” il trentino Stefano Mich (Team Futura) e a 3’:59” il valdostano Wladimir Cuaz (Godioz), vincitore della gara di venerdì. 

La 25 chilometri femminile è invece andata all’atleta di casa Nikita Borettaz (Gran Paradiso), rimasta sotto le due ore di gara. Si è imposta in 1h:59’:05”, davanti a Elisa Gianola (Primaluna; +3’:57”) e a Chiara Gelmi (Cus Trento) staccata di 6’:23”.

La classifica della prova maschile è invece cambiata dopo il traguardo. A prendersi gli applausi del pubblico era stato il russo Alexey Alexeev, poi squalificato per aver tagliato parte del percorso. Così il primo posto è passato a Massimiliano Perino (Valle Stura) che ha concluso in 1h:37’:32”, a precedere i valdostani Alberto Da Col (+6’:31”) e Luca Contoz (+9’:32”). 

Chiara Caminada: «Oggi era difficile avere sci veloci, anche se ho azzeccato la sciolina. Davvero complimenti al team che ha preparato questo tracciato. Oggi non è stato facile, la neve era lenta e tutto è stato complicato»

Jacques Lino Chanoine: «Stavo bene e ho provato fin da subito la sparata. Ho rischiato il tutto e per tutto e mi è andata bene. Sono contento di questa mia prima Marcia, oggi le condizioni erano davvero difficili»

Nikita Borettaz: «Mi è piaciuta questa mia prima Marcia: bella divertente, ma altrettanto dura, con neve lenta a causa della pioggia. Avevo però sci giusti sotto ai piedi e ho proseguito con un buon ritmo».

Massimiliano Perino: «Che fatica, un percorso davvero duro, difficile trovare il giusto compromesso con gli sci. Sono però contento di questo risultato»

 

 
_______________________________
Ufficio stampa Marciagranparadiso
Nicolò Caneparo, Nickland Media

Fonte notizia: http://www.marciagranparadiso.it/news/single.php?id=60


cogne | mgp2020 | marciagranparadiso | valle d aosta |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Finalmente ci siamo! La 37ma Marciagranparadiso è qui!


Marciagranparadiso Rossignol Race 2016: Montepremi dell'evento


Cogne inaugura la stagione degli sci stretti con una pista di 2 km


COGNE (AO) E IL GRAN PARADISO …IN MARCIA, A FEBBRAIO TORNA LA GRANFONDO VALDOSTANA


MARCIAGRANPARADISO 2014, LA GRANFONDO SI FA “MINI” IN ATTESA DEI GRANDI


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Lisa Vittozzi e Giuseppe Montello, Biathlon, si raccontano

Lisa Vittozzi e Giuseppe Montello, Biathlon, si raccontano
Il Biathlon, uno dei più spettacolari tra gli sport invernali. Due campioni di fama mondiale, Lisa Vittozzi e Giuseppe Montello. Un giornalista enciclopedico come Giorgio Capodaglio. Ecco che l'intervista perfetta è servita. Lisa Vittozzi, classe 1995, è friulana, di Sappada per l'esattezza. É una delle punte di diamante della squadra nazionale italiana di Biathlon (continua)

Elisa Brocard si racconta aprendo le porte di casa ai suoi fans!

Elisa Brocard si racconta aprendo le porte di casa ai suoi fans!
 Una lunga intervista durata più di un'ora ha visto protagonista Elisa Brocard.   La portacolori del Centro Sportivo Esercito Courmayeur ha aperto le porte di casa ai suoi tifosi e, assieme al suo compagno di vita e preparatore atletico Erik Benedetto, si è raccontata: dalle impressioni relative alla particolare stagione che ha visto una chiusura anticipata e forzata, (continua)

De Fabiani 13° allo Ski Tour

De Fabiani 13° allo Ski Tour
Francesco De Fabiani chiude in crescendo la prima edizione dello Ski Tour, rispolverando le doti da sprinter con un 8° posto e una splendida 30 Km finale da Top 10.   Trondheim, Norvegia – 24 Feb. 2020 • Il neonato Ski Tour di Svezia e Norvegia regala due Top 10 a Francesco De Fabiani, chiudendo 8° nella Sprint in classico e 9° nella classifica di giornata della (continua)

Quasi 400 giovani in festa per la Mini Marcia - A Cogne anche il Vitalini Nordic Speed Contest

Quasi 400 giovani in festa per la Mini Marcia - A Cogne anche il Vitalini Nordic Speed Contest
È stata un’autentica festa degli sci stretti oggi - sabato - sui Prati di Sant’Orso di Cogne, presi d’assalto da quasi 400 giovani fondisti che hanno partecipato alla Mini MarciaGranParadiso, manifestazione del calendario Asiva organizzata dallo sci club Gran Paradiso. Un pomeriggio di sano agonismo e di grande divertimento a Cogne, dove si è svolto anche il (continua)

Wladimir Cuaz e Chiara Caminada dominano la skating che ha inaugurato la 37a Marciagranparadiso

Wladimir Cuaz e Chiara Caminada dominano la skating che ha inaugurato la 37a Marciagranparadiso
Splendida cornice e una giornata da cartolina a Cogne, dove questa mattina si è aperta la 37a edizione della MarciaGranParadiso, prova inserita all’interno del circuito Euroloppet. Cielo terso, piste tirate a lucido e temperature piacevoli hanno accolto i partecipanti della 25 chilometri in tecnica libera che si sono sfidati sull’anello disegnato tra Valnontey ed Epinel, (continua)