Home > Economia e Finanza > Prezzo del grano in volo (+6%) e la Russia deve fermare le esportazioni

Prezzo del grano in volo (+6%) e la Russia deve fermare le esportazioni

scritto da: Elleny | segnala un abuso


Continua a marciare spedito il prezzo del grano, che nell'ultima settimana è schizzato di oltre il 6%. Un incremento che è diretta conseguenza del Covid-19. Infatti la diffusione della pandemia se da un lato ha scosso i mercati finanziari e azionari, dall'altra ha dato una spinta fortissima a quello dei beni di prima necessità, soprattutto i prodotti agricoli.

La spinta al prezzo del grano

prezzo del granoNei paesi occidentali si è assistito ad una tendenza all’accaparramento, che ha spinto a raddoppiare gli acquisti di prodotti come farina (+99,5%), pasta di semola (+45%). Per questo motivo la Russia ha voluto addirittura mettere un limite al proprio export, innescando una nuova spinta rialzista ai prezzo del grano. A Mosca addirittura il prezzo per tonnellata è diventato più alto di quello del petrolio (13270 rubli contro i 12850 di quello dell'oro nero). Altri paesi hanno adottato provvedimenti simili. Il Kazakistan ha bloccato le esportazioni di farina di grano e imposto restrizioni anche per quelle di grano saraceno, cipolle, carote e patate. Il Vietnam, terzo esportatore di riso al mondo, ha sospeso i relativi contratti.

Secondo gli esperti peraltro, al CBOT (ovvero il Chicago Bord of Trade, riferimento mondiale delle materie prime agricole) il prezzo continuerà ancora a crescere. Ma questa forte tendenza all'aumento riguarda tutti i beni agricoli, la cui disponibilità è divenuta di importanza strategica per tutte le economie Nazionali. Basta prendere una qualsiasi migliore piattaforma trading gratis per vederlo. Oltre al grano infatti, anche la soia è salita di circa il 2%, mentre il mais ha incrementato il valore dello 0,7% durante l’ultima settimana. L'olio di soia è salito del 4,65.

Suggerimento: per fare investimenti sulle commodities in modo efficace, occorre minimizzare i costi. Ad esempio qui si possono vedere gli spread plus500 costi di trading.

La posizione dell'Italia

Per quanto riguarda il nostro Paese, va sottolineato che siamo primi in Europa e secondi al mondo nella produzione di grano duro destinato alla pasta, ma siamo anche un paese che importa tantissimo grano dall'estero (circa il 30% del fabbisogno). Una tandenza che è cresciuta soprattutto dopo l'intesa commerciale con il Canada, dove peraltro non vengono adottate le stesse stringenti norme di sicurezza alimentare e ambientale vigenti nel nostro Paese (cominciando dall'utilizzo del glifosato).

grano | export | spread plus500 | piattaforma di trading gratis |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Come Valutare Il Grano Senatore Cappelli E Le Sue Caratteristiche


Erba di grano: una preziosa alleata per il benessere e la bellezza


Le Caratteristiche Della Coltivazione Di Grano Senatore Cappelli, La Storia


Rimborso per cancellazione volo grazie alla Convenzione di Montreal


Intervista della radio La voce della Russia a Vincenzo di Michele ed al suo Io prigioniero in Russia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Quotazione dell'oro in ascesa. Ha raggiunto i massimi dall'ottobre del 2012

La corsa dell'oro è tornata ad essere sostenuta, tanto che la quotazione del gold metal ha toccato i massimi da ottobre 2012 a quota 1759 dollari. Alla base della domanda del safe haven per eccellenza ci sono le preoccupazioni per l'inasprirsi delle relazioni tra Stati Uniti e Cina, nonché i deludenti dati economici statunitensi. Stanno inoltre emergendo alcune preoccupazioni dei mercati pre-Corvi (continua)

Borsa del Giappone di slancio oltre i 20mila. La grande paura è passata?

Si respira un clima positivo sulle borse, come dimostra la chiusura di Tokyo vicina ai massimi di otto settimane. La spinta alla Borsa del Giappone arriva dai promettenti risultati preliminari di un farmaco sperimentale contro il Covid-19, ma anche dalla FED. Ieri la banca centrale americana ha lasciato i tassi Usa nel range tra lo zero e lo 0,25%. Ad accendere le speranze, anche il virologo della (continua)

Mercati finanziari di nuovo ottimisti malgrado il crollo del Pil cinese

Una buona notizia ridà ottimismo e slancio ai mercati finanziari e alle Borse globali. L'azienda farmaceutica Gilead Sciences ha infatti annunciato di aver sviluppato un nuovo farmaco, che potrebbe essere efficace nel combattere il Covid-19. Più ottimismo sui mercati finanziari Quanto sia importante l'annuncio della Gilead Sciences lo dimostra anche il suo balzo in borsa: +16,41% n (continua)

Borse Europee toniche, la settimana si chiude con un altro rialzo

Le mosse dei governi e delle Banche centrali hanno dato un po' di respiro alle Borse europee, mentre Wall Street chiude con un bilancio pesante l'ultima seduta della settimana, complice il nuovo capitombolo del petrolio e le misure restrittive adottate a New York. L'andamento delle Borse Europee L'Europa ha vissuto un venerdì all'insegna degli acquisti, grazie allo stimolo della Bce che h (continua)

Costo del denaro, la mossa a sorpresa della FED non scuote le Borse

Costo del denaro, la mossa a sorpresa della FED non scuote le Borse
Arriva come una stoccata improvvisa la decisione della FED di tagliare il costo del denaro di 50 punti base. Powell ruba così la scena ai ministri del G7 con l'annuncio di una manovra accomodante, decisa all'unanimità dal board dell'istituto centrale americano. La Fed e il costo del denaro Quello che scuote i mercati non è tanto il taglio in sé, che porta il costo del (continua)