Home > Altro > SPARISCONO LE EPIGRAFI, GIGI TREVISIN PROPONE IL NECROLOGIO ON LINE

SPARISCONO LE EPIGRAFI, GIGI TREVISIN PROPONE IL NECROLOGIO ON LINE

scritto da: COMUNICAZIONELIVE | segnala un abuso

SPARISCONO LE EPIGRAFI, GIGI TREVISIN PROPONE IL NECROLOGIO ON LINE


 

Pompe funebri in prima linea nella lotta al Coronavirus tra rischi di infezione e cambiamenti nel rito del commiato. Roberta Trevisin, psicologa e titolare dell’azienda: “Il rapporto è ormai solo virtuale, temiamo che possa pesare sull’elaborazione del lutto. Ecco come aiutiamo i famigliari delle vittime”

 

Medici, infermieri, protezione civile, volontari. Sono in molti in prima linea per cercare di tamponare il Coronavirus. Nell'emergenza c'è però anche un’altra categoria di lavoratori troppo spesso dimenticata, quella degli addetti alle pompe funebri. “Stiamo vivendo un momento drammatico", riferisce Gigi Trevisin, fondatore delle storiche onoranze funebri in centro a Treviso. “Anche se una situazione simile l’ho dovuta affrontare facendo fronte ad un altro tipo di epidemia diffusasi fra la fine degli anni 80 e gli inizi degli anni 90, quando peraltro scarseggiavano le informazioni e le modalità di protezione. Anche adesso siamo in prima linea e temiamo ogni giorno l’infezione”. 

L’impresa, fondata nel 1973, oggi è gestita dalla figlia di Gigi, Roberta. Un’azienda che rappresenta la memoria storica dei lutti cittadini, opera da più di 40 anni e per questo è iscritta anche all’Elenco Regionale dei luoghi storici del commercio. E per la prima volta si trova ad affrontare una rivoluzione nel rito funebre: tenuto conto delle disposizioni di sicurezza, fra le quali l’invito a restare a casa, sempre più spesso le epigrafi non si stampano più. La Gigi Trevisin ha pertanto messo on line negli ultimi giorni il sito www.necrologitreviso.it per annunciare i decessi e per permettere a tutti un ultimo saluto, sebbene sia solo digitale. “La possibilità di salutare il caro estinto è importante nell’elaborazione del lutto e allo stesso tempo un messaggio di condoglianze, anche se solo on-line, può essere di conforto in quanto è venuta a mancare la dimensione pubblica del lutto”, spiega la dottoressa Trevisin, laureata in Psicologia clinica e specializzata in Psicoterapia familiare e relazionale.

Oggi, infatti, i famigliari riescono a vedere il loro caro per l’ultima volta al momento del ricovero. Data l’emergenza, il defunto per Covid-19 viene avvolto in una sorta di sudario e depositato nel feretro subito sigillato e può essere visto solamente dagli operatori. I famigliari, se non posti in quarantena, così potranno salutare solo una bara chiusa o l’urna cineraria. Non si possono celebrare infatti le funzioni in Chiesa, né nelle sale commiato, ora è addirittura proibito anche dare una benedizione all’interno della camera ardente dell’ospedale. Il rito funebre è ridotto alla presenza di massimo dieci persone con mascherina e guanti, poste ad una distanza minima di almeno un metro tra loro: non possono nemmeno darsi la mano o abbracciarsi. Visti i cambiamenti in atto, in questo particolare momento la presenza in ufficio della dottoressa Roberta Trevisin viene riconosciuta dai clienti come molto preziosa perché riesce ad offrire loro con delicatezza un forte sostegno emotivo.

“Questa assenza di presenze fisiche ai rituali funebri – concludono dalla Gigi Trevisin - ci ha fatto ritenere opportuno creare anche la pagina Facebook del sito www.necrologitreviso.it proprio per dare la possibilità di essere “vicini a distanza” tramite la realtà virtuale e social. Per il resto, cerchiamo di fornire sempre gli stessi servizi a persone che si trovano in un momento di dolore a dover affrontare da soli la perdita di una persona amata ed al contempo ad organizzarne le esequie. Con efficienza, affidabilità, professionalità ed umanità collaboriamo con le famiglie per onorare i loro cari, instaurando un legame di fiducia, in particolare con chi è in quarantena, usando e-mail, whatsapp e videochiamate che sono l’ultimo modo che abbiamo per guardarci negli occhi”.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Monsignor Francesco Perrotta presenta Le Epigrafi ARIENZO - S. FELICE A CANCELLO - S. MARIA A VICO


Torino Docet: impariamo il latino camminando per Augusta Taurinorum


I sanitari bagni elementi per impreziosire la propria stanza da bagno


L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELLO SFIORIRE - Una mostra fotografica celebra la “leggera” bellezza delle donne adulte


VALERIA CAUCINO “THE BEATING OF LIFE” È IL SECONDO SINGOLO ESTRATTO DALL’ALBUM "AT THE BREAK OF DAWN"


Serata Donne al centro


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

BRACCHI GROUP, MAGAZZINI PIENI E BOOM DI SPEDIZIONI ONLINE: COSì IL CORONAVIRUS HA CAMBIATO LA LOGISTICA

BRACCHI GROUP, MAGAZZINI PIENI E BOOM DI SPEDIZIONI ONLINE: COSì IL CORONAVIRUS HA CAMBIATO LA LOGISTICA
Merci che si muovono al rallentatore, estensione degli spazi di stoccaggio del 20% per la holding di Bergamo. Raddoppiano i flussi sul portale Truckpooling che propone le migliori tariffe web sulle sp Il lockdown ha rallentato le spedizioni di merci, bloccandole nei magazzini. Ma contemporaneamente ha accelerato il “fai da te” nelle spedizioni online perché, non potendosi spostare, in molti per la prima volta hanno dovuto affidarsi ad un corriere. Due tendenze opposte, due sfide (una legata allo stoccaggio, l’altra alla velocità nelle spedizioni) che hanno visto in prima linea Bracchi Group, mu (continua)

VELVET MEDIA REALIZZA IL VIRTUAL SHOWROOM DI MUSEUM

VELVET MEDIA REALIZZA IL VIRTUAL SHOWROOM DI MUSEUM
Il marchio di abbigliamento internazionale “Museum” sceglie Velvet Media come nuovo partner creativo di riferimento a livello globale. Velvet Media sarà responsabile della ridefinizione dell’esperienz Museum nasce nel 1986 come importatore di capi sportswear ed outerwear americani e canadesi. Oggi Museum è un marchio di abbigliamento internazionale che produce cappotti e piumini di alta qualità. I capi Museum sono adatti tanto al freddo estremo canadese quanto alle serate mondane. Museum infatti veste i giovani di tendenza con alta qualità; le linee femminili sono invece pensate per una donna d (continua)

CORONAVIRUS, A VICENZA ARRIVA LA TELECAMERA CHE PROTEGGE NEGOZI E AZIENDE: VIETATO L’INGRESSO A CHI HA LA FEBBRE O E’ SENZA MASCHERINA

CORONAVIRUS, A VICENZA ARRIVA LA TELECAMERA CHE PROTEGGE NEGOZI E AZIENDE: VIETATO L’INGRESSO A CHI HA LA FEBBRE O E’ SENZA MASCHERINA
 Si chiama “DET2000BT” e apparirà in Italia durante la “Fase 2” dell’emergenza. Leonardo Borinato, titolare del marchio Bos, la prima azienda italiana a distribuirla: “Sembra un tablet, è uno strumento rivoluzionario: blocca le porte automatiche e manda un avviso vocale per lanciare l’allarme. È necessario per evitare nuovi contag (continua)

RADIAZIONE GERMICIDA ULTRAVIOLETTA E OZONO, IL FUTURO DELLE SANIFICAZIONI AMBIENTALI

RADIAZIONE GERMICIDA ULTRAVIOLETTA E OZONO, IL FUTURO DELLE SANIFICAZIONI AMBIENTALI
  Migliaia di persone al lavoro, centinaia di cantieri aperti e adesso gli studi innovativi del dipartimento Ricerca e Sviluppo. L'ad Alberto Tavano Colussi: "Le aziende devono uscire dal lockdown, ma prima è prioritario ripristinare la salubrità degli ambienti di lavoro". Le agevolazioni fiscali e il vademecum per riaprire durante Fase 2 dell’emergenza La sani (continua)

RESPIRATORI, TAMPONI E PROTEZIONI: LE STAMPANTI 3D DICHIARANO GUERRA AL COVID-19

RESPIRATORI, TAMPONI E PROTEZIONI: LE STAMPANTI 3D DICHIARANO GUERRA AL COVID-19
 È in corso la più grande chiamata alle armi della storia per gli “artigiani del digitale”. L’azienda 3DZ è leader in Italia nella vendita e consulenza di stampanti 3D. “Salveremo gli ospedali con la prototipazione e accelereremo le innovazioni dei processi produttivi”. Il nodo dei brevetti e delle certificazioni medicali sull’asse Ital (continua)